Condividi

Perché si abbassano le piastrine

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 27 novembre 2017
Perché si abbassano le piastrine

Le piastrine sono responsabili della corretta coagulazione del nostro sangue, permettendo che circoli sempre in maniera adeguata per il nostro corpo, coagulando quando occorre fermare l'emorragia e impedire a sua volta la formazione di coaguli inutili che possano ostacolare arterie importanti.

Un livello normale di piastrine varia tra 150.000 e 450.000, ma questo conteggio può essere ridotto a causa di alcune malattie, mettendo a rischio la nostra salute. Perché si abbassano le piastrine? Su unCome.it ti verrà spiegato in dettaglio.

Potrebbe interessarti anche: Perché le piastrine aumentano
Passi da seguire:
1

Il calo anomalo di piastrine è noto come trombocitopenia nel linguaggio medico; questa condizione è in grado di produrre un sanguinamento anomalo e, in casi ben più gravi, quando le piastrine raggiungono un livello inferiore a 10.000 per millimetro cubo, scatenare emorragie interne che possono mettere a repentaglio la vita dei pazienti.

Il primo passo per evitare che ciò accada è consultare un ematologo se abbiamo un numero basso di piastrine, perché è importante scoprire la causa di questa situazione.

2

Una delle cause più comuni in presenza di un numero basso di piastrine nei paesi con clima tropicale, abbondanti piogge e propensione alle acque stagnanti, è l'infezione dovuta al virus Dengue. Anche altre malattie batteriche o infettive come l'HIV possono determinare un basso conteggio piastrinico.

3

La carenze di vitamina B12 o di acido folico sono due delle ragioni frequenti della riduzione delle piastrine. In quei casi bastano alcuni aggiustamenti nella dieta e nelle abitudini del paziente per portare il conteggio a un livello normale.

4

Malattie come l'anemia aplastica, la cirrosi epatica, la mielodisplasia o la leucemia rendono il midollo osseo non in grado di produrre un numero sufficiente di piastrine, portando a un calo delle stesse e alla trombocitopenia.

5

Alcune cure mediche, come nel caso della chemioterapia, riducono il numero delle piastrine.

Coloro che soffrono di questi disturbi sono soggetti a soffrire di abbassamento delle piastrine dovuto al fatto che le stesse si decompongono nella milza o fegato. I pazienti con trombocitopenia immunitaria o non immunitaria prodotta dai farmaci, porpora trombocitopenica immunologica o trombotica o coagulazione intravascolare frammentata, ad esempio, presentano un basso livello di piastrine.

6

Aumentare il numero di piastrine è possibile, ma i risultati dipenderanno dall'origine del calo: fattore che è indispensabile conoscere per agire in maniera opportuna. Nei casi di malattie batteriche o infettive, il trattamento puntuale in ogni caso provocherà aumenti dei livelli per eliminare la trombocitopenia.

Se il problema è una carenza di vitamina B12 o acido folico, è opportuno apportare le necessarie modifiche alla dieta. In caso di problemi con il midollo osseo, leucemia, disturbi, diminuzione di piastrine a causa di farmaci e cirrosi epatica, si dovranno seguire alla lettera le indicazioni di uno specialista, che offrirà alternative a seconda del caso di ogni paziente.

7

Se vuoi sapere quali sono i sintomi delle piastrine basse, clicca sul link!

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché si abbassano le piastrine, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Perché si abbassano le piastrine

Ti è piaciuto l'articolo?

Perché si abbassano le piastrine
Perché si abbassano le piastrine

Torna su