Condividi

Come capire se il pollo è andato a male

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 27 ottobre 2017
Come capire se il pollo è andato a male

Prima di cucinare un qualsiasi alimento, è fondamentale garantire che sia in buono stato, idoneo al consumo umano, senza alcun rischio per la nostra salute. Quindi, è importante sapere quali sono i segnali che mostrano chiaramente che un prodotto non è buono e va evitato mangiarlo, soprattutto quando si tratta di alimenti deperibili. Per cui, su unCome vogliamo spiegarti in dettaglio come capire se il pollo è andato a male.

Passi da seguire:
1

In primo luogo, è importante conservare il pollo adeguatamente per garantire che si mantenga in ottime condizioni. Per cui, prima di acquistarlo, se è confezionato- dovrai controllare la data di scadenza e prepararlo prima della scadenza. Se hai acquistato questa carne in una polleria, macelleria, mercato, ecc. sarà importante cucinare il pollo prima di due giorni, perché non si raccomanda di far passare più giorni nel frigorifero domestico. Se non lo preparerai, dovrai congelarlo affinché non si deteriori.

2

Il colore della carne di pollo sarà uno dei fattori che può evidenziare che la carne è avariata; per cui, dovrai assicurarti che il pollo abbia un colore biancastro o, nel caso di pollame da cortile alimentati a base di granturco, completamente giallo. Il petto specificamente è normale che abbia un colore più rosato. Le variazioni di colore come può essere l'oscuramento della carne, saranno una prova che quel pollo non è troppo fresco.

Come capire se il pollo è andato a male - Passo 2
3

Senza dubbio, l'odore è un altro aspetto da valutare per sapere se il pollo è avariato. Quindi, la carne deteriorata acquista un caratteristico odore di rancido che denoterà la non idoneità al consumo.

4

Inoltre, la consistenza e l'aspetto del pollo in cattivo stato varieranno pure, e per questo, una carni viscosa o "viscida" probabilmente sarà già avariata. La carne di pollo in perfette condizioni deve essere soda e non risultare appiccicosa o sgradevole al tatto.

Come capire se il pollo è andato a male - Passo 4
5

In alcuni casi, l'unico segno del fatto che il pollo è andato a male è il sapore, quindi se assaggiandolo noti che ha un gusto strano o peculiare, non dovrai mangiarlo. Anche se l'aspetto fosse quello di una carne sana, le variazioni di sapore nella carne saranno senz'altro motivo per determinare che non è in buono stato.

6

Va sottolineato che l'abitudine, molto diffusa in alcune case, di lavare il pollo non fa bene, al contrario può far aumentare la proliferazione di batteri. Inoltre, sarà essenziale cucinare bene il pollo e non lasciarlo crudo, in modo da eliminare eventuali germi.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come capire se il pollo è andato a male, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cibo e bevande.

Scrivi un commento su Come capire se il pollo è andato a male

Ti è piaciuto l'articolo?

Come capire se il pollo è andato a male
1 di 3
Come capire se il pollo è andato a male

Torna su