Condividi

Come capire se gli champignon sono andati a male

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 26 ottobre 2017
Come capire se gli champignon sono andati a male

Gli champignon sono deliziosi come contorno, per preparare delle salse o in uno squisito risotto; tuttavia, se li acquisti freschi possono andare a male dopo soli pochi giorni. Mangiare champignon in cattive condizioni può causare dolori gastrointestinali e, nei casi più gravi, intossicazione, pertanto è fondamentale imparare a capire se gli champignon sono andati a male.

In questo articolo di unCome ti suggeriamo una serie di trucchi per capire se gli champignon sono andati a male e accertarti quindi che le tue pietanze siamo buone e soprattutto sane.

Potrebbe interessarti anche: Come capire se il pollo è andato a male
Passi da seguire:
1

Per capire se gli champignon sono andati a male, per prima cosa osservali bene cercando eventuali macchie: se noti che presentano alcune zone di tonalità più scure, vuol dire che non possono essere consumati, perché non sono più in buono stato.

Come capire se gli champignon sono andati a male - Passo 1
2

Un altro modo di sapere se gli champignon sono andati a male è annusarli: se percepisci un odore più aspro del normale, che ricorda quello dell'ammoniaca, significa che sono marciti. I funghi emanano l'odore di terreno, un odore naturale e fresco; in caso contrario, evita di mangiarli.

Come capire se gli champignon sono andati a male - Passo 2
3

Se gli champignon sono in cattive condizioni, probabilmente si presentano asciutti o raggrinziti. Se non ricordi che aspetto avevano quando li hai comprati e non riesci a capire se sono più secchi o meno, guarda il corpo del fungo in cerca di eventuali pieghe: se sono presenti delle rughe o grinze, vuol dire che stanno andando a male.

4

Puoi capire se gli champignon sono da buttare via anche osservando la parte inferiore del cappello, ossia le lamelle del fungo. Se hanno una tonalità scura, significa che è iniziato il processo di putrefazione, quindi buttali nel bidone!

5

Un altro dei segni che svelano se gli champignon sono andati a male è la presenza sulla parte superiore del fungo, ossia il cappello, di uno strato morbido e di consistenza viscosa. Quando i funghi marciscono, infatti, la zona superiore si ricopre di questo strato viscoso.

6

Come mantenere gli champignon? Possibilmente evitando di metterli nei cassetti del frigorifero normalmente dedicati alle verdure. Perché? Perché sono progettati per conservare l'umidità naturale delle verdure; gli champignon, tuttavia, hanno esigenze diverse. Rimuovi qualsiasi involucro di plastica - che tende a farli marcire prima del tempo - e conservali in frigo senza lavarli se non li consumi il giorno stesso in cui li hai comprati, meglio se avvolti in un po' di carta e con un rametto di prezzemolo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come capire se gli champignon sono andati a male, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cibo e bevande.

Scrivi un commento su Come capire se gli champignon sono andati a male

Ti è piaciuto l'articolo?

Come capire se gli champignon sono andati a male
1 di 3
Come capire se gli champignon sono andati a male

Torna su