Condividi

Prurito anale notturno: perché succede?

Prurito anale notturno: perché succede?

Molte persone soffrono di prurito anale serale o notturno, un fastidio che, chiaramente, non le fa dormire serenamente e può portare alla comparsa di ferite, infiammazioni, perdite di sangue, ecc. È importante sapere perché l'ano prude di notte e come porre rimedio alla situazione perché in questo modo la situazione potrà tornare alla normalità al più presto.

Se soffri di prurito anale notturno e vuoi sapere perché succede ti anticipiamo che le cause più comuni sono emorroidi, vermi intestinali, non seguire una corretta igiene o dieta scorretta. In questo articolo di unCOME ti spiegheremo tutte le cause del problema nel dettaglio e ti suggeriremo alcuni rimedi per questa fastidiosa situazione.

Potrebbe interessarti anche: Cosa succede se ingoio un nocciolo d'oliva

Umidità eccessiva dell'ano

La prima delle cause del prurito anale notturno è un eccesso di umidità nella zona. I motivi possono essere diversi: dalla sudorazione eccessiva al non asciugarsi bene dopo la doccia o dopo essersi fatti il bidè. Un altro motivo può essere non essersi puliti correttamente dopo aver defecato, per cui restano delle zone umide e sporche di materia fecale.

In questi casi l'umidità è la responsabile della sensazione di prurito che porta a grattarsi insistentemente fino a provocarsi ferite e irritare la zona, una delle più sensibili del nostro corpo. In questo articolo spieghiamo più in generale perché fa male l'ano.

Prurito anale notturno e problemi alla pelle

Un altro dei motivi per i quali si soffre di prurito anale di notte sono i problemi alla pelle. Alcune patologie della pelle, infatti, possono essere causa di questo fastidio. Le più comuni sono:

Tutte le condizioni elencate possono causare irritazione e arrossamento nella zona dell'ano, ed è per questo che si sente un grande fastidio che porta a grattarsi in maniera insistente. Tuttavia, quando ci si gratta in questa zona, bisogna fare molta attenzione perché è facile ferirsi e sanguinare o causare un gonfiore nella zona.

Prurito anale notturno: perché succede? - Prurito anale notturno e problemi alla pelle

Vermi intestinali e prurito anale

Una delle cause più frequenti del prurito anale sono i vermi intestinali conosciuti anche come ossiuri o vermi dei bambini. L'Enterobius vermicularis è un tipo di parassita, lungo circa 1 cm, che vive nel nostro corpo. Vive nella zona rettale, proprio alla fine dell'intestino crasso e passano gran parte della loro vita arrotolati su se stessi.

Perché abbiamo questi vermi nel corpo? La risposta sta nel fatto che ne ingeriamo le uova con alimenti o bevande contaminate oppure mettendo in bocca le mani sporche.

La vita di questi parassiti all'interno del nostro corpo va dai 15 ai 45 giorni e si tratta di un'infezione particolarmente comune nei bambini dai 5 ai 10 anni perché giocano per strada, si mettono cose in bocca, ecc. Ecco perché vengono chiamati vermi dei bambini. Anche gli adulti possono avere questo tipo di infestazione che si manifesta provocando un forte prurito anale interno, soprattutto di sera e di notte.

In questo articolo ti spieghiamo come curare i vermi intestinali per aiutarti a sapere come eliminarli e ricominciare a dormire senza soffrire di questo problema.

Alimentazione e prurito anale notturno

Il prurito anale notturno può essere causato da alcuni alimenti o bevande. Infatti, ci sono prodotti che possono risultare irritanti e, di conseguenza, riempire l'intestino di tossine o alterarne lo stato normale. Un effetto collaterale di questo problema è il prurito anale.

Quali alimenti possono causare prurito anale notturno? Di seguito ti mostriamo i più comuni:

  • Bevande alcoliche: soprattutto vino e birra.
  • Bevande che contengono caffeina: caffè, bibite, tè, ecc.
  • Latticini
  • Dolci e prodotti che contengono molti zuccheri, in particolar modo il cioccolato
  • Salse e cibi grassi

Ciò non significa che questi cibi e bevande siano causa di prurito anale, ma se esageri con il consumo di tali prodotti è possibile sentire fastidio in questa zona poiché l'apparato digerente è alterato.

Prurito anale notturno: perché succede? - Alimentazione e prurito anale notturno

Prurito anale notturno ed emorroidi

Un'altra delle risposte al "perché mi prude l'ano di notte" risulta piuttosto ovvia e sono le emorroidi, u problema comune che si manifesta con diversi sintomi, tra cui un prurito molto fastidioso. Le emorroidi sono un'infiammazione delle vene che abbiamo nell'ano che causa i seguenti sintomi:

  • Prurito e bruciore nella zona anale
  • Sanguinamento lieve quando si defeca
  • Gonfiore del retto e fastidio quando ci si siede
  • Mucosità nell'ano
  • Dolore nella zona che può aggravarsi quando si svolgono attività normali quotidiane (camminare, sedersi, piegarsi, ecc.)

Devi sapere che esistono diversi tipi di emorroidi e, in base a ciò, i sintomi possono cambiare leggermente.

Prurito anale notturno rimedi casalinghi

Ora che conosci le cause del prurito anale notturno ti spieghiamo come alleviare il problema per ricominciare a dormire e smettere di soffrire di questo problema per ricominciare a dormire serenamente. la terapia specifica dipende dalla causa del problema, ma in generale i rimedi da applicare sono i seguenti:

  • Applicare gel all'aloe vera: questa pianta ha proprietà antinfiammatorie e sedanti che ti aiuteranno a rilassare la zona e a ridurre il prurito, per cui ti sentirai molto meglio. L'aloe vera ha anche proprietà ricostituenti per cui rinnova le cellule interessate. Se il prurito dipende da problemi alla pelle, questo rimedio sarà di grande utilità.
  • Talco: se il prurito anale notturno è causato da un eccesso di umidità nella zona, il modo migliore per rimuoverla è applicare del talco e lasciarcelo per tutta la notte. La mattina dopo potrai toglierlo però fai attenzione ad asciugarti bene in modo che non ricompaia.
  • Lavati con sapone antibatterico: un altro modo per alleviare il prurito notturno nell'ano è lavarsi bene la zona con sapone antibatterico e rimuovere eventuale sporcizia accumulata.

Se hai altri problemi come emorroidi, funghi, psoriasi, ecc., da unCOME ti consiglio di rivolgerti al medico per sapere come curare il problema alla base. In questi casi, il prurito anale è solo un sintomo del vero problema, per cui è importante risolvere prima quello affinché l cura sia efficace.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Prurito anale notturno: perché succede?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Prurito anale notturno: perché succede?

Ti è piaciuto l'articolo?

Prurito anale notturno: perché succede?
1 di 3
Prurito anale notturno: perché succede?

Torna su