Condividi

Perché mi fa male l'ano

 
Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Perché mi fa male l'ano

Senti dolore nell'area dell'ano? Le cause di questi fastidi possono essere molte e molto varie perché possiamo parlare di strappi o ragadi anali con la comparsa di emorroidi. In questo articolo di unCome rispondiamo alla domanda "perché mi fa male l'ano" per poter determinare quale può essere l'origine del dolore. A ogni modo, ti raccomandiamo di andare da un medico per farti esaminare, determinare esattamente cosa è accaduto e il modo migliore per alleviare i tuoi fastidi.

Potrebbe interessarti anche: Perché mi fa male la bocca dello stomaco

Ragade anale

La ragade anale è anche conosciuta con il nome di ragade ano-rettale e succede quando compare un'ulcerazione o lacerazione sulla pelle dell'ano. Ciò tende a succede quando, al momento di defecare, facciamo feci dure e grandi che rompono la pelle tanto delicata di questa zona producendo, così, il dolore caratteristico di questa patologia. Si può produrre anche perché si soffre di diarrea in maniera prolungata o per aver allungato troppo i muscoli dello sfintere.

In linea generale, una ragade di questo tipo tende a essere superficiale e poco profonda ma ce ne sono alcune che possono essere più complicate perché possono divenire croniche ed estendersi verso strati più profondi della pelle arrivando, anche, a toccare il muscolo. Queste sono le più dolorose e difficili da trattare e, in molte occasioni, si richiede un intervento chirurgico per alleviare il dolore.

In questo articolo di unCome ti mostriamo come trattare la ragade anale per capire meglio questa patologia.

Emorroidi

Un'altra causa del dolore dell'ano è la comparsa di emorroidi nella zona del retto. Ciò si verifica quando si realizza un'eccessiva pressione per defecare e si inducono le vene e i tessuti dell'ano a infiammarsi. Esistono due tipologie di emorroidi (interne ed esterne) e dipendono dalla zona in cui si trovano.

Le cause della comparsa delle emorroidi è, innanzitutto, la stitichezza che provoca uno sforzo eccessivo per eliminare le feci. Ma non è l'unico motivo poiché anche le donne incinte tendono a subirle a causa della pressione che esercita il feto sull'area dell'ano, nonché per la forza al momento del parto. Inoltre, c'è spesso anche una componente ereditaria nella comparsa delle emorroidi perché sono ereditarie.

Se questa è la tua situazione per cui ti fa male l'ano, ti invitiamo a leggere il nostro articolo su come curare le emorroidi in cui ti diamo diversi trattamenti che ti aiuteranno a diminuire il dolore.

Perché mi fa male l'ano - Emorroidi

Ascesso anale

Può anche darsi che senta dolore all'ano perché ti è comparsa una borsa di pus in una zona vicina all'ano; ciò si conosce con il nome di "ascesso anale". La causa della comparsa di questa infezione è spesso spontanea e appare quando i batteri dei propri bisogni hanno contaminato la zona rettale e provocato una zona di infezione sotto la superficie della pelle.

Queste infezioni compaiono maggiormente vicino all'apertura dell'ano ma ci sono anche casi in cui si trovano in una parte più profonda del condotto anale, nelle zone più vicine al colon.

Fistola anale

Le fistole collegano i resti degli ascessi anali con la superficie della pelle creando una connessione simile a un tunnel sottocutaneo. A causa dell'infezione e del pus che ci sono nei resti degli accessi, anche i tunnel finiscono per riempirsi di pus e liquido che ha un odore molto forte e sgradevole, oltre a produrre fastidi e dolori all'ano.

Le cause della loro comparsa, oltre a quanto già affermato sull'ascesso, si può trovare anche nella presenza di una ferita nella zona, un'infiammazione, un'infezione o disturbi intestinali come la colite ulcerosa. In questo articolo di unCome ti mostriamo in modo dettagliato come trattare la fistola anale.

Perché mi fa male l'ano - Fistola anale

Ristrettezza anale

È probabile che la zona dell'apertura anale si sia ristretta a causa di trattamenti con radioterapia (soprattutto per trattare un cancro), malattie sessualmente trasmissibili, ferite all'ano, eccetera. Questa patologia rende fastidioso e doloroso l'atto di evacuare le feci perché il canale dell'ano si è ristretto.

Se soffri questo tipo di disturbo, è essenziale andare da un medico per vedere quali trattamenti esistono per aiutarti ad allargare il condotto e poter tornare a defecare senza alcun tipo di dolore.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché mi fa male l'ano, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Perché mi fa male l'ano

Ti è piaciuto l'articolo?

Perché mi fa male l'ano
1 di 3
Perché mi fa male l'ano

Torna su