menu
Condividi

Come curare la fistola anale

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come curare la fistola anale

Prima di illustrare la malattia denominata fistola anale, facciamo un piccolo ripasso di anatomia per capire la sua ubicazione. La fistola completa o comunicante va dal retto fino al margine dell'ano, mentre quella cieca esterna parte dal margine dell'ano e sale fino in prossimità del retto senza arrivare a comunicare con quest'ultimo.La presenza di una fistola anale può essere dovuta a diversi motivi, come per esempio: la presenza di corpi estranei, calcoli, un'infiammazione del retto o emorroidi interne infiammate.Il sintomo legato alla fistola anale è rappresentato dal fatto che l'orifizio rimane generalmente nascosto da una piccola fungosità che sanguina. Da questa fungosità, passando il dito all'interno dell'ano o esercitando pressione sul tragitto fistoloso, escono gas o materie fecali e mucosità con presenza di pus.Continua a leggere quest'articolo di uncome.it dove ti suggeriamo come curare la fistola anale.

Avrai bisogno di:
Potrebbe interessarti anche: Quali sono i sintomi di una fistola perianale
Passi da seguire:
1

Bisogna farsi due volte al giorno un bagno rivitalizzante di 5 minuti o due bagni di vapore di 15 minuti, seguiti da altri bagni con acqua tiepida. Tu sai quanto tempo hai a disposizione, quindi decidi tu quale bagno fare. Ricorda solo che è per migliorare il tuo stato di salute.

2

Bisogna applicare una garza isolante nella zona interessata, inoltre si può anche effettuare una cura solare intensa in questa regione.

3

Per quanto riguarda l'alimentazione, bisogna seguire una dieta a base di alimenti crudi o latto-ovo-vegetariana in cui predominano la frutta fresca e le verdure.

4

Oltre a seguire un'alimentazione corretta, devi bere ogni mattina, a digiuno, un bicchiere di brodo di cipolla mischiato con succo di limone.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare la fistola anale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?
2 commenti
roberto
il latte mi fa male e lo stesso vale per la frutta secca che voi consigliate e che io devo invece evitare come la peste
Michele Bonalumi
Ciao Roberto, se leggi bene abbiamo consigliato la frutta fresca, non quella secca! Prova a consumare più frutta. Un saluto e buona giornata da unCome!
giuseppina
sto seguendo una terapia omeopatica e la dieta dei gruppi sanguigni da alcuni mesi . la fistola ,come canale , si è ridotta , i dolori decisamente attenuati e ogni tanto fuoriesce qualche goccia di pus . ormai è quasi scomparsa . penso che l'origine sia dovuta ad infiammazione dell'intestino forse per accumuli di tossine .perchè non si cercano le cause piuttosto che esercitare interventi invasivi ?
Come curare la fistola anale
Come curare la fistola anale

Torna su