Condividi

Riconoscere la dislalia

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 27 novembre 2017
Riconoscere la dislalia

La dislalia è uno dei disturbi più frequenti nei bambini. Si tratta di un disturbo a livello di articolazione dei fonemi, che fa in modo che i bambini pronuncino scorrettamente i fonemi o alcuni gruppi di fonemi. Quando i bambini cominciano a parlare, è normale che non lo facciano correttamente, tuttavia, raggiunta una certa età, il linguaggio dovrebbe perfezionarsi e il bambino dovrebbe migliorare la pronuncia. Ma ciò non accade sempre e sono fondamentalmente gli istituti scolastici che rilevano questo disturbo. Con un adeguato trattamento, la dislalia tende a migliorare e le previsioni sono molto positive. Di seguito, ti presenteremo come riconoscere la dislalia.

Potrebbe interessarti anche: Come affrontare la dislalia
Passi da seguire:
1

Età di rilevamento. Se a 6 anni il bambino non pronuncia adeguatamente, almeno fino a tre suoni della lingua, ci troviamo di fronte a una dislalia. Per esempio, se tuo figlio dice "cale" anziché "cane". Generalmente, questo disturbo viene scoperto nella struttura educativa frequentata dal bambino. Sia la cura che la diagnosi sono effettuate da logopedisti.

Riconoscere la dislalia - Passo 1
2

Linguaggio. È importante chiarire che la dislalia è considerata un semplice disturbo del linguaggio, dal momento che il bambino sente e capisce cosa gli si dice; la sua difficoltà sta nell'esprimere correttamente quello che vuole dire. Si può dire allora, che la comprensione del linguaggio non è alterata, ciò che è disturbato è la produzione del linguaggio. Il bambino non trasferisce questo disordine a livello scritto, vale a dire che quando scrive, lo fa in maniera corretta.

3

Possibili cause. La dislalia può essere la conseguenza di un'immaturità o malformazione dell'apparato fonetico, vale a dire, che gli organi che intervengono nel parlato e nella pronuncia sono in qualche modo alterati. Può anche essere dovuto a un'alterazione nella distinzione uditiva, vale a dire, che può accadere che tuo figlio non distingua adeguatamente un suono da un altro. Anche gli aspetti affettivi possono essere determinanti nello sviluppo di questo disordine.

Riconoscere la dislalia - Passo 3
4

Suoni interessati. La dislalia compare in quei suoni che sono più difficili da pronunciare, che troppo spesso sono gli ultimi suoni che il bambino acquisisce. È così che gli errori più frequenti compaiono nella pronuncia della erre e della esse, cosiddetti rotacismo e sigmatismo, rispettivamente. Per esempio, il bambino dice "caggo" anziché "carro" o dice "caccia" anziché "casa".

5

Tipi di dislalie. Le dislessie possono essere semplici o multiple. Le dislalie semplici hanno a che fare con un tentativo del bambino di semplificare la pronuncia della parola. Per esempio, il bambino invece di dire, "albero" dice "albeo". Nel caso delle dislalie multiple, sono presenti in più di due fonemi e il loro trattamento è più complicato che nelle dislessie semplici.

6

Se sei interessato a saperne di più di questo argomento, ti invitiamo a leggere altri articoli di UnCome:

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Riconoscere la dislalia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Salute mentale.

Consigli
  • Ti raccomandiamo di rivolgerti ad un medico specialista per poter escludere altri disturbi.

Scrivi un commento su Riconoscere la dislalia

Ti è piaciuto l'articolo?
3 commenti
Admin
Detto così non saprei. Dovreste consultare un logopedista.
blasi o.
Mio nipotino 3 anni e mezzo nn pronuncia la lettera C che sostituisce con la T.Cosa fare? É grave? Grazie
Admin
Si, ha ragione, grazie per la correzione. era un refuso.

Riconoscere la dislalia
1 di 3
Riconoscere la dislalia

Torna su