Condividi

Come superare la chemioterapia

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come superare la chemioterapia
Immagine: www.revistaperfil.com

Per molti malati di cancro è molto più difficile pensare alla chemioterapia che al cancro. Tuttavia, gli effetti collaterali che essa comporta e che possono essere anche gravi, dipenderanno dal tipo e dalla dose di chemioterapia che riceverai e da come reagisce il tuo corpo. Ma una cosa non devi dimenticare, ovvero che la chemioterapia è tua alleata, è la tua amica e può salvare la tua vita. A breve ti daremo alcuni suggerimenti su come superare la chemioterapia e i suoi effetti collaterali.

Potrebbe interessarti anche: Tipi di chemioterapia
Passi da seguire:
1

Oltre alle cure mediche, esistono nuove terapie complementari che possono contribuire a far star meglio il paziente. Anche se si stanno ricercando ancora nuovi e migliori metodi, per il momento si conoscono gli antagonisti della serotonina, i corticosteroidi e gli inibitori del recettore NK-1.

Esistono anche altre terapie complementari che possono aiutare il paziente ma NON SOSTITUISCONO gli altri trattamenti medici. La loro efficacia clinica non è del tutto dimostrata, sebbene possono contribuire ad alleviare i sintomi che ne derivano: l'agopuntura, agopressione (simile alla precedente ma con la pressione delle mani o gomiti), tecniche di rilassamento, musicoterapia o l'uso terapeutico della cannabis (approvato in alcuni Paesi o regioni).

2

Per quanto riguarda l'alimentazione durante la chemioterapia e il cancro , è consigliabile l'elenco degli alimenti che ti abbiamo fornito, ma sempre dietro la supervisione del medico o nutrizionista. Per migliorare la sensazione di nausea, ti consigliamo bevande fredde e gassate, poiché provocano un leggero miglioramento, in particolare se prese in piccole quantità ma frequentemente. Idratarsi adeguatamente contribuisce a ridurre questa sensazione sgradevole, anche se un eccesso tende a provocare l'effetto opposto.

3

La chemioterapia può predisporti maggiormente alle infezioni. Questo avviene perché la maggior parte dei medicinali contro il cancro colpiscono il midollo osseo, rendendo difficoltosa la produzione di globuli bianchi (WBC per il loro acronimo in inglese) che sono coloro che combattono molti tipi di infezioni. Il tuo dottore riesaminerà il tuo numero dei globuli con una certa frequenza mentre affronti i cicli di chemioterapia. Esistono medicine che contribuiscono ad accelerare il recupero dei globuli rossi, riducendo il tempo quando il numero dei globuli bianchi è molto basso. Questi medicinali si chiamano fattori stimolanti la formazione di colonie (CFS, per i loro acronimo in inglese). Aumentare la quantità dei globuli bianchi diminuisce in misura notevole il rischio di un'infezione grave.

4

Per quanto riguarda lo stato emotivo, anche se è vero quanto detto relativamente ad altre persone, è importante sapere che si tratta di un duello in cui sei coinvolto, probabilmente ti trovi in una fase di rancore o odio, in cui semplicemente non hai voglia di fare le cose. Tuttavia, devi considerare il fatto di essere insieme alla tua famiglia: lasciati aiutare da loro e da coloro che ti faranno sentire bene. Chi si trova a contatto con i malati di cancro deve far in modo di sollevargli il morale.

5

La stanchezza - senso di stanchezza e mancanza di energia - è il sintomo più comune per i pazienti con il cancro. La causa precisa non è sempre nota. Essa può essere dovuta alla loro malattia, alla chemioterapia, alle radiazioni, alla chirurgia, alla bassa conta sanguigna, alla mancanza di sonno, al dolore, allo stress e mancanza di fame, insieme a molti altri fattori.

La stanchezza derivante dalla chemioterapia è diversa dalla stanchezza di tutti i giorni. La stanchezza causata dalla chemioterapia può apparire all'improvviso. I pazienti con il cancro l'hanno descritta come una mancanza totale di energia e hanno usato termini come esaurito e annientato per descrivere la fatica. Il riposo non sempre dà loro sollievo. Non tutti provano lo stesso tipo di fatica. Tu puoi non essere stanco mentre qualcun altro sì o la tua fatica può non durare tanto quanto quella di qualcun altro. Essa può durare giorni, settimane o mesi. Ma la stanchezza grave scompare gradualmente man mano che il cancro reagisce al trattamento.

6

L'esercizio fisico dipenderà dalla situazione di ogni paziente. Un fisioterapista qualificato può aiutarti a determinare l'attività idonea a seconda della tua situazione. È utile riposare per alleviare i sintomi di stanchezza, nausea e vomito, ma se ti senti bene, potrebbe essere vantaggiosa l'attività fisica, dalle semplici passeggiate al nuoto o alla ginnastica acquatica, senza dubbio altamente consigliabile.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come superare la chemioterapia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Consigli
  • Altre terapie alternative, senza sperimentazione scientifica, sono l'ipnosi, l'aromaterapia, lo zenzero (pianta dall'alta tradizione medicinale) e l'attività fisica. Il semplice fatto che alcune di queste terapie contribuiscano a ad aiutare l'organismo a rilassarsi dopo la chemioterapia, è di per sé altamente positivo.

Scrivi un commento su Come superare la chemioterapia

Ti è piaciuto l'articolo?

Come superare la chemioterapia
Immagine: www.revistaperfil.com
Come superare la chemioterapia

Torna su