Condividi

Cos'è la chemioterapia adiuvante

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Cos'è la chemioterapia adiuvante

La chemioterapia è un trattamento riservato ai malati di cancro. Esistono diversi tipi di chemioterapia. Una delle più comuni è la chemioterapia adiuvante. Si tratta di una terapia somministrata generalmente dopo un trattamento principale - ad esempio un intervento chirurgico - per ridurre il rischio di disseminazione a distanza del cancro.

A cosa serve la chemioterapia adiuvante

La terapia neoadiuvante viene impiegata nel trattamento che precede la terapia principale. Successivamente, si ricorre all'intervento chirurgico per asportare la massa tumorale visibile; la terapia adiuvante invece è utilizzata per distruggere le cellule tumorali che non è stato possibile rimuovere con l'operazione. La terapia adiuvante riduce il rischio di recidiva del cancro e può iniziare dopo un intervento chirurgico mirato alla conservazione del seno o in seguito a una mastectomia.

Quando si applica la chemioterapia adiuvante

I pazienti più soggetti al rischio di recidiva del tumore avranno bisogno con maggiore probabilità di una terapia adiuvante. In casi simili, i medici esaminano i fattori di predizione e prognosi per determinare se il paziente può trarre beneficio da un trattamento adiuvante. Questa terapia viene anche utilizzata per ridurre le possibilità di recidiva o alleviare i sintomi nel caso in cui il cancro sia andato in metastasi. Inoltre, contribuisce a migliorare e ad allungare la vita del paziente.

Effetti collaterali della chemio adiuvante

Le terapie adiuvanti e neoadiuvanti hanno effetti collaterali; tuttavia studi accurati hanno rivelato che i benefici di tali trattamenti sono maggiori dei rischi: in altre parole, queste terapie aumentano le possibilità di sopravvivenza a lungo termine. Ecco alcuni degli effetti collaterali:

  • Caduta dei capelli;
  • Ulcere alla bocca;
  • Perdita o aumento di appetito;
  • Nausea e vomito;
  • Valori del sangue bassi;
  • La chemioterapia può influenzare le cellule del midollo osseo che producono il sangue;
  • Aumento della probabilità di infezioni (a causa dei bassi livelli di globuli bianchi);
  • Facile comparsa di lividi o sanguinamenti (a causa dei bassi livelli di piastrine);
  • Stanchezza (a causa dei bassi livelli di globuli rossi e altri fattori).

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos'è la chemioterapia adiuvante, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?

Cos'è la chemioterapia adiuvante
Cos'è la chemioterapia adiuvante

Torna su