Condividi

Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura

Quando si produce una ferita profonda sulla pelle e sulla carne, si richiede l'applicazione di punti di sutura da parte di un medico o un'infermiera. Mentre si hanno i punti di sutura, occorre prendersi cura della ferita affinché il processo di cicatrizzazione faccia il suo corso senza complicazioni. Con il trascorrere del tempo necessario e con le attente cure dei punti di sutura, si ottiene la completa cicatrizzazione della ferita. In questo articolo di imparaCOME, ti spieghiamo nel dettaglio come prenderti cura di una ferita con punti di sutura per far sì che non si infetti.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire una ferita
Passi da seguire:
1

I passi da seguire così semplici che tu stesso, giorno dopo giorno, potrai prenderti cura della ferita con punti di sutura. I seguenti passi ti aiuteranno a mantenere la ferita pulita e disinfettata fino alla completa cicatrizzazione.

2

Dopo il collocamento dei punti di sutura è possibile che l'infermiera cosparga sulla ferita un disinfettante e avvolga il tutto con una garza o con un cerotto. Durante il primo giorno è meglio non toccare nulla: lascia tutto com'è per almeno 24 ore dopo l'applicazione dei punti di sutura (a meno che non si sia accumulata sporcizia).

3

Passato un po' di tempo, si potrebbe rimuovere il bendaggio con attenzione perché l'area con i punti di sutura è particolarmente sensibile. È importante controllare la ferita e verificare che abbia un buon aspetto, infatti è possibile che la zona con i punti di sutura sia arrossata.

Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura - Passo 3
4

In secondo luogo, bisogna proseguire con il lavaggio della ferita. Alcuni pazienti fanno coincidere la doccia quotidiana con il lavaggio della ferita, conciliando la pulizia della ferita con i punti di sutura con l'igiene corporale. Nel caso in cui si faccia il lavaggio della ferita durante il bagno, è necessario lavare la ferita con particolare attenzione con acqua e sapone. Se non si lava la ferita durante la pulizia personale, si può usare una soluzione salina e applicare sapone liquido con l'aiuto di una garza sterile.

5

Dopo il lavaggio della ferita con i punti di sutura, è indispensabile asciugare completamente la zona, onde evitare che l'umidità ne ostacoli la cicatrizzazione. Puoi farlo con un asciugamano pulito da usare esclusivamente per asciugare la ferita con punti di sutura oppure con una garza sterile.

6

Per il passo successivo è necessario essere a conoscenza delle proprie allergie o di quelle del paziente, dato che alcune soluzioni possono scatenare reazioni allergiche. Attualmente, viene impiegata la Cristalmina (clorexidina diluita) allo scopo di curare e asciugare la ferita, favorendone così la completa cicatrizzazione; la sua applicazione è semplice, dato che è disponibile anche in formato spray.

La soluzione iodata o Betadine può altresì essere utilizzata anche si consiglia la Cristalmina, giacché questa non macchia la ferita e si possono controllare meglio i cambiamenti dei punti di sutura. Nel caso si utilizzasse la Betadine, sono sufficienti poche applicazioni effettuate con una garza sterile ben impregnata di soluzione.

7

La tecnica per applicare lo iodio o la clorexidina con una garza è sempre in modo circolare. Bisogna iniziare dalla zona dove si trovano i punti di sutura e proseguire in maniera centrifuga. Così facendo, si mantiene la sterilità della ferita, poiché se si facesse al contrario (da fuori verso dentro), si trasporterebbero tutti i batteri all'interno della ferita.

8

Nei primi giorni è importante coprire la ferita; poiché, essendo la ferita aperta, c'è maggiore rischio di infezione. A tal fine, si ricorre a una garza sterile che si deve ritagliare con la minore manipolazione possibile e ad un cerotto. È importante che la garza copra bene la zona con i punti di sutura e che il cerotto circondi la zona sana.

9

Negli ultimi giorni, quando la ferita inizierà a chiudersi e la pelle si starà cicatrizzando, si consiglia di non coprire la ferita. Va fatta eccezione nei casi in cui vi è rischio di strofinamento con i vestiti, esposizione a sporcizia o cattiva evoluzione dei punti di sutura; in questi ultimi invece si raccomanda di continuare a coprire la ferita.

10

Una volta che il medico o l'infermiera hanno rimosso i punti, puoi proseguire la cura della cicatrice idratando la zona dove c'erano i punti di sutura. A tal fine, si è soliti usare una crema idratante o oli cicatrizzanti.

Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura - Passo 10
11

Durante l'intero processo di cicatrizzazione, è essenziale esaminare la ferita ogni volta che si scopre, controllandone il colore, l'aspetto, la temperatura e la possibile comparsa di secrezioni. Se sospetti che qualcosa non vada come dovrebbe, chiedi il parere di uno specialista.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria La salute della famiglia.

Scrivi un commento su Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura

Ti è piaciuto l'articolo?

Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura
1 di 3
Come prenderti cura di una ferita con punti di sutura

Torna su