Condividi

Come curare l'epatite

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come curare l'epatite

L'epatite è l'infiammazione del fegato a causa di lievi traumi, emorroidi, stitichezza, commozioni o altre cause. Si tratta di una malattia che può provocare aderenze del fegato con gli organi contigui.Nel caso che l'epatite diventi cronica, può provocare l'indurimento dell'involucro del fegato.La persona che soffre di epatite può presentare uno o più dei seguenti sintomi. Ci possono essere: aumento del volume del fegato, vomito, brividi, dolore all'ipocondrio destro, che può irradiarsi nell'omoplata destra, o ostruzione dei condotti biliari accompagnata da itterizia.Quando l'epatite acuta occupa la parte convessa del fegato la persona manifesta dolore al costato e sintomi di pleurite. Invece, quando l'epatite riguarda la parte concava i sintomi variano. In questo caso predominano i dolori gastrici e i sintomi dell'itterizia. Che portano spesso alla congestione.È una malattia più frequente nei paesi caldi.

Avrai bisogno di:
Potrebbe interessarti anche: Come curare l'epatite con rimedi naturali
Passi da seguire:
1

Il paziente deve seguire una dieta che si basi su alimenti crudi purificanti come la verdura e la frutta fresca. Oltre a prendere, durante i primi giorni, un brodo depurativo.

2

A seconda del grado di acutizzazione, bisogna stare a digiuno per 48 ore o nutrirsi con una dieta vegetariana molto leggera. Durante questo lasso di tempo, non si deve bere molto. Se si ha sete è meglio bere acqua o limonate a temperatura ambiente e succhi di frutta.

3

Negli stati di epatite acuta occorre applicare involucri sedativi, invece sull'epatite cronica gli involucri devono essere stimolanti. In entrambi i casi gli involucri vanno applicati in tutto il corpo.

4

Invece di applicare involucri, un'altra scelta efficace è fare un bagno di vapore con impacchi preservanti che coprano tutta la regione del fegato e successivamente fare un bagno temperato con getti localizzati freschi.

5

Quando la persona con l'epatite accusa dolori, devono applicarsi impacchi sedativi temperati e frizioni nella regione epatica.Di sera è molto consigliato utilizzare una fascia idroterapica e applicarsi involucri derivativi sulle gambe.

6

Altro rimedio interessante consiste nell'applicare prima degli impacchi e poi dei cataplasmi fini entrambi di argilla per una durata tra 1 e 2 ore. Poco a poco, quando gli attacchi smetteranno un po', si devono utilizzare cataplasmi più grandi non più di 2 cm. I quali si dovranno applicare a freddo.

7

Anche per questa malattia sono utili gli infusi, i quali vanno preparati mescolando agrimonia con acqua bollente e lasciarli a riposo per 15 minuti. Un'altra infusione consiste nell'usare una manciata di rizoma e versarla in acqua fredda per poi portarla a bollire per 1 minuto. Passato questo tempo, deve riposare per 15 minuti e dopo la potrai già bere. Indipendentemente dalla modalità di preparazione, in entrambi i casi bisogna bere 3 bicchieri al giorno.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare l'epatite, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come curare l'epatite

Ti è piaciuto l'articolo?

Come curare l'epatite
Come curare l'epatite

Torna su