Condividi

Come curare l'ernia inguinale

Di Giorgio Gattoni. Aggiornato: 24 gennaio 2017
Come curare l'ernia inguinale

Per ernia in medicina si intende la fuoriuscita di qualcosa dalla sua sede interna. Per questo si parla di ernia al disco, quando fuoriesce parte del midollo osseo, mentre nel caso dell'ernia inguinale la fuoriuscita dalla sua sede è quella delle viscere, normalmente un piccolo tratto di intestino. L'ernia inguinale è la più diffusa di tutte e colpisce solitamente molto più gli uomini che le donne. Se volete conoscere nel dettaglio come curare un'ernia inguinale continuate a leggere il nostro articolo di uncome.it.

Potrebbe interessarti anche: Come prevenire l'ernia inguinale
Passi da seguire:
1

Gli organi interni dell'addome sono protetti e sorretti dalla una parete muscolare che li isola dal resto del corpo. In alcuni casi, a causa di sforzi o per problemi dovuti all'età, la parete muscolare dell'addome può assottigliarsi e subire una rottura, una 'falla'. Questa è la genesi dell'ernia inguinale, è come un piccolo strappo da cui a volte fuoriesce visibilmente una parte delle interiora. Di solito si produce nella parte destra del corpo, ma non è una regola fissa.

2

Questo tipo di patologia può non dare dolore ma in alcuni casi può essere molto dolorosa, a seconda dell'entità dell'ernia, dello strappo nella parete addominale da cui fuoriesce l'interiora.

Spesso se si sta distesi il dolore passa velocemente, ma torna non appena ci si mette in posizione eretta o si fanno movimenti di torsione.

3

Un'ernia inguinale, come si può intuire, non può riassorbirsi naturalmente con metodi farmacologici, al contrario con l'andare del tempo è probabile che si espanda e allarghi, come fosse uno strappo in un indumento che continuiamo ad usare.

In questi casi, in attesa di operazione si possono indossare degli slip contenitivi che aiutano a immobilizzare l'ernia e a dare sollievo alla persona.

4

L'operazione chirurgica risolve l'ernia inguinale. Si tratta di un intervento che ormai si svolge sempre in day hospital. Al paziente viene fatta anestesia locale e sulla sottocute viene applicato un tessuto come fosse una retina, di materiale biocompatibile, che con il tempo si andrà a saldare con la parete addominale. Si tratta di un intervento di routine, anzi pare che sia l'operazione chirurgica più eseguita al mondo. Dopo una decina di giorni di riposo il paziente potrà tornare ad effettuare una vita quotidiana normale e in pochi mesi potrà tornare fare sport come prima.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare l'ernia inguinale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come curare l'ernia inguinale

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
marinova goranka
Sono stada operata di una ernia a ligune quasi un anno e ancorata sto con dolori non poso che cosa devo fare sono stada molto malle
Michele Bonalumi
Ciao Marinova, è abbastanza comune che si provi dolore post-intervento per un periodo abbastanza lungo, però se dura già da un anno dovresti pensare a chiedere un consulto al tuo medico e fare delle analisi approfondite. In ogni caso prova a leggere alcuni piccoli consigli che trovi in questo articolo: http://www.inerboristeria.com/ernia-inguinale-consigli.html Un saluto da unCome

Come curare l'ernia inguinale
Come curare l'ernia inguinale

Torna su