menu
Condividi

Come scrivere a Matteo Renzi

Di Valentina. Aggiornato: 1 aprile 2020
Come scrivere a Matteo Renzi
Immagine: Tg24.sky.it

Renzi è stato sindaco di Firenze fino al giorno in cui è diventato Presidente del Consiglio, il 22 febbraio 2014. Da allora non è cambiata l’opportunità di comunicare con questo uomo politico giovane, pieno di passione e di tenacia, dedito alla trasparenza ed alla rapidità di azione prima che alla mera discussione politica fine a sé stessa; Renzi ha sempre cercato anzi di entrare in contatto, tramite le nuove forme di comunicazione elettronica esistenti, con tutti i cittadini. Su www.uncome.it vi forniamo alcuni suggerimenti su Come scrivere a Matteo Renzi per esprimere i vostri pensieri ed indirizzare le vostre richieste alla persona che attualmente più di ogni altra potrebbe risolvere le vostre difficoltà o anche semplicemente rendere pubbliche le esigenze di ciascuno di voi/noi.

Potrebbe interessarti anche: Come scrivere a Silvio Berlusconi
Passi da seguire:
1

Da diversi anni Renzi pubblica sul web una sorta di bollettino periodico, “Enews”, (www.matteorenzi.it/category/enews), con cui aggiorna sulle sue attività, sui progetti e sulle novità. Ora che riveste un incarico ufficiale ha deciso di creare delle caselle di posta apposite per “invitare tutti a segnalargli i problemi”: ne esiste una più “informale”, matteo@governo.it, ed una più “formale”, m.renzi@governo.it. E’ stato stimato, a febbraio 2014, che in un’ora arrivino circa 1500 email al primo indirizzo e 1200 al secondo, cui i collaboratori di Renzi cercano di rispondere secondo le sue indicazioni.

2

Esistono poi diversi account del premier sui principali social network:

  • su Google+ il suo profilo si trova come “Matteo Renzi”,
  • su Instagram http://instagram.com/matteorenzi/.
3

E per chi amasse ancora le antiche carta e penna, si può anche indirizzare una lettera a “Presidenza del Consiglio dei ministri – Palazzo Chigi, piazza Colonna 370, 00187 Roma”. Ma l’immediatezza e la tracciabilità dei messaggi sui social network, si sa, sono sempre garantite, così come, ipoteticamente, la risposta di chi di tali mezzi è un forte utilizzatore…

Se desideri leggere altri articoli simili a Come scrivere a Matteo Renzi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cultura e società.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?
18 commenti
Sua valutazione:
mario barile
Salve senatore renzi , lei ha aumentato quando era presidente del consiglio 80 euro ai pensionati e si e dimenticato delle pensione minime intendo sotto i 500 euro ho 69 anni e prendo adesso 500 euro al mese . saluti mario barile . p.s. farà un accordo di alleanza politica con berlusconi ?
Sua valutazione:
armando ortolani
vorrei ricordare a Renzi che prima della costruzione delle nuove strade esiste un cantiere aperto dal 2016 che si chiama Ricostruzione Sisma 2016 la prego lo aggiunga all'elenco dei sblocca cantieri che con tanto zelo sponsorizza la ringrazio
Gianni Marsilli
Ora che Matteo Renzi non è più Presidente del Consiglio l'account aggiornato per comunicare, lo si può sapere, ho devo andare per tentativi. Grazie Marsilli.
Mimma
977 euro al mese di mutuo, come posso fare? Non arrivo piu a fine mese sono disperata.
Ilaria Rinaldi
Ti prego è urgente ti prego matteo mi puoi contattare? Ilaria !
Federico
Ciao Matteo sono un cittadino italiano e abito a Milano in via Asturie 6 nella casa di aler e sono sposato e ciò una figlia di 10 anni e da un po di anni che non lavoro ho 53 anni e non riesco a pagare l'affitto ma può succedere qualcosa cioè questi signori della mm ho paura che mi vengono a sbattere fuori mi puoi dare una risposta se lo fanno questi signori questo e il mio recapito 3284877675 ho molta paura che mi sbattono fuori mi puoi dare una risposta ciao e buona domenica







RACCUIA GIUSEPPE
Come mai da quando c'era Lei ha rivoluzionato tutto sulle pensioni?
mario verona
se vuol vincere le prossime elezioni è sufficiente promettere una pensione, 150 € per iniziare,
alle casalinghe ( che se lo meritano davvero !).
saluti ed auguri
Giuseppe
Buongiorno Presidente Renzi, volevo soltanto dirLe, ha voglia di far cadere la Lega?. Sono a sua completa disposizione.
Giuseppe Bondì
Cecilia Natale (Autore/autrice di unCOME)
Salve Giuseppe, nell'articolo spieghiamo come scrivere a Matteo Renzi, ma noi non abbiamo nessun contatto con lui. Un saluto dalla redazione di unCOME!
marcincus6
In occasione della prossima votazione che si terrà in Sicilia, ho pensato che questa breve ed ilare canzone dal titolo "GENOVA NON E' PER VOI " dedicata a Grillo possa fare si che la gente prima di votare rifletta. (la canzone trovasi su youtube ) Grazie per la pazienza in bocca al lupo
Francesco
Rivolgo questa lettera al Ministro Sig. Matteo Renzi -Onorevole Sig.Silvio Berlusconi.e al Popolo Italiano
mi rivolgo sopratutto alle persone di età di 60 anni.secondo voi e giusto andare in pensione a 67 anni?
quando i Sig. Politici vanno dopo tre anni di mandato e prendono la pensione a vita?
e noi dobbiamo andare a 67 anni con misere pensioni?
Invece di dare soldi alle aziende che assumono personale.( bisogna vedere come? ) perchè non date i posti ai giovani e fatte uscire gli anziani over 60 in su?
ma quando si potranno fare una vita i nostri figli?
spendete soldi a sinistra e a destra,ma non siete in grato di risolvere i nostri problemi? di noi Italiani.
tanto a voi che ve ne frega,avete le entrate sicure.
volete dare un reddito di cittadinanza,ma non e meglio dare un posto di lavoro,ma forse vi pensate che noi non abbiamo una dignità?
invece di spendere tutti questi soldi ( redditto residenza ),mettete gli anziani in pensione e date i loro posti ai giovani ( cosi i soldi del redditto di residenza possono aiutare a chi va in pensione).
io non ho intenzione di fare nessuna discriminazione,ma non ritengo giusto aiutare tutti i clandestini e non aiutare il popolo Italiano,( aiutiamo chi a veramente bisogno ).Ma purtroppo se si cambia molte persone non possono più mangiare sulle spalle degli emigranti.
La costituzione Italiana mi dice che lo Stato italiano mi deve dare un aiuto per la casa,lavoro,ecc,,
e non avere solo il voto.( quando si tratta di andare a votare e un nostro dovere di cittadino Italiano,ma quando dobbiamo avere siamo ,siamo inesistenti per lo stato Italiano.
mi vergogno di essere nato in Italia
Mi auguro che gli Italiani si sveglino da questo sonno.
Poi chiedo al Ministro Matteo Renzi e Onorevole Silvio Berlusconi
perchè ,quando presentate i vostri programmi in Tv ,non fate intervenire anche qualche cittadino Italiano che sia presente vicino a voi in studio?
penso che nessuno fin d'ora lo abbia fatto.
se siete d'accordo unitevi alla mia lista.


vita d'arienzo
sono felice , mi sento fortunata perchè dopo diversi tentativi falliti, qualche minuto fa ho letto e scritto sulla pagina FB di Matteo Renzi . Mi piace il carisma di Matteo Renzi , perchè è la continuità di un altro leader che prima di lui ha creato un'italia alternativa che poteva mettersi in gioco come autonomo, libero professionista, imprenditore . Matteo renzi è oggi colui che rappresente l'energia alternativa che serve all'Italia in questo momento .
Sua valutazione:
Anna
Buongiorno:Sono una rumena quale ho lavorato in anno 2015 come assistente anziani nei mesi di maggio e giugno non ho ricevuto il stipendio en valore di 3200euro tendo a dire ho avuto contratto progetto,quando chedevo i mei soldi mi manda la direttore da direttore la comercialista potrete andare dove volete soldi non aveamo sempre cosi,la un certo punto ho avuto un appuntamento con comercialista e direttore mi anno detto cosi ti paghiamo il tuo stipendio ma tu riceverai solo2000euro la somma 1,200devi rinunciare au detto cosi melio perdere un ditto en posto di un braccio,mi anno detto mi danno en piccoli rate 166euro al mese tempo di un anno,ho parlato con impegata quale mo assunto i mia detto de dove ti danno questi soldi ??non ci sono tendo a dire se lavorava con persone private e bisognose anno,case di riposo,dopo un paio di giorni mi anno chiamato per firmare l'accordo en foglio scriveva di rinunciare a tutto a 3200euro non ho firmato niente e en marzo sono stata licenziata,ho fatto la denuncia la direzione territoriale del lavoro non sono stati pagati ne anche contributi, non posso permettermi di pagare un avocato e più di un anno e io non ho ricevuto nulla.Sono una mama single con due figli la scola uno e la università di matematica e piccolo en scole medie.Come posso avere i miei soldi?grazie
Sua valutazione:
Marbelis Savigne Maturell
Salve: Come posso fare per mettere a posto il mio status e la mia vita se sono andata da tutte le parti e nessuno riesce ad' aiutarmi ed e gia due anni che sono senza permesso di soggiorno e non riesco a lavorare ho sistemarmi. Come e possibile che tutti gli inmigranti lo stato gli aiuta pero a me che sono giovane e voglio lavorare e sistemarmi non riescono ad aiutarmi.
Cecilia Natale (Autore/autrice di unCOME)
Salve, la invito a mettersi in contatto direttamente con matteo Renzi seguendo una delle modalità illustrate nell'articolo. Un saluto dalla redazione di UnCome!
Sua valutazione:
piera russo
Sto ascoltando della possibilità di portare le pensioni a mille euro e sono d'accordo. Anche se molti sono baby pensionati... Magari poi i coniugi ne prendono duemila...e chi come me ha lavorato 42 anni e ne prende 1.200,00 e il marito anche meno? Perchè non arrotondarli a 1.500,00
Giampaolo........331 502 6576
Caro Presidente Mateo Renzi sono un ragazzo della Sardegna ....scrivo due righe in ginocchio sperando che vengono considerate , sono disoccupato , facevo l autista e diciamo altri ruoli di responsabilità per un noto imprenditore Sardo deceduto a Gennaio ....mi piacerebbe lavorare nelle scorte o nei portacolori o cose del genere, mi accontenterei di un lavoro onesto a costo di abbandonare la Sardegna.....Signor Presidente Renzo mi tenga in considerazione per favore....grazie .....
Stefania Morese (Autore/autrice di unCOME)
Salve Giampaolo! La invito a tentar di mettersi in contatto con Matteo Renzi in uno dei modi esposti nell'articolo. Un saluto dalla redazione di uncome!
vincenzo 1951
volevo chiedere al sig. Matteo Renzi in attesa delle sue riforme che cosa dovrei fare io che sono disoccupato senza reddito e moglie e figlia da mantenere anche loro senza lavoro perche' il lavoro ormai non esiste piu' in italia e vorrei che il signor Renzi mi motesse dare un consiglio visto che ho lavorato per 45 anni si perche' ho 63 anni e non sono piu' giovane e ho anche un invalidita come vede la soluzione non e' facile distinti saluti
Michele Bonalumi
Buongiorno Vincenzo, per fare arrivare la richiesta all'interessato devi seguire le indicazioni dell'articolo, dove trovi i contatti. Un saluto da unCome!
Renato
Lettera aperta LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI - NON LA GIUSTIZIA!!! Premesso che sono padre di tre figli di cui - la prima di 45 anni, la seconda di 36 anni, entrambe disoccupate e il terzo figlio ancora studente di anni 19. ART. 18? Ma dove e quando è mai stato applicato, in quale film? RACCONTO I FATTI NON LE BALLE CHE RACCONTANO TUTTI GLI ALTRI … Mi chiamo RENATO MARANGON. Sono stato assunto presso la Banca Popolare di Novara il 2 gennaio 1978. Ho lavorato presso l’Ufficio Legale della Sede Centrale dal 1995 al dicembre 1997, con mansioni di addetto alle procedure indagini della Magistratura. Nel dicembre 1997 sono stato trasferito all’Ufficio Beni Immobili. In data 21 maggio 2001 l’Azienda ha disposto il mio distacco presso la controllata SOGEPO SpA, poi divenuta ALETTI GESTIELLE SpA. Dal 1° settembre 2003 è venuto meno il distacco presso ALETTI ed il Banco Popolare di Verona e Novara, ora Banco Popolare, mi ha comunicato la soppressione del posto di lavoro da me occupato in precedenza, con conseguente individuazione del nuovo posto di lavoro presso l’Ufficio Contabilità Fornitori di Novara, proponendomi lo svolgimento di attività contabili, amministrative e di quadratura spese. Ho comunicato al Banco che non intendevo accettare il suddetto incarico nei termini propostimi, esprimendo il desiderio di un reintegro presso l’Ufficio Legale, considerata la mia precedente esperienza lavorativa. In risposta, il Banco mi ha fatto presente, a fine agosto 2003, che l’Istituto intendeva esaminare la mia posizione per adottare diverse soluzioni, fissando d’ufficio un turno di ferie di 10 giorni lavorativi e riservandosi di fornirmi ulteriori comunicazioni. Faccio notare che di ferie avevo solo 6 giorni! Infine, con sua del 29 settembre 2003, il Banco ha dichiarato formalmente il recesso dal rapporto di lavoro con decorrenza immediata, con la seguente causa: (non essendo riuscito ad individuare “alcuna ulteriore posizione lavorativa presso la quale potevo essere proficuamente collocato”, sono stato licenziato senza giusta causa). Da parte mia ho intrapreso le opportune iniziative legali a tutela dei miei interessi, dalle quali è scaturita una causa per illegittimo licenziamento discriminatorio e per demansionamento. In data 7 febbraio 2007 il Tribunale di Novara, in funzione di Giudice del Lavoro, ha condannato il Banco Popolare di Verona e Novara scarl al risarcimento dei danni a favore del sottoscritto, a seguito del demansionamento, senza tuttavia pronunciarsi in merito al licenziamento. Dietro consiglio del mio Legale di fiducia ho proposto ricorso in sede di appello, affinché venissero riconosciute le mie ragioni (soprattutto in tema di LICENZIAMENTO DISCRIMINATORIO). La Corte d’Appello di Torino – Sezione del Lavoro, in data 15 luglio 2008, ha respinto l’appello principale, mandando assolto il Banco Popolare di Verona e Novara scarl da ogni pretesa e condannando il sottoscritto alla restituzione delle somme ricevute in forza della sentenza di primo grado, oltre alle spese legali per entrambi i gradi di giudizio! Tutto ciò premesso, mi domando in base a quali criteri funzioni la cosiddetta Giustizia oggi, in Italia, considerato che un onesto cittadino è costretto a dibattersi fra le spire di un sistema così tortuoso e perverso, esponendosi in prima persona e sostenendo costi spropositati, nella speranza di veder riconosciuti i propri diritti. Mi chiedo, inoltre: la giustizia da che parte sta? Quali speranze ha un cittadino che si rivolge alla Giustizia, se poi di fatto questa giustizia emana un’ingiustizia, come emerge in modo chiaro e inequivocabile dalla mia vicenda? Il cittadino non ha bisogno di questo tipo di giustizia! Perché certi giudici commettono degli errori così evidenti? Anche un fresco laureato in giurisprudenza sarebbe in grado di rilevarlo. Com’è possibile che due sentenze siano in così netto contrasto tra di loro? Perché è stata trattata la parte economica e non il licenziamento, in entrambe le sentenze? Mi sono
Come scrivere a Matteo Renzi
Immagine: Tg24.sky.it
Come scrivere a Matteo Renzi

Torna su