Condividi

Quali sono i sintomi della carenza di estrogeni?

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 1 aprile 2020
Quali sono i sintomi della carenza di estrogeni?

Gli estrogeni sono gli ormoni femminili per eccellenza, dato il ruolo cruciale che assumono nel nostro organismo dal punto di vista della riproduzione e della regolarizzazione del ciclo mestruale. La loro diminuzione segna l'inizio della menopausa o termine della fase riproduttiva, periodo caratterizzato da importanti cambiamenti fisici e psicologici; tuttavia, vi sono altre ragioni a causa delle quali i loro livelli potrebbero diminuire. Sai quali sono i segnali della loro carenza? Su unCome.it ti spieghiamo quali sono i sintomi della carenza di estrogeni.

Potrebbe interessarti anche: Quali alimenti aumentano gli estrogeni
Passi da seguire:
1

Gli estrogeni regolano il ciclo mestruale femminile e fanno sì che processi quali l'ovulazione e le mestruazioni si svolgano nel modo adeguato. Inoltre assumono un ruolo importante dal punto di vista dei livelli di desiderio sessuale, quindi, quando una donna soffre di una carenza di estrogeni, è normale che la sua libido diminuisca.

2

Ma queste non sono le uniche funzioni degli estrogeni. Questi ormoni inoltre:

  • Mantengono controllati i livelli di calcio, consentendoci di avere uno scheletro forte ed evitando una carenza di questo minerale.
  • Influiscono sul metabolismo dei grassi e sui livelli di colesterolo, mantenendoli all'interno di un intervallo adeguato.
  • Determinano il modo in cui il grasso viene distribuito nel corpo, dandoci le caratteristiche forme femminili.
3

La causa più comune che porta alla mancanza di estrogeni è la menopausa, fase in cui il ciclo riproduttivo volge al termine. Tuttavia, questa non è l'unica ragione che può condurre alla riduzione di quest'ormone; altre situazioni come l'eccesso di esercizio fisico, la dieta sbagliata, i disturbi alimentari come l'anoressia, o qualsiasi problema che influisca in qualche modo sullo stato delle ovaie, possono portare alla diminuzione di quest'ormone.

4

I sintomi della carenza di estrogeni sono:

  • Vampate o calori improvvisi che si presentano diverse volte al giorno.
  • Diminuzione del desiderio sessuale.
  • Secchezza vaginale o assenza di lubrificazione, che possono provocare prurito e dolori nella zona intima.
  • Cambiamento brusco dell'umore.
  • Difficoltà a conciliare il sonno o a dormire bene, poiché quest'ormone regola anche la qualità del nostro riposo.
  • Aumento di peso e aumento del grasso localizzato nelle zone critiche. Maggiore difficoltà se si desidera perdere peso.
  • Stanchezza e mal di testa più frequente.
  • Modifiche alla pigmentazione o alla texture della pelle che risulta solitamente meno morbida.
  • Ciclo mestruale irregolare o assente per lunghi periodi.

La mancanza di estrogeni, inoltre, aumenta la propensione a soffrire di problemi caratteristici della menopausa, come l'osteoporosi o l'aumento dei livelli di colesterolo.

5

Se sospetti che il tuo organismo stia producendo meno estrogeni, ti raccomandiamo di andare dal ginecologo per sapere se stai entrando in menopausa o se i sintomi sono dovuti ad un altro tipo di problema. Inoltre, ti invitiamo a leggere il nostro articolo Quali alimenti aumentano gli estrogeni per trovare soluzioni naturali che ti aiutino ad affrontare il problema.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono i sintomi della carenza di estrogeni?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria La salute della famiglia.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?

Quali sono i sintomi della carenza di estrogeni?
Quali sono i sintomi della carenza di estrogeni?

Torna su