Condividi

Qual è la differenza tra embrione e feto

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 18 ottobre 2017
Qual è la differenza tra embrione e feto
Immagine: diefoto.com

Il periodo di gestazione si compone di tre tappe principali: la prima fa riferimento allo zigote, la seconda al periodo embrionale e la terza alla fase fetale. Sono in molti ad avere difficoltà a differenziarle e sapere con certezza quando il bambino passa dall'essere un embrione a un feto. Per cui, in questo articolo di unCome vogliamo risolvere questo dubbio e mostrarti in cosa consistono entrambi i processi. Continua a leggere e scopri qual è la differenza tra embrione e feto.

Potrebbe interessarti anche: Qual è la differenza tra zigote ed embrione

Embrione

Dopo 24 ore dall'unione tra ovulo e spermatozoo inizia la seconda fase di gravidanza, chiamata periodo embrionale. È qui che si verifica la creazione e lo sviluppo dell'embrione. Questo periodo è anche caratterizzato dal passare attraverso diverse fasi fino a concludere dando luogo al feto.

Nei primi cinque giorni, quando le due cellule che danno inizio alla formazione dell'embrione iniziano a dividersi e creare altre cellule fino al punto di non poterle differenziare con chiarezza, passa a essere nominato embrione in stato di morula. Dopo cinque giorni, prende il nome di blastocisti. A questo punto della gravidanza l'embrione ha una forma rotonda e comincia a creare una cavità interna che consentirà di dare luogo alla formazione della placenta e al resto del corpo del futuro neonato. I primi giorni della blastocisti sono i più importanti, poiché è quando si deve fissare nell'utero della madre e avviare il processo della gravidanza. Normalmente questo processo di impianto termina dopo i 14 giorni dalla fecondazione.

Una volta impiantato, inizierà a crescere e svilupparsi rapidamente, in modo da assumere una forma allungata simile a quella di un bambino. A partire dall'ottava settimana di gravidanza, il futuro bambino è già dotato di tutti gli organi e comincia a sviluppare gli arti, è quando inizia la fase fetale e l'embrione diventa un feto.

Qual è la differenza tra embrione e feto - Embrione
Immagine: clinicadam.com

Feto

Come indicato nel paragrafo precedente, una volta raggiunta la settimana numero 8 del periodo di gestazione non parliamo più di embrione ma di feto, perché il futuro bambino è già dotato di tutti gli organi interni, seppure tutt'altro che sviluppati, e comincia a formare braccia, gambe e dita. Da questo momento, il bambino si considera feto fino a quando nasce, per cui si tratta della fase più lunga della gravidanza.

Qual è la differenza tra embrione e feto - Feto
Immagine: genehoyas.com

Differenze tra embrione e feto

Una volta individuate e descritte le definizioni di entrambe le fasi della gravidanza, le differenze tra embrione e feto sono le seguenti:

  • Embrione è il nome che riceve il futuro bambino dalla fecondazione fino alle 8 prime settimane della gravidanza.
  • Dall'ottava settimana di gravidanza fino alla data del parto è un feto, non un embrione.
  • Il feto ha tutti gli organi interni mentre l'embrione ancora li sta sviluppando.
  • Il feto inizia a formare gli arti fino ad assumere la forma completa del bambino.
  • L'embrione non ha tutte le parti del corpo definite.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Qual è la differenza tra embrione e feto, ti consigliamo di visitare la nostra categoria La salute della famiglia.

Scrivi un commento su Qual è la differenza tra embrione e feto

Ti è piaciuto l'articolo?

Qual è la differenza tra embrione e feto
Immagine: diefoto.com
Immagine: clinicadam.com
Immagine: genehoyas.com
1 di 3
Qual è la differenza tra embrione e feto

Torna su