Condividi

Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause

Di Giorgio Gattoni. Aggiornato: 24 gennaio 2017
Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause

Le piastrine sono responsabili della corretta coagulazione del nostro sangue, permettendo che circoli sempre in maniera adeguata per il nostro corpo, coagulando quando occorre fermare l'emorragia e impedire a sua volta la formazione di coaguli inutili che possano ostacolare arterie importanti. Nel caso dei bambini è molto importante sapere se la conta piastrinica è corretta, visto che in caso contrario sarebbero sottoposti a pericoli molto gravi e rischierebbero emorragie e altre malattie relazionate. Se volete conoscere approfonditamente le cause e i sintomi delle piastrine basse nei bambini continuate a leggere su unCome.it.

Passi da seguire:
1

Innanzitutto va detto che questo tipo di problemi nei bambini spesso insorgono nei parti prematuri. Questo perchè l'organismo del bambino non si è totalmente formato. La piastrinopenia (cioè scarsità di piastrine) e la trombocitopenia (difficoltà nel formare trombociti che sono i responsabili della produzione delle piastrine), hanno un'incidenza alta nei bambini neonati, tra l'1 e il 4%, ma nei bambini prematuri può arrivare al 40%.

In questi casi il rischio di emorragie interne è altissimo è quindi la cura deve essere immediata e mirata. Normalmente in questi casi si ricorre ad una trasfusione piastrinica, usando il sangue della madre depurato dagli anticorpi.

Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause - Passo 1
2

I valori corretti di una conta piastrinica nei bambini sono di un minimo di 150.000 unità, molto simile a quella degli adulti. Nei casi in cui il numero arrivi vicino alle 50.000 unità è improrogabile una trasfusione immediata.

I sintomi che talvolta possono far pensare a carenze piastriniche sono ecchimosi e lividi che suggeriscono un'eccessiva fluidità del sangue e la difficoltà di coagularlo.

Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause - Passo 2
3

Altre cause che possono provocare l'abbassamento di piastrine nei neonati e nei bambini sono le malattie infettive infantili (morbillo, pertosse, rosolia, varicella...). Spesso le cure somministrate basate su farmaci antiinfiammatori possono influire sulla diminuzione di piastrine, ma se non vi sono altri problemi, il numero di queste ultime dovrebbe andare regolarizzandosi in tempi brevi e senza particolari cure.

4

C'è una malattia autoimmune conosciuta come porpora trombocitopenica idiopatica, che può essere molto pericolosa. Come quasi tutte le malattie autoimmuni cioè che dipendono da carenze del sistema immunitario, non vi è una cura specifica. Questa malattia nella sua forma acuta può presentarsi dopo infezioni virali e batteriche. L'unica terapia piuttosto efficace è quella con farmaci cortisonici.

5

Casi di carenza di piastrine nei bambini possono essere dovuti a problemi nella loro circolazione e ciclo di vita. Può capitare che le piastrine vengano distrutte mentre sono in circolo nel sangue o trattenute indebitamente in alcuni organi come la milza.

Vi sono infine anche casi di piastrinopenia congenita che si risolvono naturalmente e si riequilibra durante la crescita del bambino.

Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause - Passo 5

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause, ti consigliamo di visitare la nostra categoria La salute della famiglia.

Consigli
  • In caso tu abbia qualche dubbio, suggeriamo sempre di andare dal medico, soprattutto a causa dell'età del bambino.

Scrivi un commento su Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause

Ti è piaciuto l'articolo?

Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause
1 di 4
Piastrine basse nei bambini: sintomi e cause

Torna su