Condividi

Come curare i disturbi più comuni della cavità orale

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 13 settembre 2017
Come curare i disturbi più comuni della cavità orale

Gengive, denti, labbra e mocose interne sono tutti elementi che fanno tutti parte della cavità orale, una delle parti più delicate del nostro corpo. È molto importante avere cura e proteggere ognuno di questi elementi per prevenire disturbi alquanto spiacevoli, come carie, gengiviti, alitosi e afte. Prenderti cura della tua cavità orale e farti visitare dal dentista periodicamente ti aiuterà a prevenire molti di questi disturbi. A seguire, ti spieghiamo come curare i disturbi più comuni della cavità orale.

Potrebbe interessarti anche: Come curare le afte
Passi da seguire:
1

La carie è il nemico numero uno dei denti e la malattia della cavità orale più comune. È dovuta alla placca batterica, una sostanza appiccicosa che si forma dopo ogni pasto, quando i residui del cibo si mescolano con la saliva formando una pellicola trasparente. Questa viene invasa dai germi che si trovano nella bocca, alcuni dei quali fermentano lo zucchero dei resti di cibo, costituendo gli acidi che colpiscono lo smalto dentale. L'ideale sarebbe lavarti i denti subito dopo ogni pasto. Se soffri di carie, rivolgiti al tuo dentista affinché ti applichi il corretto trattamento.

2

La gengivite è un'infezione orale di cui soffre il 60% degli adulti spagnoli, è provocata da batteri che facilitano l'infiammazione e il sanguinamento delle gengive quando ci si lava i denti o si mangia. Di solito è dovuta ad una scorretta igiene orale e può essere curata facendosi fare una pulizia dentale profonda dal dentista. Una volta fatto questo, per mantenere una buona igiene orale, è opportuno lavarsi i denti con un dentifricio che lenisca l'infiammazione, un gel con clorexidina o con dei colluttori che contengano gluconato. Una gengivite curata male può portare a una periodontite. Questo disturbo colpisce gravemente la gengiva e può arrivare a distruggere l'osso che funge da supporto ai denti.

3

L'alito cattivo (alitosi) spesso è un segno di allarme che ci avvisa della presenza di un problema dentario (carie, periodontite, ecc.). Si verifica altresì quando si trascura la propria igiene orale, la salivazione non è corretta e, pertanto, la bocca si riempie di batteri che causano cattivo odore. Usa uno spazzolino specifico per rimuovere i batteri che aderiscono alla tua lingua e risciacqua la tua bocca con collutorio.

4

Le afte sono macchie bianche e rotonde che appaiono all'interno della bocca, soprattutto in periodi di stress. Sono molto comuni e tendono a curarsi da sole, ma per evitare gli inconvenienti che provocano, il dentista ti prescriverà qualche colutorio o una pomata.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare i disturbi più comuni della cavità orale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria La salute della famiglia.

Consigli
  • Rivolgiti al tuo dentista per curare i disturbi della cavità orale più comuni, ti applicherà e/o prescriverà il trattamento più efficace.

Scrivi un commento su Come curare i disturbi più comuni della cavità orale

Ti è piaciuto l'articolo?

Come curare i disturbi più comuni della cavità orale
Come curare i disturbi più comuni della cavità orale

Torna su