menu
Condividi

Come capire se si ha il verme solitario

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 14 settembre 2017
Come capire se si ha il verme solitario

La tenia o verme solitario è un parassita che può arrivare a 10 metri di lunghezza e vivere nell'apparato digerente fino a un massimo di 25 anni, nutrendosi delle nostre sostanze nutritive. Una volta entrato nel corpo, la testa si attacca alla parete del intestino e si alimenta del nostro cibo per crescere. Il verme è formato da segmenti che si staccano ed eliminiamo con le feci, i quali portano uova ed è così che vanno riproducendosi e infettando altre persone se l'evacuazione non avviene in maniera corretta. In questo articolo di unCome ti spieghiamo quali sono i sintomi per dare risposta alla domanda come capire se si ha il verme solitario nel mio apparato digerente e come porvi rimedio, perché si può.

Potrebbe interessarti anche: Come eliminare la Tenia o verme solitario
Passi da seguire:
1

Le cause di un'infezione per la tenia o verme solitario sono la mancanza di igiene, l'eliminazione inadeguata delle feci e il consumo di carne o pesci crudi. Altri fattori di rischio sono ingerire acqua non imbottigliata, viaggiare con assiduità verso paesi sottosviluppati o essere esposti ad animali di allevamento.

2

La maggior parte delle persone non sentono nulla quando hanno il verme solitario. Possiamo renderci conto dopo mesi o addirittura anni di essere portatori, perché in caso di avere sintomi, questi possono essere confusi con qualsiasi altra patologia o non ricevere sufficiente attenzione. Tra i sintomi della tenia più comuni troviamo i seguenti:

  • Nausee
  • Diarrea
  • Dolori addominali
  • Perdita di peso o dell'appetito
Come capire se si ha il verme solitario - Passo 2
3

Possiamo capire che abbiamo il verme solitario vedendo qualche sezione del parassita nelle nostre feci o sentendo che esce dall'ano. Ciò accade perché le sezioni del verme si staccano dalla coda, man mano che aumentano attraverso la zona della testa alimentandosi e crescendo. I resti staccati sono portatori di uova che possono continuare a infettare altre persone o animali se non abbiamo la massima cura. Per farlo, occorre defecare nei sanitari e non sulla terra, poiché possono sopravvivere e continuare a contagiare.

4

Oltre a quelli menzionati, un altro dei sintomi che possiamo sperimentare di questa malattia è la sensazione di stanchezza e difficoltà a respirare, entrambi i segni sono tipici dell'anemia. Un tipo di verme è il cosiddetto "solitario del pesce", il quale assorbe la vitamina B12, incaricata di formare i globuli rossi, producendo anemia.

Come capire se si ha il verme solitario - Passo 4
5

Possiamo avere un altro tipo di verme chiamato "solitario del suino", quello che incuba le larve nell'intestino e queste si spostano raggiungendo il sangue e danneggiando organi del corpo come i muscoli, gli occhi e il cervello formando cisti. Questa patologia si chiama cisticercosi e possiamo capire di averla se sentiamo dei rigonfiamenti sotto la pelle, che sono le cisti che produce.

  • Se le cisti si trovano negli occhi, possiamo notare problemi di vista.
  • Se le cisti si trovano nel cervello, la persona può avere crisi epilettiche
  • Se le cisti si trovano nel cuore, possiamo avere aritmia
  • Se le cisti si trovano nella colonna vertebrale, possiamo essere deboli e avere difficoltà a camminare.

Di fronte al minimo sospetto di aver contratto questa malattia, è fondamentale andare dal medico al più presto un trattamento adeguato in ciascun caso. Nel seguente articolo ti spieghiamo in dettaglio Come eliminare la tenia o verme solitario.

6

Per prevenire un'infezione per il verme solitario o tenia, soprattutto se abitiamo in zone dove è più comune contrarlo, come alcuni paesi sottosviluppati o nelle zone rurali, dovremmo fare quanto segue:

  • Lavare le mani spesso, soprattutto dopo essere andati in bagno e prima di toccare gli alimenti.
  • Cucinare bene la carne e il pesce. Si raccomanda di congelare la carne 24 ore prima di consumarla per uccidere le possibili uova di tenia.
  • Lavare tutta la frutta e la verdura prima di ingerirla e sbucciarla noi stessi, così eviteremo mali maggiori.
  • Bere acqua, e ogni altra bevanda, imbottigliata. Evita di prendere ghiaccio e pulisci bene le lattine prima di usarle.
Come capire se si ha il verme solitario - Passo 6

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come capire se si ha il verme solitario, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Marzia
Ho trovato che usciva dalla o un coso lungo circa 15 cm con la fine riccia e secca e il resto morbido e piatto con una larghezza di 5mm non so cosa possa essere l'ho visto solo una volta .

Come capire se si ha il verme solitario
1 di 4
Come capire se si ha il verme solitario

Torna su