Condividi

Come addestrare un cucciolo

 
Di Chiara Perretti. Aggiornato: 25 ottobre 2017
Come addestrare un cucciolo

Addestrare un cucciolo è un compito costante e per il quale dovrai avere molta pazienza. Tuttavia, se inizi a farlo dal principio riuscirai a far acquisire al cane delle abitudini e un'istruzione che dopo ti saranno molto utili per avere un rapporto perfetto con il tuo animale da compagnia.

Su unCome ti diamo alcuni trucchi fondamentali che ti aiuteranno a sapere come addestrare un cucciolo negli ordini più elementari: sedersi, non chiedere cibo, non tirare il guinzaglio, eccetera.

Potrebbe interessarti anche: I cani più difficili da addestrare
Passi da seguire:
1

Insegnargli a non fare pipì a casa. Uno dei principali problemi che hanno i cuccioli è che stentano a trattenere la voglia di fare i bisogni e spesso la casa può diventare lo scenario delle loro esigenze fisiologiche. Per evitarlo, è importante addestrare il cucciolo con dei semplici passi e prestare attenzione speciale al cane nel corso dei primi mesi di vita.

Devi tenere presente che il sistema digestivo di un cucciolo è molto rapido e che, dopo aver mangiato, ci mette da 5 a 30 minuti a defecare, per cui è importante controllarlo quando mangia. Nei primi giorni, un cucciolo non potrà uscire per strada per cui dovrai adattare una zona di casa per poter fare i suoi bisogni: metti da qualche carta da giornale, una scatola con sabbia, eccetera. Accompagna ogni giorno il cane in questo angolo di casa per abituarlo a questo spazio.

Quando potrà uscire in strada, è importante all'inizio seguire sempre lo stesso percorso e fermarti in un dato luogo affinché comprenda che è qui che deve defecare. Soprattutto non ti innervosire perché sente molto la tua energia; è importante non gridare né innervosirsi se gli scappa prima di arrivare al posto. Tieni presente che è un cucciolo e che solo con pazienza e perseveranza imparerà i concetti.

Per poter addestrare un cucciolo è importante seguire quotidianamente la stessa routine: fallo uscire alla stessa ora, portalo allo stesso posto e premialo quando fa bene. I rinforzi positivi sono una delle migliori maniere esistenti per poter addestrare un cane dall'inizio.

Come addestrare un cucciolo - Passo 1
2

Insegnare al cane a non chiedere cibo. Da molto piccolo puoi abituare il cane a non chiedere il cibo mentre stai mangiando; a tal fine, dovrai solo tenere a mente un principio: non dargli cibo per quanto lo chieda! È un principio fondamentale ma che molte volte si fa fatica a rispettare, soprattutto, se si vive con altre persone a casa.

Devi pensare che, per i cani, quando li si "premia" è perché stanno avendo un comportamento positivo: se gli dai un pezzo di cibo quando lo chiede, capirà di comportarsi bene e lo farà ogni volta che ti siedi a tavola. Pertanto, l'unica cosa da fare è non dare nulla da mangiare e dire a tutti i membri della famiglia di non farlo; solo così farai in modo che il cane non chieda più cibo.

In questo articolo di unCome ti spieghiamo in modo più dettagliato come non far chiedere cibo al cane mentre stiamo mangiando.

Come addestrare un cucciolo - Passo 2
3

Insegnare al cane a non tirare il guinzaglio. I cuccioli sono nervosi e ogni volta che vanno per strada vogliono correre e divertirsi ma devi educarli a non tirare il guinzaglio e definire i ruoli di autorità durante la passeggiata. Per farlo, la prima cosa da fare è far familiarizzare il cane con il guinzaglio, dovrai mostrarlo dentro casa, lasciare che ci giochi e la annusi così, quando glielo metti all'esterno lo riconoscerà come suo.

Dopo dovrai andare per strada con il cane e portare dei premi in tasca. Per addestrare un cucciolo a questo scopo devi avere molta pazienza perché, come detto, la tendenza dei cani più piccoli è aver voglia di correre e saltare. Il trucco è nel metterti di fianco al cane e, ogni volta che ti supererà, fermarti e tirare delicatamente il guinzaglio con un ordine chiaro di "No", "Qui", eccetera. I monosillabi sono i suoni che i cani rilevano meglio, quindi è raccomandato sceglierne uno in particolare per dare questo messaggio al tuo animale da compagnia.

Quando il cane torna al tuo fianco potrai riprendere la passeggiata e, se ti supera nuovamente, dovrai ripetere lo stesso processo: fermarti, tirare il guinzaglio e attendere che venga al tuo fianco. Quando riesci a far restare il cane al tuo fianco per un po', è il momento di dargli il premio che portavi con te, in questo modo assocerà che è questo ciò che gli stavi chiedendo quando ti dirigevi a lui.

Su unCome ti diamo altri dettagli su come insegnare al cane a non tirare il guinzaglio.

Come addestrare un cucciolo - Passo 3
4

Far sedere il cane. Fare in modo che il cane segua l'ordine di sedersi è importante per addestrarlo e, in futuro, presti attenzione a ciò che gli si dice. Per riuscirci ti servirà sempre una parola monosillaba e concreta: ci sono persone che usano l'ordine "Sit", "Giù" o simili, scegli quella che più ti piace, ricordando di usare sempre la stessa.

Per far sedere il cucciolo dovrai mostrargli un premio che avrai in mano e avvicinarglielo al muso affinché lo annusi. Dopo, dovrai portare il premio verso l'alto, sopra la sua testa e, dato che lo starà guardando, dovrà sedersi per poter mantenere lo sguardo sul premio. Quando vedi che inizia a sedersi è importante dire in quel momento la parola scelta perché associ quel movimento con quella parola; quando si sarà seduto, dagli il premio per il rinforzo positivo.

Può darsi che il cane non si sieda a terra, per cui dovrai spingerlo tu stesso dal posteriore per indicargli cosa vuoi che faccia. Quando ci riesce, dagli il premio così da assimilare del tutto il comportamento.

Come addestrare un cucciolo - Passo 4
5

Insegnare al cane a non saltarti addosso. Normalmente, i cani diventano talmente contenti quando arrivi a casa o quando arrivano nuove persone che saltano su di loro; questa azione può essere divertente da cucciolo ma, dopo, può essere molto irritante per cui è importante, sin dall'inizio, insegnargli a non farlo.

Per farlo, dovremo interrompere l'azione del cane ogni volta che lo fa prendendogli le zampe e portandole a terra con un "No" categorico affinché comprenda che quel gesto non va fatto. Poco a poco capirà il tuo messaggio e non festeggerà il tuo arrivo in questo modo così esuberante.

Come addestrare un cucciolo - Passo 5
6

Educare il cucciolo affinché non pianga quando te ne vai. Da piccoli, i cani possono passare molto tempo a piangere in casa ogni volta che te ne vai, cosa davvero fastidiosa per i vicini in quanto il suo pianto può durare ore. Per evitare che il cane pianga, basta fingere che te ne vai da casa: salutalo come fai sempre, chiudi la porta e rimanici dietro in attesa che il cane pianga; quando lo fa, entra a casa e digli ripetutamente di no. Devi mostrare un atteggiamento deluso perché comprenda di non farlo mai più.

Dovrai ripetere questo processo varie volte finché non vedi che non ulula ogni volta che vai. Con questo gesto capirà che il suo pianto provoca solo la tua rabbia, quindi smetterà di farlo progressivamente finendo per restare tranquillo a casa quando esci.

Come addestrare un cucciolo - Passo 6
7

Sicuramente troverai interessanti anche questo articolo di Uncome per insegnare al cane a riportare la palla

Se desideri leggere altri articoli simili a Come addestrare un cucciolo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Animali domestici.

Scrivi un commento su Come addestrare un cucciolo

Ti è piaciuto l'articolo?

Come addestrare un cucciolo
1 di 7
Come addestrare un cucciolo

Torna su