Condividi

Come diventare tour operator

Di Rossella Nocca. Aggiornato: 15 settembre 2017
Come diventare tour operator

Anche in tempi di crisi, quello dei tour operator si conferma un lavoro ancora piuttosto redditizio. Rispetto all'agenzia di viaggi, esso propone un contratto di organizzazione, ovvero un pacchetto completo che il cliente deve sottoscrivere, con discrezionalità solo su alcune scelte opzionali. Per dar vita a un tour operator occorre seguire alcune istruzioni e - preferibilmente - venire da una formazione adeguata. Su uncome.it ecco oggi una guida su come diventare tour operator.

Potrebbe interessarti anche: Come diventare chef a domicilio
Passi da seguire:
1

Si può arrivare a creare un tour operator ex novo oppure convertendo un'agenzia viaggi già esistente. Se sei ancora in fase di formazione scolastica, il consiglio è quello di indirizzarti da subito verso il settore viaggi, iscrivendoti a un Istituto alberghiero e poi a corsi universitari come Scienze del Turismo o Economia e Gestione dei Servizi Turistici.

2

Una volta pronto a questo passo, devi avere a disposizione una sede (fisica) e un'assicurazione (indispensabile dato il tipo di attività svolta). Questi sono i requisiti minimi per l'inizio dell'attività: non si può costituire, per esempio, un tour operator che operi esclusivamente on line. Segue l'aspetto economico: l'atto necessita di un deposito cauzionale di almeno 20mila euro.

3

Il futuro tour operator (come anche una semplice agenzia di viaggi) non deve mancare della figura del "direttore tecnico", che - una volta superati esami specifici in materia turistica - viene abilitato dalla FIAVET (Federazione Italiana Agenti di Viaggio). O, in alternativa, deve aver frequentato l' "Università per il Turismo".

4

Ci sono poi altri elementi da cui non si può prescindere se si intende lanciarsi in questo settore, come la conoscenza di almeno due lingue straniere e la dimestichezza con i software sulla programmazione aerea e turistica in genere.

5

Non fare il passo troppo lungo di voler lavorare in totale autonomia: valuta piuttosto l'apertura di un franchising, affiliandoti a un colosso turistico già presente sul mercato. Questo ti permetterà di proporre pacchetti viaggio già consolidati e di avere maggiori garanzie di successo dell'attività. Buona fortuna!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come diventare tour operator, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Lavoro.

Scrivi un commento su Come diventare tour operator

Ti è piaciuto l'articolo?

Come diventare tour operator
Come diventare tour operator

Torna su