Condividi

Come rinunciare a un lavoro

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come rinunciare a un lavoro

A livello mondiale c'è un'alta percentuale di dipendenti che si sentono inadatti al loro lavoro attuale. Sia per un cattivo ambiente di lavoro, poca remunerazione, troppo stress o maltrattamenti dei superiori, sono sempre più numerosi quelli che alla fine prendono la decisione di lasciare il posto di lavoro e iniziare un nuovo cammino ma non sempre è facile compiere il passo, per cui su unCome ti spieghiamo come rinunciare al tuo lavoro senza danneggiare la tua immagine.

Potrebbe interessarti anche: Come dire al mio capo che lascio il lavoro
Passi da seguire:
1

In primo luogo pensaci e valuta i tuoi motivi, se consideri sono sufficientemente potenti per farti considerare un nuovo lavoro, beh allora non esitare più e fai il passo.

2

Il primo per andarsene lasciando una buona immagine è dimettersi con sufficiente anticipo, soprattutto se occupi un incarico difficile da colmare. È chiaro che non sempre puoi fare in questo modo, ma è lo scenario ideale in particolare quando lavori già da un certo tempo in quell'azienda.

3

Sii onesto: anche se la situazione di rinunciare al tuo lavoro può essere talvolta fastidiosa, è importante che sia il capo che i colleghi sappiano il perché del tuo addio, se hai trovato un altro lavoro, se pensi di aprire una tua attività, se prenderai un anno sabbatico. Dire la verità può aiutarti a mantenere una porta aperta o la disposizione per una referenza.

4

Facilita le cose a chi viene dopo, lascia al tuo capo un elenco dei tuoi contatti e con le informazioni di interesse, lascia uno status dei tuoi progetti se qualcuno non è stato ancora completato, informa i clienti, fornitori e colleghi del tuo addio affinché siano a conoscenza del fatto che tra breve qualcun altro si farà carico dei tuoi compiti. Queste misure non sono solo pura cortesia, ma ti definiscono come un vero professionista.

5

Evita a ogni costo di parlare male dell'impresa, sia nel momento di rinunciare, durante gli ultimi giorni di lavoro o in qualsiasi futuro colloquio di lavoro, perché sarai solo tu a fare una brutta impressione. Se l'azienda non ha colmato le tue aspettative informa che hai nuovi traguardi professionali che desideri soddisfare, ma non fare critiche forti all'interno né all'esterno del lavoro, sii professionale.

6

Ringrazia il tuo capo e i colleghi di lavoro, ricorda che il mondo è una ruota e che l'ambito lavorativo è più piccolo di quanto sembri, per cui è importante salutare e ringraziare tutti quelli che hanno collaborato quotidianamente con te.

7

Se la ragione che ti conduce a rinunciare è un ambiente di lavoro negativo o i cattivi trattamenti del supervisore è molto importante far ricorso alla tua sensibilità emotiva, sia il momento di presentare le dimissioni come per il tempo che passerai ancora all'interno dell'impresa. Mantenere il controllo e la maturità è vitale in ambito lavorativo.

8

Chiedi le tue lettere di referenza, il materiale per la realizzazione di un portfolio o tutto ciò che desideri per future referenze prima di andartene dall'azienda perché per alcuni datori di lavoro è molto fastidioso doversene occupare tempo dopo che il dipendente non è più lì.

9

Se possibile, lascia la porta aperta, saluta cortesemente e se hai avuto la fortuna di fare amici nell'ambito del lavoro non dimenticare di mantenere i contatti e cerca di conservarli nel tempo, poiché è spesso una delle migliori cose che restano ancora dopo aver lasciato un lavoro. Buona fortuna!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come rinunciare a un lavoro, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Lavoro.

Consigli
  • Evita le rinunce accese, se una discussione o conflitto ti ha portato a pensare di lasciare il lavoro non prendere la decisione a caldo o potresti pentirtene
  • Ricorda di essere cordiale, maturo, professionale e attento anche se nell'impresa non ti hanno trattato così
  • Se hai ottenuto un impiego migliore non agire in maniera impertinente sbandierandolo ai quattro venti, perché potresti urtare delle sensibilità, parlane solo con chi sai che si compiacerà per te

Scrivi un commento su Come rinunciare a un lavoro

Ti è piaciuto l'articolo?

Come rinunciare a un lavoro
Come rinunciare a un lavoro

Torna su