Condividi

Differenza tra ciste e tumore

 
Di Stefania Morese. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Differenza tra ciste e tumore

È molto comune associare i termini "tumore" e "ciste" con il cancro, ma questi concetti sono diversi e non necessariamente portano ad un caso di cancro. Conoscere la distinzione tra questi termini è importante al fine di non allarmarsi e mantenere la calma, e sapere come agire per garantire il nostro benessere. Per questo motivo noi di UnCome ti spieghiamo in questo articolo la differenza tra ciste e tumore.

Potrebbe interessarti anche: Perché ho i piedi freddi

Tumore

Quando il nostro corpo produce una crescita esagerata e insolita di cellule che risulta una riproduzione anomala, i tessuti in queste aree crescono e si infiammano. Questo aumento del tessuto anormale è conosciuto come tumore, spesso associato con il cancro, anche se non porta necessariamente a questa condizione.

Ci sono due tipi di tumori:

  • Tumore benigno: essi sono considerati come tali perché le cellule sono cresciute in modo anomalo e rimangono raggruppati in un unico luogo, senza diffusione al resto del corpo o invadere altre cellule. Questo tipo di tumore è di solito estirpato da un intervento chirurgico e normalmente non ricompare più.
  • Tumore maligno: questo tipo di formazione può uscire dalla sua posizione originale e invadere altri tessuti, causando le metastasi. Solo i tumori maligni sono cancerosi.

Ciste

Quando sentiamo la parola "ciste" è spesso associata a condizioni maligne, tuttavia ci sono molti tipi diversi e la maggior parte è benigna. Una ciste è una formazione simile a una tasca circondata da una membrana e contenente un liquido o materiale alterato. Questa borsa si è formata in maniera anomala nel corpo, ma non rappresenta un pericolo nella maggior parte dei casi. Può essere pericolosa solo quando danneggia altri tessuti o organi.

La formazione delle cisti è molto varia, esse possono scomparire da sole, senza alcun trattamento, possono richiedere un drenaggio o un altra semplice procedura di eliminazione. SI prende in considerazione l'intervento chirurgico solo nel caso in cul la loro posizione mette a rischio la salute.

La grande maggioranza delle cisti non sono cancerogene, ma è importante chiarire che alcuni tipi di tumori possono promuovere la produzione di cisti, quindi è importante andare sempre da uno specialista, se si sospetta la presenza di una ciste.

Differenza tra ciste e tumore - Ciste

Che cosa succede se sospetti qualcosa di anomalo?

Tutte le cisti e i tumori non sono sempre sinonimo di gravità, l'importante è non allarmarsi prima di conoscere la diagnosi esatta della natura di entrambi.

In molte aree del corpo, è possibile avvertire, effetuando una palpazione, la presenza di un nodulo, come il seno, testicoli, o alla gola. Quando si rileva qualcosa di anomalo che non era presente prima, è impossibile determinare noi stessi se c'è una ciste, un tumore o altra generale infiammazione. Ecco perché è molto importante visitare un medico appena possibile.

Nonostante il timore che questo può causare, è essenziale avere l'opinione di un professionista per gestire correttamente il problema appena possibile. Inoltre è importante effettuare controlli annuali.

Differenza tra ciste e tumore - Che cosa succede se sospetti qualcosa di anomalo?

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Differenza tra ciste e tumore, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Differenza tra ciste e tumore

Ti è piaciuto l'articolo?

Differenza tra ciste e tumore
1 di 3
Differenza tra ciste e tumore

Torna su