Condividi

Come curare una frattura allo sterno

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come curare una frattura allo sterno

Lo sterno è un osso situato nel torace che aiuta a proteggere il nostro cuore e i polmoni. In alcuni casi i colpi forti possono fratturarlo, questa condizione si osserva molto negli incidenti d'auto a causa dell'uso delle cinture di sicurezza. Sebbene questi incidenti non siano poi così frequenti, se succede questo tipo di sfortunata coincidenza è meglio richiedere assistenza medica per controllare che nessun osso e nessun organo abbia subito danni. In questo articolo di unCome ti spieghiamo come curare una frattura allo sterno offrendoti dei consigli per far sì che guarisca il prima possibile.

Potrebbe interessarti anche: Come curare l'osteoporosi con l'omeopatia
Passi da seguire:
1

Se sei stato coinvolto in un incidente d'auto più o meno grave devi andare immediatamente al pronto soccorso per una visita completa. Usando la cintura di sicurezza qualsiasi impatto forte può fare in modo che la nostra spina dorsale, le costole e lo sterno si muovano bruscamente, infatti la sua funzione è impedire che voliamo via dall'auto, per cui è comune che si presentino queste lesioni. Solo un esame completo può garantirti di essere in perfetto stato.

2

Se dopo un colpo duro all'area del petto o del tronco cominci a soffrire fastidi e dolori acuti, è importante consultare un medico immediatamente per confermare o eventualmente escludere la presenza di una frattura allo sterno. Questo tipo di frattura si presentano in modo particolare anche alle persone che praticano sport di contatto come il rugby.

3

Le fratture dello sterno, proprio come le fratture delle costole, si rilevano con un semplice esame ai raggi X. Una volta diagnosticata, dovrai seguire il trattamento medico raccomandato e prendere in considerazione alcune indicazioni per recuperarti quanto prima da tale infortunio.

Come curare una frattura allo sterno - Passo 3
4

Poiché le fratture di questo tipo non possono essere curate con un gesso, la consuetudine è prescrivere antinfiammatori, analgesici e molto, molto riposo, che è una cosa importantissima per diminuire il dolore ed evitare che il danno si aggravi ulteriormente.

5

Per qualche tempo dopo l'eventuale frattura, non potrai svolgere attività che comportino grandi movimenti per lo sterno, come praticare uno sport per esempio. Tuttavia, alcuni giorni dopo l'infortunio (se il medico ha detto che non è particolarmente grave la situazione) è opportuno fare piccole passeggiate in casa per non lasciare troppo tempo immobilizzato il corpo e far sì che gradualmente inizi il processo di guarigione. È inoltre necessario riposare su un letto comodo e adeguato che permetta di diminuire il dolore anziché aumentarlo.

6

Le fratture allo sterno richiedono un po' di tempo per guarire, si tratta di un recupero lento che richiede attenzione e pazienza. Nel giro di poche settimane è possibile tornare alle proprie attività tenendo a mente alcune considerazioni. Sicuramente non potrai caricare pesi, fare attività con grande movimento o passare molto tempo in ufficio, e ricorda che l'obiettivo è curarti bene per ambire ad una guarigione completa, anche se per fare ciò ci vuole un po' di tempo.

7

È normale che i medici raccomandino la fisioterapia nei casi di frattura allo sterno affinché il paziente possa riacquistare le forze e uno stato di salute completo della regione del petto. Se la guarigione si sta manifestando lentamente, non abbatterti, le sessioni fisioterapiche ti aiuteranno a sentirti meglio. Fortunatamente, solo nei casi di fratture più gravi è consigliato il ricorso alla chirurgia per sistemare lo sterno.

8

È vero che una frattura allo sterno può produrre un dolore molto acuto, ma è molto importante controllare il consumo di analgesici al fine di non sviluppare una dipendenza. Se senti che la situazione va fuori controllo parlane con qualcuno o consulta il tuo medico per ricercare soluzioni alternative.

9

Segui il trattamento per curare la frattura allo sterno, riposa abbastanza e sii paziente. In caso di dubbi, fastidi o dolore troppo intenso non esitare a consultare uno specialista.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare una frattura allo sterno, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come curare una frattura allo sterno

Ti è piaciuto l'articolo?
6 commenti
Sua valutazione:
Salvatore Cala '
Grazie per avermi dato tutte queste informazioni,cosa che questa mattina non ha fatto il medico di base pur avendo visto le radiografie.mia moglie ha avuto dopo una caduta in casa,una frattura scomposta del corpo sternale.ora noi desideriamo sapere ,per dormire qual'è la posizione migliore è non recare più danno.distinti saluti Olga e Salvatore Cala '
marcella
salve sono una donna di 47 anni, ho avuto un incidente stradale e si è fratturato lo sterno, sono passati gia 9 gg ma ancora nn ho riscontrato nessun beneficio nonostante il mio riposo assoluto,vorrei qualche consiglio da parte vs. grazie
Cecilia Natale (Autore/autrice di unCOME)
Salve Marcella, le consigliamo di rivolgersi subito a un medico specializzato perché noi di unCOME non abbiamo la facoltà di effettuare diagnosi né prescrivere trattamenti o terapie. Un saluto dalla redazione di unCOME.
patrizia
Buon giorno cinque mesi fa ho avuto un incidente stradale andando al pronto soccorso mi hanno diagnosticato in trauma toracico e mi hanno detto che xol tempo sarebbe passato ma il dolore al petto persiste ancora il medico di base mi ha detto che e tutto normale ma la mia domanda e come puo essere tutto normale se ho ancora il dolore dopo 5 mesi? Grazie in anticipo attendo una sua risposta saluti patrizia
Michele Bonalumi
Buongiorno Patrizia, in effetti 5 mesi sembrano tanti, ma sicuramente il suo medico ne sa più di me... Se il dolore è uguale a quello dei primi tempi forse faresti bene a consultare un altro medico, se invece si è affievolito aspetta ancora un po' di tempo per vedere se migliora! Un saluto dal team di Uncome!
Michele Bonalumi
Inoltre se pensi che possa essere una frattura dello sterno, potresti richiedere un esame dei raggi x!
Admin
Buongiorno Claudio, difficile poter dare un consiglio non potendo vedere le lastre e non conoscendo la dinamica del trauma. Affidati ai medici che ti stanno curando. Il nostro articolo è pensato per tutto quel che le persone possono fare OLTRE una cura medica appropriata. Saluti e auguri di pronta guarigione.
Claudio
Buon giorno, il 16/04/14 sono stato coinvolto in un sinistro stradale e i medici del pronto soccorso mi hanno diagnosticato un trauma toracico chiuso con frattura dello sterno con contusione toracica, contusioni multiple e politraumi minori.Volevo sapere per guarire al meglio quali esami/ terapie dovevo sottopormi . Ringrazio per il vostro autorevole parere.
Bruno Romiti
Nel 2001 feci un frontale con la mia moto contro lo spigolo del cofano ant battendo violentemente lo sterno . Grande emorragia toracica eliminata con un drenaggio e mesi di riposo. Dopo quel'incidente ho dolori al petto rigidità mattutina del torace nei momenti più acuti fitte al torace .nel periodo invernale questa sintomatologia peggiora . Esiste uno specialista per esporre il mio caso? Grazie

Come curare una frattura allo sterno
1 di 2
Come curare una frattura allo sterno

Torna su