Condividi

Come curare l'occlusione intestinale

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come curare l'occlusione intestinale

L'occlusione intestinale è un'ostruzione del tratto intestinale che impedisce il passaggio delle feci. L'occlusione può essere acuta o grave, quest'ultima è più lenta e a progressione ascendente.Questa ostruzione del tratto intestinale può essere dovuta alla paralisi intestinale caratterizzata da movimenti peristaltici dell'intestino, pertanto, le feci restano ferme. Altre cause dell'ostruzione sono la presenza di calcoli intestinali o intestino stretto.Qualunque sia la causa dell'ostruzione o occlusione intestinale, la sezione dell'intestino resta intrappolata e il sangue non circola normalmente attraverso i vasi, ragion per cui questi si rompono e si produce un'emorragia. Può infine andare in cancrena e verificarsi la rottura della continuità dell'intestino.Il principale sintomo della malattia è la diminuzione delle evacuazioni. All'inizio si tratta di materie dall'odore molto cattivo e di colore giallo, fin quando cessano del tutto. Generalmente altri sintomi sono la presenza di vomito bilioso e verde, gonfiore al ventre per la presenza di gas, sensazione di sete e la presenza di un dolore che inizia nel punto ostruito.I sintomi possono apparire improvvisamente o lentamente.In questo articolo ti spieghiamo come curare l'occlusione intestinale.

Avrai bisogno di:
Potrebbe interessarti anche: Come curare il morbo di Crohn
Passi da seguire:
1

Non devi mangiare, devi solo assumere uno o due sorsi di acqua fresca o a temperatura ambiente ogni 30 minuti.

2

Dovrai applicare impacchi caldi sul punto interessato dove avverti il dolore. Puoi combinare gli impacchi con massaggi fatti con le tue stesse mani.

3

Un altro rimedio utile è l'applicazione di impacchi di acqua argillosa molto caldi o di cataplasmi caldi nella zona del basso ventre. Un cataplasma molto efficace si ottiene mescolando crusca, foglie di cavolo sminuzzate e cipolla tagliuzzata con un po' di acqua facendo bollire per 5 minuti. Otterrai un impasto da estendere a caldo con spessore più o meno di due centimetri tra due garze che dovrai applicare sul tuo addome.

4

Nel caso in cui l'ostruzione sia localizzata nel fegato, è meglio preparare un infuso. Devi versare un litro d'acqua in un recipiente e aggiungere 40 grammi di rizomi e radici di grano comune senza fibre o scaglie, e fare bollire per 15 minuti. Passato questo tempo dovrai colarlo per poterlo bere.

5

Bevine 3/4 litri nel corso della giornata e per 21 giorni. Lo puoi bere freddo o a temperatura ambiente. Puoi bere questo infuso anche se l'ostruzione si trova nella milza.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare l'occlusione intestinale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento su Come curare l'occlusione intestinale

Ti è piaciuto l'articolo?

Come curare l'occlusione intestinale
Come curare l'occlusione intestinale

Torna su