Condividi

Com'è fatto il cavo orale

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 19 gennaio 2017
Com'è fatto il cavo orale

Il cavo orale è situato sotto le fosse nasali ed è limitato in cinque dei suoi sei lati da pareti leggere, vale a dire da tessuti muscolari striati. Gli elementi contenuti nel cavo orale sono: la lingua e i denti. Inoltre, connesse al cavo orale si trovano le ghiandole salivari maggiori: la parotite, la sottomandibolare, i cui condotti escretori si aprono in essa. Riesaminiamo gli elementi del cavo orale.

Potrebbe interessarti anche: Com'è il calendario lunare del 2020

La zona anteriore dal cavo orale

La parete anteriore del cavo orale è composta da labbra, pliche cutaneo-muscolari (muscolo orbicolare) e mucose che delimitano l'apertura orale. La pelle del bordo libero o rosso del labbro è sottile e riccamente irrorato e innervato per permettergli di distinguere la temperatura e la consistenza del cibo.

Com'è fatto il cavo orale - La zona anteriore dal cavo orale

Zona posteriore del cavo orale

La parete posteriore della zona orale o bocca è costituita dal velo palatino, una plica mucosa e muscolare che si inserisce nel palato osseo o duro. Presenta muscoli elevatori e depressori del velo palatino, che gli consentono di funzionare come una valvola che regola il transito di cibo o aria verso la faringe. La parte anteriore o orale del velo palatino è molto sensibile e la sua stimolazione genera nausea. Dalla parte anteriore del velo palatino si diramano verso il basso i pilastri anteriori (palatoglossi) che delimitano l'istmo delle fauci (tra il cavo orale e l'orofaringe) mentre più indietro si trovano i pilastri posteriori (palatofaringei), che delimitano l'istmo nasofaringeo che separa il naso dall'orofaringe. Su ciascun lato, tra il pilastro anteriore e quello posteriore, si trova l'amigdala o tonsilla palatina. Dal bordo inferiore del velo palatino pende un prolungamento mucoso chiamato ugola.

Com'è fatto il cavo orale - Zona posteriore del cavo orale

Pareti laterali del cavo orale

Le pareti laterali della bocca, costituite dalle guance, sono formate da strati cutanei muscolari (muscolo buccinatore) e mucosi dall'esterno all'interno. La mucosa è spessa, biancastra ed è resistente all'attrito delle arcate dentali durante la masticazione. Nello spessore di queste pareti c'è un pannicolo adiposo particolarmente sviluppato nei lattanti e nelle donne.

Zona inferiore del cavo orale

La parete inferiore o pavimento del cavo orale, visibile quando si alza la lingua. È coperta da una mucosa molto sottile e trasparente, che consente di vedere le strutture sottostanti; questa mucosa è talmente sottile che alcuni farmaci possono essere somministrati sublingualmente per assorbimento. Su questo piano della bocca si trova la parte libera della lingua.

Parete superiore della bocca

La parete superiore, parete dura costituita dal palato osseo, è coperta da una mucosa spessa di tipo masticatorio resistente alla pressione del cibo durante la masticazione, ma anche alle alte temperature. Nella zona anteriore del palato si rilevano una serie di rugosità molto caratteristiche.

Le arcate dentali superiore e inferiore separano le due zone del cavo orale. In posizione periferica rispetto alle arcate dentali (tra queste ultime, le guance e le labbra) si trova il vestibolo orale, una fessura molto profonda nella zona anteriore. In posizione centrale rispetto alle arcate si trova il cavo orale, propriamente detto, dove alloggia la lingua. Queste due regioni, vestibolo e cavo orale, sono collegate dallo spazio retromolare, situato dietro gli ultimi molari.

La lingua

La lingua è un organo costituito da muscoli striati e coperto da mucosa. La mucosa della porzione dorsale è altamente specializzata perché ricoperta di papille linguali di varie forme (filiformi, fungiformi, caliciformi), e di ricettori gustativi. La lingua presenta una zona posteriore fissa e una zona anteriore mobile, che si trova sul pavimento della bocca.

Nella lingua si trova uno scheletro osteofibroso, composto da una struttura aponeurotica che dall'osso ioide si estende fino alla punta della lingua. Su questo scheletro sono fissati i muscoli intrinseci ed estrinseci. La muscolatura intrinseca è rappresentata da fibre muscolari longitudinali e trasversali la cui contrazione determina cambiamenti nella forma della lingua. Alla muscolatura estrinseca è composta da muscoli che dalle strutture vicine come l'osso ioide (muscolo ioglosso), la mandibola (muscolo genioglosso), il palato (muscolo palatoglosso) e il cranio (muscolo stiloglosso) si diramano fino alla lingua. Questi muscoli sono responsabili dei movimenti escursivi della lingua.

Com'è fatto il cavo orale - La lingua

Se desideri leggere altri articoli simili a Com'è fatto il cavo orale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Formazione.

Scrivi un commento su Com'è fatto il cavo orale

Ti è piaciuto l'articolo?

Com'è fatto il cavo orale
1 di 4
Com'è fatto il cavo orale

Torna su