Condividi

Cos'è l'ultracavitazione

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 27 ottobre 2017
Cos'è l'ultracavitazione

Sicuramente avrai sentito parlare della liposuzione senza chirurgia, un trattamento che offre i vantaggi di questo intervento senza dover passare attraverso il bisturi. Beh, si tratta dell'ultracavitazione, il trattamento estetico più innovativo per rimuovere il grasso localizzato, ridurre le misure e migliorare l'aspetto della cellulite.

L'ultracavitazione è l'ultima novità della medicina estetica per chi desidera aiutarsi nel processo della perdita di peso o per chi vuole solamente modellare il corpo evidenziando la vita, diminuendo lo spessore dei rotoli o liberandosi per sempre della pancia. Se vuoi sapere in cosa consiste l'ultracavitazione, quali sono i suoi risultati e cosa si fa in una seduta, leggi attentamente questa nota di unCome.

Potrebbe interessarti anche: Come perdere peso con la pressoterapia

Cos'è la ultracavitazione?

L'ultracavitazione è un trattamento estetico ultrasonico più potente di un ultrasuono convenzionale come quello utilizzato per le ecografie addominali. Consiste nell'applicare nella zona da trattare una testina ultrasonica speciale, che formerà bolle all'interno del tessuti grassi; bolle che esploderanno per liberare il contenuto degli adipociti (cellule grasse).

L'ultrasuono dell'ultracavitazione è diverso da quelli convenzionali a causa della frequenza che irradia (40khz) e per la bassa potenza (40W), responsabile della formazione delle bolle e della rottura delle cellule grasse. Rotti gli adipociti, il grasso viaggia nel sistema linfatico e viene espulso attraverso feci e urina, il che dà luogo a risultati rapidi da osservare.

Un altra nuova tecnica per bruciare i grassi è la carbossiterapia, ne hai già sentito parlare?

Cos'è l'ultracavitazione - Cos'è la ultracavitazione?

In cosa consiste la seduta di ultracavitazione

Nella prima sessione di ultracavitazione il medico specialista determinerà da quale zona è meglio iniziare. Applicherà un gel sulla pelle e procederà a passare la testina dell'ultrasuono sulla cute. L'ultracavitazione è indolore, non invasiva e molto comoda da realizzare.

Dopo la seduta di ultracavitazione la persona deve bere almeno 2 litri di acqua per stimolare il sistema linfatico e accelerare il processo di espulsione del grasso. Non esiste nessuna indicazione o riposo dopo il trattamento, per cui la persona può proseguire la sua vita in maniera normale. Non si producono effetti collaterali.

Il numero di sedute necessarie varia a seconda dei requisiti della persona e quantità di grasso localizzato. È raccomandabile realizzare 8 sedute in 3 mesi, tuttavia questa indicazione la può proporre solo lo specialista. Nella foto potete vedere la macchina per l'ultracavitazione.

Cos'è l'ultracavitazione - In cosa consiste la seduta di ultracavitazione

Risultati dell'ultracavitazione

I risultati dell'ultracavitazione si possono vedere fin dalla prima seduta, poiché l'espulsione di grasso attraverso il sistema linfatico consente la rapida riduzione delle misure. Tuttavia, per ottenere risultati più rapidi si raccomanda di effettuare massaggi linfatici, i quali stimoleranno il transito del grasso fino all'urina e alle feci per facilitarne l'espulsione.

I risultati attesi dall'ultracavitazione sono:

  • diminuzione della buccia di arancia a causa della rottura delle cellule che la producono, migliore circolazione
  • riduzione delle misure
  • perdita di grasso localizzato
  • aspetto migliore della pelle.

L'ultracavitazione è pensata per l'eliminazione del grasso ma non per combattere la flaccidezza, per cui molti esperti raccomandano di integrare il trattamento con sedute di radiofrequenza.

Cure necessarie e precauzioni

Anche se l'ultracavitazione non propone l'uso di anestesia, è un trattamento ambulatorio e non comporta effetti collaterali, ci sono alcune cure da prendere in considerazione. Fare esercizio e seguire una dieta ipocalorica aiuterà il trattamento a essere più efficace, a far notare meglio i risultati e a bruciare più grassi, senza contare che è l'unico modo di evitare di perdere gli effetti dell'ultracavitazione.

Questo trattamento, come tutti, ha le sue eccezioni, per cui NON si raccomanda l'ultracavitazione alle donne incinte, persone con protesi metalliche, ferite aperte, cancro, sovrappeso importante, malattie renali o al fegato.

L'ultracavitazione non lascia segni, non produce calore sulla pelle, va eseguita con un prodotto ultrasonico specializzato, non fa male, non ha conseguenze a breve e lungo termine, non causa ferite, non danneggia la pelle né le ossa e l'unico modo per evitare effetti negativi come quelli citati è andare da un medico specializzato in estetica per effettuare il trattamento.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos'è l'ultracavitazione, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Peso forma e cura del corpo.

Scrivi un commento su Cos'è l'ultracavitazione

Ti è piaciuto l'articolo?

Cos'è l'ultracavitazione
1 di 3
Cos'è l'ultracavitazione

Torna su