menu
Condividi

È ereditario il Parkinson?

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 3 novembre 2017
È ereditario il Parkinson?

Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa che colpisce gran parte della popolazione adulta tra i 40 ai 70 anni. Si tratta di una delle malattie del sistema nervoso che colpiscono i più anziani e le cui cause sono ancora sconosciute dalla comunità scientifica. Tuttavia ci sono alcune ipotesi e, tra di esse, il fatto che possa essere una malattia ereditaria. In questo articolo di unCome chiariamo i tuoi dubbi e rispondiamo alla domanda se il Parkinson è ereditario.

Potrebbe interessarti anche: Come sapere se una persona ha il Parkinson

Il morbo di Parkinson

Il Parkinson è una malattia che si manifesta in maniera lenta e progressiva e per la quale non esiste ancora una cura specifica. Anche se non ci sono rimedi, esistono trattamenti farmacologici che contribuiscono a ridurre i sintomi del Parkinson e a rendere migliore la vita del malato.

Quando una persona soffre di Parkinson, la materia grigia del cervello che si occupa di coordinare i movimenti del corpo è compromessa dalla malattia. In questa regione cerebrale sta la dopamina, una sostanza chimica essenziale che permette al nostro cervello di controllare i movimenti; il Parkinson colpisce direttamente questa sostanza abbassandone i livelli e causando il tremore nel paziente.

Vi sono molte teorie sul Parkinson ma, anche se non si conoscano le cause precise della malattia né come combatterla, è risaputo che non è contagiosa; tenendo conto di quanto detto, si può baciare, abbracciare e stare a contatto con una persona con Parkinson. Ciò che invece che è certo è che, oltre al tremore, i pazienti subiscono un rallentamento nei movimenti che li rende molto più lenti del solito nello svolgimento di azioni comuni come cucinare, pulire e lavarsi. Questa lentezza si osserva anche nella conversazione perché queste persone ci mettono più tempo a rispondere: non è che il Parkinson incida sull'udito, ma la comprensione cerebrale è più lenta e, pertanto, lo è anche la capacità di risposta.

Attualmente esistono trattamenti specifici che aiutano una persona con Parkinson ad avere una vita più o meno normale senza che le aspettative di vita si riducano. Ciò è stato un passo importante nel mondo scientifico poiché, fino a pochi anni fa, non esistevano farmaci che aiutassero a convivere con la malattia senza osservarne i danni.

È ereditario il Parkinson? - Il morbo di Parkinson

Il morbo di Parkinson è genetico?

La risposta a questa domanda è ambigua poiché esiste un morbo di Parkinson familiare in cui membri della stessa famiglia possono sviluppare questa malattia per motivi genetici; tuttavia, solo un 10% dei malati hanno il Parkinson ereditario, mentre nel rimanente 90% l'origine della malattia è sconosciuto.

Il morbo di Parkinson può essere di origine genetica ma non è uno dei fattori più comuni e pochissime persone nel mondo sono affette da questa malattia. Questa causa genetica consiste nel fatto che i membri di una famiglia si trasmettono l'incapacità delle cellule del cervello di gestire lo stress biologico. Per ereditare il morbo di Parkinson è sufficiente che uno dei genitori abbia la malattia, ma si può anche trasmettere attraverso rami della famiglia più ampi: da zii, nonni, cugini, eccetera.

È ereditario il Parkinson? - Il morbo di Parkinson è genetico?

Possibili cause del morbo di Parkinson

Abbiamo già affermato che le cause precise per la comparsa del morbo di Parkinson sono ancora ignote. Tuttavia, i ricercatori parlano di alcune possibilità facendo studi e confrontando casi di pazienti che soffrono di questa malattia. In questo modo, possiamo parlare di eventuali cause del morbo di Parkinson che sono le seguenti:

  • Una delle cause può consistere in uno squilibrio chimico nel cervello, un aspetto che fa sì che alcune cellule muoiano. Ciò è dato dall'esposizione delle persone a i prodotti agrochimici, normalmente in zone rurali o che entrano in contatto con un prodotto contaminato.
  • Si è anche rilevato che uno dei fattori che possono provocare il Parkinson è il consumo di droghe perché colpiscono direttamente il cervello.
  • La genetica, come abbiamo già detto, può anche essere una causa del morbo di Parkinson anche se sono pochissimi i casi a livello mondiale che registrano questa malattia.

Curare il morbo di Parkinson

Una volta che è stato diagnosticato il Parkinson, il medico deve prescrivere un trattamento specifico per poter alleviare i sintomi della malattia. Ma, oltre a questi farmaci, il paziente deve condurre una vita sana e avere cura del proprio corpo:

  • Alimentazione nutriente ricca di vegetali, frutta a guscio e frutta.
  • Praticare attività o hobby che piacciono al malato per far sì che si mobiliti e mantenga attivo il proprio corpo.
  • Esercizi leggeri per mantenere il corpo sano: è importante muovere i muscoli per evitare che si atrofizzino.
È ereditario il Parkinson? - Curare il morbo di Parkinson

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a È ereditario il Parkinson?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?

È ereditario il Parkinson?
1 di 4
È ereditario il Parkinson?

Torna su