Condividi

Come curare la salvia

 
Di Chiara Perretti. Aggiornato: 10 ottobre 2017
Come curare la salvia

La salvia è una pianta originaria di alcune zone dell'Europa con clima temperato e, oggi, è diventata una delle erbe più usate a fini medicinali a causa delle numerose proprietà che le si sono attribuite da molti secoli. Spicca in particolare per i suoi effetti antinfiammatori e per essere eccellente per i pazienti con diabete o chi soffre di problemi digestivi. Se vuoi beneficiarti di tutte le sue virtù e vuoi coltivarla tu stesso, presta attenzione a questo articolo di unCome in cui ti spieghiamo come curare la salvia in tutti i dettagli.

Potrebbe interessarti anche: Come curare un bambù
Passi da seguire:
1

In primo luogo e prima di dettagliare le cure che richiede la pianta della salvia è necessario prestare attenzione a come piantarla per garantire che cresca correttamente. Fondamentalmente, si tratta di una pianta che può essere coltivata a partire dai semi o da piantine all'aria aperta o in vaso. In ogni caso, devi tenere presente che la salvia richiede terreni neutri o un po' calcarei e sabbiosi che favoriscano un drenaggio ottimale e una buona circolazione dell'aria. Vanno evitati i terreni acidi e pesanti.

2

Se vuoi piantare la salvia in vasi, è importante che questi siano sufficientemente ampi in modo che le radici di sviluppino bene. È consigliato che i vasi abbiano almeno circa 25 o 30 cm di larghezza e che le talee siano disposte in fila con una separazione tra loro di 20 cm circa. La terra che usi deve essere ben concimata affinché la pianta riceva il potassio, l'azoto e il fosforo necessario per una crescita forte. Ti consigliamo di consultare il nostro articolo su Come piantare la salvia per sapere tutti i passi da seguire per coltivarla.

Come curare la salvia - Passo 2
3

Per quanto riguarda le cure della salvia, in primo luogo è opportuno sapere che la temperatura ideale per la sua crescita è sopra i 15 gradi, per cui si tratta di una pianta che richiede un ambiente caldo e una buona illuminazione, anche se l'incidenza diretta del sole non è consigliata. È meglio posizionare la salvia in un luogo illuminato con penombra e, se devi metterla dentro casa, cerca una finestra o una terrazza attraverso cui entri abbastanza luce. Fai in modo che ci sia anche una buona circolazione dell'aria.

4

L'irrigazione della salvia deve essere moderata assicurandoti che non siano presenti ristagnamenti nel terreno o vaso, dato che questi sono una delle principali cause della morte di questo tipo di piante e rischiano di provocare la putrefazione interna delle radici. Si raccomanda di mantenere il terreno umido quando la pianta è ancora piccola, ma quando cresce si deve limitare solamente a quando osservi che il terreno o sostrato è completamente asciutto.

5

La fertilizzazione della salvia è un altro aspetto da tenere a mente perché cresca sana e poter dare, successivamente, alle foglie gli scopi culinari o medicinali che vuoi. Si tende a usare un concime liquido ben diluito in acqua di irrigazione una volta ogni 15 giorni in primavera ed estate, al contrario, in autunno e inverno l'applicazione di concime va sospesa. È più favorevole per la salvia che il concime sia molto ricco di azoto, fosforo, potassio, nonché che contenga altri componenti come magnesio, ferro, manganese, rame, zinco, boro e molibdeno.

6

La pianta della salvia può essere attaccata da diversi tipi di insetti come la mosca bianca, gli acari, i bruchi o le lumache ma se è stata coltivata all'interno generalmente basterà spruzzare con un tubo per il tempo sufficiente a permettere all'acqua di spazzare questi animaletti. Se questo metodo non funziona, si raccomanda di passare una spugna o un cotone imbevuto di alcool sulle parti interessate.

Come curare la salvia - Passo 6

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare la salvia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Giardinaggio e piante.

Scrivi un commento su Come curare la salvia

Ti è piaciuto l'articolo?

Come curare la salvia
1 di 3
Come curare la salvia

Torna su