Condividi

Come costruire una cabina armadio fai da te

Di Valentina. Aggiornato: 10 ottobre 2017
Come costruire una cabina armadio fai da te
Immagine: Ikea.com

Perché acquistare un armadio quando si può aver una cabina armadio? Tutta per sé, organizzata come meglio vogliamo, con tanti ripiani, suddivisioni, soluzioni per contenere ogni prezioso capo del nostro abbigliamento, da non condividere con nessuno, per scegliere in intimità quello che sarà il look della giornata, per esprimere la nostra personalità agli altri ed essere pienamente sé stessi? Ed allora su uncome.it vi suggeriamo quello che molte grandi superfici specializzate, come Ikea, Leroy Merlin, Bon Prix, hanno ideato per aiutarvi a realizzare il sogno di possedere una cabina armadio fai da te.

Potrebbe interessarti anche: Come si usa il bitume di giudea
Passi da seguire:
1

Per mettere in pratica questo progetto, basta avere poco spazio, chiudendo la stanza guardaroba con leggere pareti in cartongesso, oppure con tende o veneziane. Gli arredi interni possono allo stesso modo essere economici. Bisogna valutare la posizione delle porte e delle finestre e prendere le misure della stanza. E’ necessario che ci sia un angolo di due metri per un metro e 30 centimetri per creare una stanza dedicata al guardaroba. Con una profondità di 130 centimetri si può usufruire anche di tutta la lunghezza della parete. Si può ipotizzare di porre la cabina armadio anche in un ripostiglio o in un corridoio ampio. Il materiale usato può essere il pino grezzo massiccio, con barre appendiabiti montate, cassetti su ruote e molti ripiani dove appoggiare scatole, vestiti, biancheria.

2

Un’altra idea è questa: la parete può essere chiusa dalle veneziane in metallo, sostituendo l’armadio in modo economico. Nella parte superiore, dietro le veneziane, vengono fissati a muro due sistemi con bastoni appendiabiti a saliscendi. A 120 centimetri di altezza vengono posizionate delle mensole per accessori e magliette, al di sotto invece alcune cassettiere su ruote su cui porre la biancheria ed i maglioni, tenuti lontani così dalla polvere. Una terza opzione riguarda la parete dietro al letto con l’attrezzatura interna composta da un tubo appendiabiti e delle cassettiere in legno realizzare con il bricolage. Si può usare il corridoio che porta alla zona notte della casa trasformandolo in cabina armadio, con la chiusura di una tenda.

3

La parete dietro il divano, se è in cartongesso, può essere reimpiegata per creare una piccola cabina armadio con soli 130 centimetri del soggiorno. Si arriva ad essa tramite una porta scorrevole nascosta dalla carta da parati. Si può chiudere con una tenda rossa la parete per fare arredamento. Si potrebbe optare anche per coprire la cabina armadio con le tende a pannello, riempiendola con ripiani e moduli di un sistema componibile in laminato di betulla, facendo sparire la cabina armadio appena si chiudono le tende. Esistono sistemi regolabili in altezza che vanno da due metri e 10 centimetri a tre metri e 30 centimetri che sfruttano lo spazio in verticale. Una soluzione prevede anche una cabina armadio posta sotto il letto a castello e chiusa da una tenda, consigliata per la camera dei bambini se di ridotte dimensioni.

4

Per realizzare praticamente la cabina armadio, si deve partire dalla struttura, costituita da un’orditura metallica composta da profilati metallici a C ed a U, che servono come montanti e come guida. E’ altamente consigliabile disegnare su carta millimetrata il progetto, avendo la possibilità di risolvere eventuali incongruenze. Usando il filo a piombo e lo scotch gommato si possono tracciare le linee che rappresentano le posizioni delle pareti, con un interasse di 60 centimetri tra i montanti. Si fissano quindi i profilati tra loro con una punzonatrice o una rivettatrice, dopo aver forato le guide ed i montanti. Ci sono in commercio alcuni montanti preforati in cui far passare i cavi elettrici per illuminare la cabina armadio. Per le pareti si devono usare lastre in cartongesso che si avvitano all’orditura in base ad alcune regole fondamentali: le lastre devono essere sollevate almeno dieci millimetri da terra, con un pedale alzalastre.

5

Con un avvitatore, quindi, si fissano le lastre alla struttura tramite viti autoperforanti, in modo che siano perfettamente aderenti ad essa; ciò ha lo scopo di agevolare la copertura delle giunture in fase di finitura. Si può infine dipingere la cabina armadio in base alle pareti della stanza. Anzitutto si devono eliminare le imperfezioni con lo stucco ed il nastro microforato per le giunture, carteggiare fino ad ottenere una superficie liscia ed omogenea, pulire e spolverare la superficie, quindi passare alla pittura da interni oppure alla carta da parati, al decoupage, al trompe l’oeil. Se si desidera preparare il fondo su cui poi applicare la decorazione, si deve fare una passata di isolante vinilico che permette alla pittura di fissarsi bene alle pareti.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come costruire una cabina armadio fai da te, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Bricolage e arredamento.

Scrivi un commento su Come costruire una cabina armadio fai da te

Ti è piaciuto l'articolo?

Come costruire una cabina armadio fai da te
Immagine: Ikea.com
Come costruire una cabina armadio fai da te

Torna su