Condividi

Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 17 ottobre 2017
Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda

Pubblicità e propaganda sono due parole che comunemente sono utilizzate in maniera indistinta e come sinonimi, ma la verità è che si tratta di due attività diverse. Gli obiettivi pubblicitari e propagandistici sono diversi, per cui non va confusa un'azione con l'altra. È importante sapere a cosa si riferisce ciascun termine per poterli utilizzare con proprietà ed è per questo che su Uncome vogliamo spiegarti qual è la differenza tra pubblicità e propaganda.

Potrebbe interessarti anche: Qual è la differenza tra lordo e netto

Pubblicità

Si intende per pubblicità tutte le azioni intese a fare diffusione di un prodotto o un servizio allo scopo di attirare acquirenti o utilizzatori. La pubblicità è inclusa dentro le 4 P del marketing e il marketing mix, e la sua finalità è principalmente commerciale.

Quindi, figurano dentro la pubblicità un gran numero di attività o tecniche che hanno lo scopo di pubblicizzare il prodotto o servizio e promuoverne il consumo o vendita:

  • Spot o annunci televisivi
  • Pubblicità radiofonica
  • Annunci stampati sui giornali
  • Pubblicità online
  • Pubblicità esteriore (trasporto pubblico, manifesti, ecc.)
  • Product placement o piazzamento di prodotti
  • Pubblicità presso il punto di vendita
  • Branding
  • Sampling o prodotti campione
  • Azioni di marketing di guerriglia
Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda - Pubblicità

Propaganda

Al contrario, la propaganda abbraccia le azioni che hanno come obiettivo catturare adepti o influire sull'atteggiamento delle persone, vale a dire, ci si aspetta di convincere il pubblico affinché adotti un determinato atteggiamento o aderisca a un determinato gruppo o convinzione.

La propaganda non è legata al settore commerciale ma in larga maggioranza a questioni:

  • Politiche: campagna elettorale, acquisizione di affiliati e simpatizzanti, ecc.
  • Ideologiche: ONG, associazioni, forze armate
  • Religiose: conversione dei fedeli alle religioni e sette

Non si deve confondere la pubblicità istituzionale con la propaganda, in quanto si tratta di quei messaggi che il Governo di un paese rivolge ai suoi cittadini allo scopo di promuovere comportamenti o valori, informare su diritti e obblighi della società, ecc. Questo tipo di pubblicità non mira a una vendita o contrattazione ma non si aspetta nemmeno alcun tipo di adesione; è utilizzata per stabilire una comunicazione tra il settore pubblico e la cittadinanza.

Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda - Propaganda

Differenze tra pubblicità e propaganda

Anche se in alcuni paesi si usano i termini pubblicità e propaganda indistintamente e come sinonimi, la verità è che non è corretto. Ci sono chiare differenze tra i due:

  • Le azioni pubblicitarie o di pubblicità si aspettano il consumo o assunzione di un bene o servizio, quelle propagandistiche o di propaganda hanno per obiettivo l'adesione a un'ideologia o un cambiamento di atteggiamento.
  • La pubblicità riguarda l'ambito commerciale, la propaganda fondamentalmente, quello politico, ideologico e religioso.
  • Mentre l'obiettivo della pubblicità è sempre quello di ottenere una vendita di un bene o servizio, la finalità della propaganda non è forzatamente legata a uno scambio monetario diretto.

Se desideri leggere altri articoli simili a Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Economia e affari.

Scrivi un commento su Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda

Ti è piaciuto l'articolo?

Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda
1 di 3
Qual è la differenza tra pubblicità e propaganda

Torna su