Condividi

Cos'è e come funziona un avallo bancario

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Cos'è e come funziona un avallo bancario

Accade sempre più spesso di vedere la figura dell'avallo bancario in alcuni contratti; se prima questo tipo di avalli erano ricorrenti solo in alcuni momenti, come in un prestito, ora li si trova anche in molti contratti di affitto, soprattutto a causa dei problemi di mancati pagamenti nella crisi economica mondiale. Per questo motivo è estremamente importante sapere cos'è e come funziona un avallo bancario.

Che cos'è un avallo bancario?

È una garanzia bancaria che assicura il rispetto di un determinato obbligo economico. Possiamo dire che il sistema funziona come un'assicurazione, perché se la persona alla quale si avalla non risponde economicamente, il garante deve farsi carico dei suoi obblighi finanziari.

Scopo dell'avallo bancario

Esistono diverse finalità per questo tipo di avallo. Da un lato, quello di garantire un prestito, che in altro modo non potrebbe essere concesso per mancanza di beni o denaro con cui rispondere da parte del garantito. Si usa anche per avallare le imprese nei confronti di terzi. Inoltre, come spiegato al principio, questi avalli stanno diventando sempre più frequenti nei contratti di affitto.

Richiesta dell'avallo bancario

Il cliente e richiedente dell'avallo dovrà essere il responsabile di avere conferma di una linea di rischio di commercio esterno che sarà utilizzata per l'importo dell'avallo. Dopo, il cliente dovrà occuparsi di temi importanti quali la durata dell'avallo, l'importo massimo da pagare, le disposizioni del pagamento, obblighi oggetto dell'avallo e i dati del richiedente.

Consegna dell'avallo al cliente

Dopo questi passi e in base alle condizioni stabilite, l'istituto bancario emetterà l'avallo o garanzia. Successivamente, la banca trasmetterà l'avallo al beneficiario, sempre con le condizioni concordate.

Commissioni della banca

Nel caso della banca garante, si prenderà una parte nell'operazione. L'istituto coprirà la commissione bancaria per concludere il contratto e mantenere l'avallo. Il quantitativo da prendere è riconosciuta dalla Banca d'Italia. Pertanto, avranno una commissioni d'indagine, una percentuale sull'importo chiesto che ha un minimo per operazione. Inoltre, riceverà anche una commissione d'apertura, sulla quantità dell'avallo, nonché la commissione per il rischio, un extra sull'importo ma basato su fattori quali il termine, il tipo e rischio dell'avallo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos'è e come funziona un avallo bancario, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Finanza personale.

Scrivi un commento su Cos'è e come funziona un avallo bancario

Ti è piaciuto l'articolo?

Cos'è e come funziona un avallo bancario
Cos'è e come funziona un avallo bancario

Torna su