Condividi

Come leggere il Cud

Di Simona Scardino. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come leggere il Cud

Il Cud è il Certificato Unico Dipendente cioè la certificazione rilasciata dal datore di lavoro o l' ente pensionistico al lavoratore o al pensionato.

Il Cud assume una grande importanza sia per la conoscenza da parte del lavoratore dei redditi percepiti e dei contributi previdenziali maturati che per la necessità dello stesso per la compilazione dell'eventuale dichiarazione dei redditi.

Ma come bisogna leggere il Cud?

Uncome.it vi aiuta a leggere i dati, esaminandone i vari campi presenti.

I Campi

Il Cud presenta la prima facciata in cui sono indicati i dati, compresi di codice fiscale e indirizzo della sede legale, del datore di lavoro, dell' ente pensionistico o altro istituto d'imposta.

Segue la Parte A, i "Dati Generali" in cui sono indicati il nome, cognome, codice fiscale, data di nascita e domicilio del dipendente o pensionato.

La Parte B, quella dei "Dati Fiscali" prevede il riepilogo dei redditi corrisposti e le ritenute operate.

Ma come si leggono i dati in questa sezione?

Il reddito lordo è indicato nel campo 1, le ritenute Irpef nel campo 5, l'addizionale regionale all'Irpef nel campo 6.

L'addizionale comunale all'Irpef è eventuale, in quanto solo alcuni Comuni in Italia la applicano, nel caso in cui il Comune di residenza del lavoratore o del pensionato non applichi l'addizionale comunale all'Irpef, tale campo rimarrà vuoto.

Sempre nella Parte B sono elencate l'imposta lorda (campo 101), le detrazioni per i carichi della famiglia (campo 102) e del lavoro dipendente, pensioni e redditi assimilati (campo 107). Il totale di tali detrazioni sarà specificato nel campo 113 del Cud.

Le verifiche da effettuare

Una prima verifica della correttezza dei dati che si può fare è:

- la somma dei carichi della famiglia e del lavoro dipendente, pensioni e redditi assimilati deve coincidere con il totale delle detrazioni (Es. Le voci 102 e 107 sommate dovranno dare la voce 113).

- la differenza tra l'imposta lorda (la voce del campo 101) e il totale delle detrazioni (campo 113) deve essere uguale alle ritenute Irpef applicate (campo 5).

È importante leggere i dati e verificarli e sapersi muovere nell'eventualità di un errore presente nel modello. In questo caso bisognerà avvertire subito il datore di lavoro o l'ente pensionistico perché un Cud non corretto genera la richiesta di documentazione o l'invio di comunicazioni di irregolarità da parte dell' Agenzia delle Entrate.

 

 

Se desideri leggere altri articoli simili a Come leggere il Cud, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Economia e affari.

Scrivi un commento su Come leggere il Cud

Ti è piaciuto l'articolo?

Come leggere il Cud
Come leggere il Cud

Torna su