Condividi

Come curare l'eiaculazione ritardata

Di Giorgio Gattoni. Aggiornato: 24 gennaio 2017
Come curare l'eiaculazione ritardata

Si è parlato molto dell'eiaculazione precoce e delle sue conseguenze sui rapporti sessuali, ma esiste anche un problema diverso, cioè quello opposto, di cui si parla molto poco, l'eiaculazione ritardata. Anche se detto cosí puó sembrare qualcosa di favoloso, in realtá puó avere ripercussioni negative sullla vita sessuale, perchè la compagna potrebbe pensare che l'uomo non prova piacere se necessita troppo tempo per raggiungere il climax o addirittura non vi riesce. Su uncome.it cercheremo di fare un pó luce sull'argomento dell'eiaculazione ritardata e come curarla.

Potrebbe interessarti anche: Come controllare l'eiaculazione

La durata di un rapporto (media)

Molte persone si chiedono quale dovrebbe essere la durata ideale di un rapporto sessuale perchè sia piacevole per entrambi i partner. Un gruppo di ricercatori dell'universitá statunitense di Penn hanno svolto una ricerca per verificarlo. Secondo quanto affermano il coito, e si intende la penetrazione senza considerare i preliminari , per essere piacevole e soddisfacente deve durare tra i 7 e i 15 minuti, anche se molte volte i rapporti standard durano tra i 3 e i 7 minuti. Se il rapporto dura piú di 20 minuti si cosnidera troppo lungo, cosa che puó generare problemi.

Occorrenza occasionale

Molte volte si possono verificare casi di eiaculazione ritardata occasionale dovuta a fattori contingenti che si verificano in una data situazione come il non essere totalmente 'presi' nell'atto, il cambio costante di posizoni che fa perdere il ritmo, il sesso che non vi da il piacere sperato, la persona che non lo fa in maniera a voi piacevole. Questo tipo di situazioni sono un evento e non la norma, a tutti gli uomini puó succedere, viceversa se diventa un fatto frequente bisogna cominciare ad occuparsene.

L'eiaculazione ritardata per motivi fisici

Come l'eiaculazione precoce, l'eiaculazione ritardata puó essere la risposta del nostro organismo a determinate condizioni di salute, ad esempio il consumo di certi medicinali o droghe, alcol, diabete non curato o la conseguenza di qualche operazione chirurgica. Tutti questi fattori potrebbero influire sulla risposta davanti allo stimolo sessuale impedendo all'uomo di raggiungere l'orgasmo.

L'eiaculazione ritardata per motivi psicologici

In alcune occasioni la volontá di dimostrare la propria virilitá, la cosiddetta ansia da prestazione, idee erronee sui comportamenti da tenere a letto, o , al contrario la paura di eiaculare dovuta ad un comportamento restrittivo possono portare l'uomo all'eiaculazione ritardata.

In altri casi questo tipo di problema puó essere dovuto alla mancanza di desiderio verso il partner. In realtá sono eccezionali i casi di uomini che non hanno mai sperimentato un orgasmo, ma gli specialisti concordano sul fatto che nella maggior parte dei casi il mancato raggiungimento del climax è dovuto a condizioni psicologiche.

Cura

Per risolvere il problema dell'eiaculazione ritardata ci sono vari tipi di trattamenti, peró è consigliabile rivolgersi ad un sessuologo o altro specialista. Se il problema è dovuto ad una situazione fisica si dovranno fare le analisi del caso per trovare la soluzione più adeguata.

Nel caso di problemi psicologici un terapista è la soluzione migliore. Anche la compagna svolge un ruolo determinante nell'aiutare l'uomo a sentirsi piú a suo agio o disinibito o eccitato, per cui parlare dell'argomento in coppia è sicuramente la cosa migliore. È importante che il soggetto torni ad associare l'eiaculazione come il culmine del piacere, il climax, per riuscire a vincere tutte le barriere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come curare l'eiaculazione ritardata, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Relazioni sentimentali.

Scrivi un commento su Come curare l'eiaculazione ritardata

Ti è piaciuto l'articolo?
3 commenti
antonio
ho 49 anni e da quando ero ragazzo ho sempre avuto il problema della eiaculazione precoce fino a circa due anni fa. Da circa due anni il problema si e' invertito, ho l'eiaculazione ritardata e soprattutto non riesco ad eiaculare in vagina ma solo attraverso una forte masturbazione manuale. Devo aggiungere che da molti anni assumo ansiolitici in particolare il lorazepam e proprio da circa due anni la dose giornaliera e di circa 10mg al giorno. Vorrei gentilmente sapere come posso risolvere il problema. Grazie.
Michele Bonalumi
Ciao Antonio, come avrai letto nel nostro articolo di Uncome l'uso dei medicinali può essere causa di eiaculazione ritardata, quindi dovresti spiegare il problema al medico che te lo prescrive per trovare un'alternativa o soluzione. Un saluto!
figaro
Se hai un problema con l'eiaculazione precoce o disfunzione erettile . Allora il nostro sito è per voi , qui si può ordinare qualsiasi afrodisiaci senza prescrizione medica . Consegna veloce , più di 6 anni di esperienza in tutto il mondo . Vieni da noi - vi aiuteremo http://e-wartrolreviews.com/pills
Domenico
ho 74 anni ,per sopperire all'usura dell'età vado avanti con yestosterone e cialis più caverjek, ma da tempo non ho il necessario stimolo nervoso che mi faccia eiaculare presto e in vagina,ora eiacilo con massturbazioni della donna e a fatica,ci sono farmci che aumentino al momento lo stimolo nervoso?

Come curare l'eiaculazione ritardata
Come curare l'eiaculazione ritardata

Torna su