Condividi

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione

 
Di Chiara Perretti. 3 febbraio 2020
Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione

Vuoi raggiungere il massimo del piacere masturbandoti? Come per il sesso, ci sono molti modi diversi per darsi piacere e in questo articolo di unCome scopriremo alcuni dei migliori. Dall'uso di lubrificanti all'intorpidimento della mano per farla sembrare quella di qualcun altro, ci sono molte tecniche di masturbazione per uomini che vi aiuteranno ad esplorare al meglio il vostro corpo e il piacere sessuale. Pronti per provarle?

Combinazione di elementi

Il piacere che si può ottenere con la masturbazione maschile può variare molto poiché dipende dalla maniera in cui stimolerai i genitali, potrai ottenere un'infinità di sensazioni differenti. La pressione, il raggio del movimento e la velocità con cui vi masturbate vi daranno ogni volta un piacere diverso.

Potete scegliere di ritardare l'eiaculazione per mantenere l'eccitazione al massimo, oppure potete provare nuovi materiali e strumenti. Continua a leggere per saperne di più!

Usa lubrificanti

Iniziamo con una tecnica molto popolare e divertente. Si tratta di utilizzare lubrificanti (oli essenziali, vaselina, ecc.) e di spalmarli sul pene. Quando ti masturberai sentirai che la sensazione è molto più soffice, scivolosa e diversa, così avrai un'esperienza nuova e piacevole. Questa tattica è adatta a tutti i tipi di uomini, dai più giovani ai più adulti, in quanto è molto facile da praticare e la sensazione è davvero spettacolare.

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione - Usa lubrificanti

Anche i testicoli vogliono la loro parte

Uno dei modi più stimolanti per provare piacere quando ci si masturba è quello di combinare il movimento del pene con le carezze e la pressione sui testicoli. Una buona tattica è quella di afferrare i testicoli e premerli delicatamente per sentire il formicolio dello sperma pochi secondi prima di essere espulso nell'orgasmo. Da provare assolutamente!

Gioca a trattenere l'orgasmo

Un'altra tecnica che si può provare quando ci si masturba è quella di effettuare dei cambi di ritmo e, soprattutto, di poter smettere di toccarsi un attimo prima di eiaculare. Ritardando l'orgasmo sarete in grado di prolungare l'eccitazione e quando, in seguito, lo otterrete, sarà molto più intenso.

Si consiglia di aspettare un attimo che l'erezione si abbassi un po' per recuperarla; se si continua subito, si provocherà un orgasmo molto rapidamente e non si otterrà la stessa sensazione. Gioca e trattieni l'orgasmo fino a 4 volte, impazzirai!

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione - Gioca a trattenere l'orgasmo

Hai mai pensato ai cuscini?

Una delle tecniche di masturbazione più efficaci per gli uomini è quella che lascia da parte il contatto diretto con la mano (la più tradizionale) e cerca di raggiungere l'orgasmo attraverso il contatto con altri tipi di oggetti. Ad esempio, i cuscini possono essere perfetti per ottenere una buona masturbazione.

Sdraiatici sopra, completamente nudo, e strofina il tuo pene, muovendo il bacino come se stessi penetrando una donna. Soprattutto, cercate di non toccarvi con la mano e aspettate di raggiungere il culmine con il solo sfregamento, anche se è un po' più impegnativo, il risultato sarà impareggiabile.

Contrasto caldo-freddo

In campo sessuale, molte volte si parla del piacere provocato dal contrasto termico: esistono infatti alcune pratiche sessuali che prevedono l'uso del ghiaccio a letto per ottenere proprio quelle piacevoli sensazioni.

La stessa cosa potete farla da soli quando vi masturbate, potete scegliere di usare un po' di ghiaccio e applicarlo sul vostro pene nel momento in cui siete eccitati o, se non lo siete, uno dei modi migliori per ottenere queste sensazioni è spalmando un po' di dentifricio, questo componente darà freschezza al vostro membro e la renderà un'esperienza senza pari.

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione - Contrasto caldo-freddo

La

Se vuoi avere la sensazione che sia qualcun altro ti stia toccando, c'è una tecnica molto effettiva e facile. L'idea è quella di stare seduti sulla mano con cui ci si masturba per qualche minuto fino a quando non si nota che si è addormentata, cioè che si è interrotta un po' la circolazione sanguigna (fate attenzione a non interromperla per troppo tempo, perché potrebbe essere pericoloso!). Dopodiché, masturbatevi come fate di solito e vedrete come avrete la sensazione che sia qualcun altro a darvi piacere. È anche possibile utilizzare giocattoli sessuali, progettati per dare piacere agli uomini dando loro la sensazione che sia qualcun altro a toccarli.

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione - La

Scopri la masturbazione anale

E infine, vi mostreremo una forma di masturbazione maschile che dovreste provare. È consigliato agli uomini che sono disposti a conoscere meglio il loro corpo e a scoprire tutto il piacere che esso può dare loro, senza preconcetti o paure. Si tratta di stimolare l'ano mentre ci si masturba. Non stiamo parlando di dover inserire tutto il dito, ma semplicemente provare a inserire la punta di una delle dita prima di eiaculare.

La sensazione, all'inizio potrà sembrarvi strana, ma stiate sicuri che, a poco a poco, vorrete scoprirne sempre u po' di più su quella parte di voi che può darvi tanto piacere. Tieni presente che il punto G maschile è nella prostata e il collegamento diretto a questa zona è il canale anale. Provatelo a poco a poco e vivrete una sensazione unica. Inoltre, se non volete farlo da soli, potete trovare sul mercato diversi prodotti che hanno lo scopo di stimolare questo punto negli uomini.

Se desideri leggere altri articoli simili a Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Relazioni sentimentali.

Consigli
  • Guarda del porno
  • Prova diverse posizioni
  • Mettiti completamente a tuo agio
  • Usa la tua immaginazione

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?

Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione
1 di 5
Masturbazione maschile: 7 Tecniche di masturbazione

Torna su