Condividi

Come iscrivere la Vespa al Registro Storico

Di Valentina. Aggiornato: 23 marzo 2018
Come iscrivere la Vespa al Registro Storico

A dispetto dell’evoluzione tecnica dei motoveicoli attualmente presenti sul mercato, la Vespa ha una sua costante di fascino che perdura nel tempo. Se possiedi una Vespa prodotta 20-30 anni fa, già risulterà iscritta al Registro Storico dei motocicli, ma se la vuoi inserire su richiesta, su www.uncome.it ti spieghiamo come fare.

Potrebbe interessarti anche: Come immatricolare una moto
Passi da seguire:
1

Anzitutto bisogna distinguere tra i motoveicoli di interesse storico, che sono quelli prodotti fra i 20 e i 30 anni fa, e l’iscrizione al Registro Storico, che avviene su richiesta del possessore del mezzo tramite la procedura descritta successivamente. La Federazione Motociclistica Italiana si interessa di motociclismo sia dal punto di vista sportivo che dei semplici possessori di un modello. Iscrivendosi alla FMI tramite un Moto Club affiliato oppure online sul sito FMI ci si può tesserare e richiedere l’iscrizione al Registro Storico. Vi si possono iscrivere le Vespe con una cilindrata di 50cc che hanno 20 anni almeno di immatricolazione e le Vespe 50 che ne hanno 25. La Vespa deve essere tenuta bene o comunque essere stata restaurata, con pezzi originali.

2

Oltre al modulo si devono aggiungere la quota di iscrizione per ogni moto, pagata tramite assegno circolare non trasferibile o tramite conto corrente postale, sei fotografie formato 10x15 della Vespa e due fotografie del numero di telaio. Le foto della Vespa devono essere fatte su sfondo neutro e senza accessori anche se di serie, a parte gli specchietti. Il telaio deve essere fotografato a poca distanza in modo da leggere il numero ed un’altra foto dello stesso deve essere fatta ad un metro massimo di distanza. Sul retro della foto della Vespa ci devono essere nome del possessore, marca e modello; le Vespe dotate di targa devono avere allegata la fotocopia del libretto di circolazione. Se la Vespa non ha i documenti, si può allegare la fotocopia di un documento che faccia intuire l’anno di costruzione, e il riferimento sulla tessera è in questo caso il numero di telaio.

3

Se ci si iscrive al registro Storico si hanno una serie di vantaggi: l’esenzione dalla tassa di possesso ai motocicli immatricolati fra i 20 e i 30 anni prima; la valutazione in caso di incidente, che è quella di Veicolo Storico e non di rottame; i divieti di circolazione per i veicoli più inquinanti non sussistono in alcuni comuni d’Italia; i contratti di assicurazione possono essere stipulati a tariffa agevolata. La quota di iscrizione si versa una sola volta e la tessera non scade, per avere i vantaggi anche negli anni successivi, però, la tessera deve essere valida per l’anno in corso.

4

Chi possiede una Vespa che ha superato i 30 anni dall’immatricolazione ed è iscritto all’Automoto Club Storico d’Italia (ASI) non deve più pagare la tassa di possesso e ciò viene certificato dall’ASI tramite una dichiarazione di esenzione da presentare agli uffici del Ministero delle Finanze per l'esonero, previa iscrizione annuale alla stessa associazione; un altro modo piuttosto drastico per non versare quel tributo è la demolizione del veicolo con la riconsegna dei documenti al P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico).

5

Per la reimmatricolazione di una Vespa senza targa o libretto è necessario un documento, il C.C.T. (Certificato delle caratteristiche tecniche), richiedendo l’estratto cronologico al P.R.A.; bisogna comunque accertarsi con la Motorizzazione Civile che quest’ultima accetti la richiesta prima di avviare le pratiche. La revisione della Vespa iscritta al Registro Storico avviene annualmente, con dei controlli che però rispecchiano i criteri utilizzati nel momento in cui la Vespa è stata costruita, da parte di una Commissione Moto d’Epoca che entro 5 mesi dà il responso positivo o negativo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come iscrivere la Vespa al Registro Storico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Moto.

Consigli
  • Infine, a proposito di immatricolazione di una motocicletta, vai a leggere l’articolo presente nel nostro sito Come immatricolare una moto e l’altro Come comprare una moto usata. Ora che ti sei documentato per bene: che sia un Vespa d’epoca o semplicemente “parecchio usata”, valuta se sia il caso di iscrivere la tua Vespa al Registro Storico, e goditene tutti i vantaggi!

Scrivi un commento su Come iscrivere la Vespa al Registro Storico

Ti è piaciuto l'articolo?
Come iscrivere la Vespa al Registro Storico
Come iscrivere la Vespa al Registro Storico

Torna su