Condividi

Quando e come potare un pino

Quando e come potare un pino

Il pino è uno degli alberi più popolari in Italia, soprattutto nelle zone costiere e marittime, dove la sua presenza è diffusissima e copre vaste aree boschive al limite delle spiagge. Oltre al pino marittimo altre specie della stessa famiglia sono presenti in grandi quantità nelle zone dell’entroterra e sulle colline italiane. Al di là delle piante che crescono nelle aree boschive, in molti casi il pino è presente anche nelle proprietà private e le sue dimensioni, con il passare del tempo, soprattutto con riferimento ad alcune specie, possono causare problemi di varia natura. Per affrontare questa evenienza, la redazione di Uncome ti spiega in questo articolo quando e come potare un pino.

 

Potrebbe interessarti anche: Come potare un ciliegio
Passi da seguire:
1

Per capire quando potare un pino dobbiamo considerare che la potatura è, in genere, un'attività da svolgere durante il periodo vegetativo delle piante, ovvero quando la pianta non è impegnata in attività biologiche che implicano un dispendio di energie. A tal proposito è opportuno considerare che nel ciclo di vita annuale di una pianta si distinguono fasi fenologiche deboli, come la primavera (quando la pianta forma le foglie, nel nostro caso gli aghi) e l'autunno (quando gli aghi cadono), in cui è totalmente sconsigliata la potatura. La fase fenologica migliore è l'inverno, momento in cui la pianta non svolge nessun'attività biologica (periodo vegetativo) e, quindi, è al massimo delle forze e riesce pertanto a sopportare meglio lo stress derivante da un intervento di potatura.

 

2

Per capire, invece, come potare un pino, occorre almeno premettere che la potatura dei pini è di norma un'operazione sconsigliata perché i pini hanno una crescita rigida e impostata secondo schemi precisi e sono completamente diversi dalle piante a potatura simpodiale come sono ad esempio i platani, le querce e le altre latifoglie. La potatura dei pini può essere fatta esclusivamente per far sviluppare la chioma sfrondando i rami più bassi, oppure per ripulire la chioma da eventuali rami secchi. Le potature di formazione su queste piante però sono caldamente sconsigliate (in questo caso ci si riferisce a tutti quegli interventi di potatura che mirano a dare una forma specifica alla pianta).

 

3

Del tutto sconsigliata è poi la cimatura dei pini, ovvero quel trattamento che prevede il taglio della punta del pino e che può determinare gravi scompensi nella crescita successiva del pino stesso. I pini, a differenza delle latifoglie, non hanno la capacità di ricacciare rami dopo il taglio ed una cimatura del pino, significherebbe privare per sempre il pino della sua porzione apicale. Un pino capitozzato non può rigermogliare, non è previsto nel suo DNA quindi è inutile tagliarlo e poi sperare che questo germogli.

 

Quando e come potare un pino - Passo 3
4

Al di là di queste premesse, quando si decide di potare un pino occorre ricordare che la potatura, secondo la moderna arboricoltura, andrebbe fatta solo con un segaccio e che la motosega andrebbe riservata ad altri usi, come la dissezione di tronchi già tagliati. I tagli da effettuare dovrebbero riguardare solo i rami di una grandezza massima di 3 cm. Occorre inoltre ricordare che, nell'intervento di potatura non bisogna mai togliere più del 20% di verde di una pianta. I tagli di potatura dei pini, inoltre, vanno eseguiti rispettando il collare, ovvero bisogna tagliare solo l'anello più basso della pianta, per favorirne l'innalzamento. Quindi non si procede a caso, scegliendo l'anello che preferiamo ma sarà la pianta stessa a indicarci quale sarà l'anello (il primo dal basso) e quali i rami da tagliare.

Se sei interessato a saperne di più su tutte le piante e le tecniche di sfoltimento, ti consigliamo di visitare la nostra sezione potature delle piante.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quando e come potare un pino, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Giardinaggio e piante.

Scrivi un commento su Quando e come potare un pino

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Salvatore D'Onofrio
Buongiorno,se potreste farmi vedere con una foto,o rispiegarmeglielo,quale è l'anello più basso della pianta del pino per procedere con la potatatura,Grazie.
Michele Bonalumi
Ciao Salvatore, purtroppo non ho trovato nessuna foto a riguardo però credo che il mio collega intendesse che per far si che ricresca bisognerebbe tagliarlo dal basso, non in un punto a caso della pianta. Se hai dei dubbi ti consiglio di fare questa domanda a un giardiniere! Un saluto da unCome!

Quando e come potare un pino
1 di 2
Quando e come potare un pino

Torna su