Condividi

Come verniciare un termosifone in ghisa

Di Rossella Nocca. Aggiornato: 12 settembre 2017
Come verniciare un termosifone in ghisa

Il vostro termosifone in ghisa ha la superficie danneggiata o semplicemente vi piacerebbe adattarlo al nuovo aspetto della casa rendendolo colorato? La verniciatura dei caloriferi è un'attività "fai da te" che richiede precisione e pazienza, ma che - se compiuta a dovere - vi restituirà i vostri termoconvettori come nuovi, anche se sono un po' datati. Su UnCome.it trovate oggi una guida su come verniciare un termosifone in ghisa e ottenere il miglior risultato possibile.

Avrai bisogno di:
Potrebbe interessarti anche: Perché si intasa il braciere
Passi da seguire:
1

Il momento ideale per riverniciare i caloriferi è la fine della stagione invernale, magari dopo averli spurgati. In ogni caso, l'importante è che siano spenti e che non ci sia acqua. Fate attenzione che la temperatura del luogo dove operate non sia inferiore ai 10 gradi nè superiore ai 35. Prima di cominciare, bisogna ricoprire il muro e il pavimento di carta di giornale fermata con nastro protettivo, per evitare schizzi e macchie. L'operazione si può effettuare anche lasciando il termosifone al suo posto, ma per un lavoro a regola d'arte è preferibile smontarlo.

Come verniciare un termosifone in ghisa - Passo 1
2

Nel caso in cui la superficie sia irregolare, si consiglia prima di usare della carta vetrata per uniformarla e rimuovere le eccedenze. Se invece ci sono zone arrugginite, dare due mani di smalto antiruggine, aspettando che la prima si asciughi prima di procedere con la seconda. Ora attenzione: fra l'applicazione dell'antiruggine e la verniciatura è preferibile far trascorrere almeno 24 ore.

3

Per preparare i termosifoni in ghisa alla verniciatura, è bene lavarli con acqua calda e ammoniaca oppure con acqua e aria compressa. Si può adesso cominciare a verniciare. Per farlo, potete utilizzare un pennello grande e piatto, una bomboletta spray oppure una pistola ad aria compressa con una specifica pittura per caloriferi all'acqua. Il giorno dopo, o comunque dopo che tutto è asciutto, potete dare una lieve carteggiatura e passare una seconda mano di vernice. Quanto ai colori, potete sbizzarrirvi e "osare", per esempio pitturando ciascuna riga con una tinta diversa!

Come verniciare un termosifone in ghisa - Passo 3
Immagine: colorasnc.com

Se desideri leggere altri articoli simili a Come verniciare un termosifone in ghisa, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Manutenzione e sicurezza della casa.

Scrivi un commento su Come verniciare un termosifone in ghisa

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Andrea Martini
In alcuni casi, se il termosifone è particolarmente compromesso, può essere utile procedere ad una sabbiatura preliminare, adoperando una pistola sabbiatrice per una pulizia più accurata del metallo.

Come verniciare un termosifone in ghisa
Immagine: colorasnc.com
1 di 3
Come verniciare un termosifone in ghisa

Torna su