Condividi

Come trattare l'eritema solare

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 9 ottobre 2017
Come trattare l'eritema solare
Immagine: locaporun5.com

L'eritema solare è comunemente chiamato scottatura solare. Quando ci esponiamo troppo tempo al sole o nelle ore di maggior calore, la nostra pelle subisce una cosiddetta scottatura termica, che si caratterizza per l'arrossamento e il dolore nella zona colpita, nonché per il fatto che non lascia cicatrici. In questo articolo di unCome, ti spiegheremo come trattare l'eritema solare.

Potrebbe interessarti anche: Come chiudere i pori aperti del viso

Trattamento dell'eritema solare

L'eritema solare colpisce solo lo strato più superficiale della pelle, l'epidermide; se colpisce altri strati della pelle come, ad esempio, la derma, allora non si tratta più di eritema, bensì di ustione di secondo grado.

Il trattamento dell'eritema solare si basa sull'applicazione di sostanze idratanti e deve essere lasciato all'aria aperta, senza essere coperto. Questo sì, va mantenuto lontano dall'esposizione al sole, coprendo bene la zona quando si sta all'aperto. Se l'eritema è sul viso, si deve applicare un ampio strato di crema protettiva solare, con fattore sempre maggiore di 30 e che non sia scaduta.

È importante mantenere la zona dell'eritema solare quanto più pulita e asettica possibile, evitando ogni tipo di rimedi naturali tipo dentifricio, frutta, piante considerate medicinali o qualsiasi altra sostanza che non sia una crema idratante o antibiotica tipo Nitrofurazone o Bacternil. Tutti gli altri unguenti non hanno un'efficacia scientificamente dimostrata e non fanno altro che aumentare il rischio d'infezione dell'eritema solare.

L'eritema solare guarisce da solo in un periodo che va dai 4 ai 10 giorni. Consulta l'articolo Come prendere il sole in maniera sicura, onde prevenire gli eritemi solari e proteggere la tua pelle.

Trattamento delle ustioni solari di secondo grado

Le ustioni solari di secondo grado superficiali sono caratterizzate dalla presenza di bolle e vescicole.

In questo caso, è colpita l'intera epidermide, arrivando fino alla derma. E, quel che è peggio, sono molto dolorose.

Il trattamento di queste ustioni consiste nel mantenerle sempre ben idratate, senza pungere né cercare di aprire le vescicole, onde evitare di aumentare il rischio di infezione. Occorre altresì mantenerle pulite, lavando la zona almeno una volta al giorno con acqua e sapone e poi applicando un antisettico. Questo tipo di ustioni vanno coperte con una garza sterile.

Guariscono in modo spontaneo dopo 7 - 14 giorni e possono lasciare cicatrici sotto forma di ipopigmentazione della zona colpita.

Come trattare l'eritema solare - Trattamento delle ustioni solari di secondo grado
Immagine: dermatologodf.com

Se desideri leggere altri articoli simili a Come trattare l'eritema solare, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Bellezza e cura della persona.

Scrivi un commento su Come trattare l'eritema solare

Ti è piaciuto l'articolo?

Come trattare l'eritema solare
Immagine: locaporun5.com
Immagine: dermatologodf.com
1 di 2
Come trattare l'eritema solare

Torna su