Condividi

Tipi di dribbling nel calcio

Di Giorgio Gattoni. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Tipi di dribbling nel calcio

Il dribbling è uno dei gesti che più appassiona nel calcio. Il dribbling è il movimento che permette al giocatore di superare l'avversario con il pallone tra i piedi. Il dribbling è utile perchè permette la giocatore in possesso di palla di superare l'avversario e creare superiorità numerica durante l'azione d'attacco. Di seguito vi descriveremo i vari tipi di dribbling e alcuni giocatori che ne sono stati il simbolo:

Potrebbe interessarti anche: Come migliorare a calcio

dribbling classico

Il dribbling classico consiste in un movimento rapido con il piede mettendo il pallone verso un lato per poter superare l'avversario. IL dribbling classicoo si basa sulla velocità nell'esecuzione e la progressione della falcata. Inoltre bisognerà renderlo inaspettato e cogliere di sorpesa l'avversario con la finta, cioè fingendo di voler fare qualcos'altro.

Giocatori famosi per il dribbling classico sono: Leo Messi, George Best, Joan Cruyff, Eusebio.

Il dribbling tipo auto-passaggio

L'autopassaggio consiste nel superare l'avversario facendo passare il pallone da un lato e correndo dall'altro e recuperando il possesso del pallone in progressione, dopo aver superato l'avversario.

Giocatori che hanno eseguito in maniera tipica questo dribbling sono Maradona, Pelè, Gullit e Weah

Gioco di suola

Il gioco di suola consiste, come dice la parola, nel realizzare un dribbling controllando il pallone con la suola di entrambi i piedi e dando un rapido giro su se stessi per superare l'avversario. È stato il dribbling in cui era maestro Zinedine Zidane.

La bicicletta

Il dribbling detto bicicletta consiste nel muovere rapidamente le gambe sopra il pallone fingendo di spostarselo alternativamente da uno o dall'altro lato e lasciando così il difensore nell'incertezza. Poi, improvvisamente se lo si sposta davvero da un lato e si calcia.

I giocatori più popolari per questo dribbling della bicicletta sono stati Ronaldo, Ronaldinho, Nani e Giggs.

Doppio tocco o cambio di piede

Questo dribbling funziona quando è realizzato in velocità e consiste nel cambiare il piede con cui si controlla il pallone con l'altro quando si è vicini all'avversario. In questo maniera il giocatore in possesso di palla può sfruttare la sua maggior velocità e superare l'avversario. Uno specilaista di questo gesto è stato Miki Laudrup.

Il freno

Consiste nel frenare improvvisamente mentre si sta correndo in velocità per poi cambiare di direzione o seguire nella stessa, facendo perdere coordinazione e ingannando l'avversario. Negli anni 60 un meastro di questa giocata era il mitico Manè Garrincha, dotato di un grande controllo e di una gamba più corta dell'altra.

L'elastico o frustata

Il dribbling detto elastico consiste nel portare il pallone attaccato al piede e avvicinandosi all'avversario, quasi dargli la sensazione di offrirglielo tra i piedi. Quando lui porverà a toglierlo dal vostro possesso darete un tocco rapidissimo con l'interno del piede accarezzandolo verso uno dei due lati. negli anni '70 , Il brasiliano Rivelino fu il primo a realizzare questo tipo di dribbling che lo rese celebre. È uno colpo utile quando si è in una situazione stagnante vicino all'aria e permette spesso di guadagnare un fallo e un calcio di punizione da una posizione propizia.

Migliorare

Se giochi a questo meraviglioso sport, potrebbero interessarti alcuni consigli su come migliorare a calcio!

Se desideri leggere altri articoli simili a Tipi di dribbling nel calcio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Sports.

Scrivi un commento su Tipi di dribbling nel calcio

Ti è piaciuto l'articolo?

Tipi di dribbling nel calcio
Tipi di dribbling nel calcio

Torna su