Condividi

Come si produce un'erezione

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come si produce un'erezione
Immagine: Calvin Klein

Affinché l'erezione, così imprescindibile per il sesso, si verifichi in modo soddisfacente, sono molte le parti del corpo maschile che entrano in gioco, facendo sì che uno stimolo piacevole si converta nella classica risposta di eccitazione degli uomini. Ma sai come si produce un'erezione? Nel presente articolo di unCome.it, te lo spieghiamo per filo e per segno.

Potrebbe interessarti anche: Perché mi riesce difficile avere un orgasmo
Passi da seguire:
1

Tutto inizia quando l'uomo riceve uno stimolo visivo o fisico che gli risulta eccitante. Dopo questo stimolo sono necessari circa 10 secondi perché l'uomo inizi a sperimentare l'erezione: il suo pene diventa duro e aumenta le proprie dimensioni per prepararsi al coito. Tuttavia, questo tempo di risposta può variare, tutto dipende da forza e intensità dello stimolo.

2

Ma come si verifica un'erezione? Onde fornire una spiegazione chiara, bisogna prima conoscere l'anatomia del pene.

Nel tessuto spugnoso, situato nella parte inferiore del pene, si trovano le arterie, le vene, la muscolatura liscia, le cavità e i tessuti fibrosi del pene. Mentre i corpi cavernosi sono presenti lungo tutto il pene, dall'osso del pube fino al glande, ed è proprio qui che si trova il tessuto erettile.

Tutte le parti del pene svolgono un ruolo fondamentale nell'erezione.

Come si produce un'erezione - Passo 2
3

Quando un uomo riceve uno stimolo che gli genera eccitazione, i muscoli che si trovano nei corpi cavernosi si rilassano, facendo scorrere il sangue, il quale riempie il tessuto erettile che si trova in questa parte del pene. Grazie all'afflusso di sangue, si genera un'importante pressione sui corpi cavernosi, il che fa sì che le dimensioni del pene aumentino.

4

Tuttavia, affinché la penetrazione sia efficace non basta solo che le dimensioni del pene aumentino, bensì occorre anche che il pene diventi duro. Questo processo si ottiene quando la tunica albuginea, la membrana che circonda i corpi cavernosi, blocca il sangue nel pene, impedendone il deflusso verso altre parti, ottenendo così la rigidità necessaria per una piacevole penetrazione.

5

Dopo l'eiaculazione, o in mancanza di uno stimolo sessuale continuo, i corpi cavernosi si liberano del sangue e il pene ritorna alla sua dimensione normale a riposo.

È importante sottolineare che non esiste alcun rapporto tra la dimensione del pene a riposo e la dimensione che avrà durante l'erezione, in quanto ci sono certi peni che possono addirittura raddoppiare la loro dimensione. Questo è dovuto alla flessibilità dei muscoli coinvolti, pertanto, è difficile prevedere la misura che un pene acquisirà quando in erezione.

6

Sebbene le erezioni di solito sono dovute ad uno stimolo che è eccitante per l'uomo sia a livello psicologico che fisico, il pene può aumentare di dimensione anche in assenza di queste condizioni, ad esempio, quando si verifica l'erezione mattutina oppure l'erezione involontaria durante le fasi della crescita.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come si produce un'erezione, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Relazioni sentimentali.

Scrivi un commento su Come si produce un'erezione

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
silvio
siete bravi e date consigli utili complimenti!

Come si produce un'erezione
Immagine: Calvin Klein
1 di 2
Come si produce un'erezione

Torna su