Condividi

Come ridurre il flusso mestruale

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come ridurre il flusso mestruale

La menorragia è un’eccessiva perdita di sangue durante il ciclo mestruale. Questa può essere causata da vari fattori, ma comunque ci sono vari metodi per ridurre l’intensità delle perdite mestruali. Leggi l’articolo per sapere come ridurre l’intensità del flusso mestruale.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire la coppa mestruale
Passi da seguire:
1

Informati sui vari metodi contraccettivi. Alcuni, come la pillola anticoncezionale o altri tipi di dispositivi da impantare, offrono effetti benefici permettendo un flusso più leggero. Consulta il tuo ginecologo e determinate insieme quale può essere la soluzione più adatta al tuo problema e alle tue esigenze.

2

Chiedi al tuo medico se gli anticoncezionali orali, le iniezioni o gli impianti possono andare bene nel tuo caso. La salute della donna è molto importante, quindi informati bene se gli ormoni assunti con l’anticoncezionale possono influire negativamente sulle tue condizioni di salute. Per determinare ciò è molto importante informare il medico riguardo a tutte le malattie attuali o passate e riguardo alla salute del cuore, eventuale asma e alle abitudini, come fumo, alcol e droghe.

3

La fecondazione degli ovuli è inibita dagli ormoni contenuti in questi contraccettivi. Viene bloccata l’ovulazione, mettendo a riposo le ovaie, e aumenta la consistenza del muco vaginale.

4

Chiedi al tuo medico un consiglio su eventuali farmaci o integratori che possono aiutare al alleggerire il ciclo mestruale. Farmaci come l’acido tranexamico e l’acido mefenamico vengono, in genere, prescritti per ridurre i crampi mestruali, ma spesso sono utili anche per limitare un flusso troppo abbondante.

5

Possono risultare utili anche gli integratori vi vitamina A, B, C, ferro e zinco. Questi minerali e vitamine aiutano il corpo a svolgere le sue naturali funzioni, tra cui anche la coagulazione del sangue, l’equilibrio ormonale e la produzione delle cellule. A volte, infatti, la menorragia potrebbe essere causata proprio dalla carenza di uno o più di questi elementi.

6

Fa’ un controllo per escludere che la menorragia sia causata dalla presenza di fibrosi, polipi o tumori. Il ginecologo potrà escludere questa ipotesi dopo aver effettuato un’ecografia. In caso in cui, invece, sia questa la causa dell’eccessiva abbondanza del flusso mestruale, un intervento chirurgico può risolvere il problema.

7

Tieni in considerazione le soluzioni che costano poco (anzi, fanno risparmiare!) e che migliorano la salute in generale. Fa’ esercizio fisico, smetti di fumare, non bere troppi alcolici e mangia sano. Un corpo non curato può reagire in vari modi, anche con un sanguinamento eccessivo durante il ciclo mestruale.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come ridurre il flusso mestruale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Relazioni sentimentali.

Consigli
  • Se soffri anche di crampi mastruali, l’ibuprofene aiuta sia a ridurre il dolore che l’intensità del flusso mestruale.
  • Consulta il medico prima di iniziare ad assumere qualunque tipo di farmaco o integratore.

Scrivi un commento su Come ridurre il flusso mestruale

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Utente anonimo
forse non mi sono spiegata bene io ma mi serviva un aiuto per come ridurre il flusso per una ragazza di 12 anni. grazie

Come ridurre il flusso mestruale
Come ridurre il flusso mestruale

Torna su