Arredare linterno di una casa

Come scegliere un montascale

 
Chiara Bellini
Di Chiara Bellini. 22 agosto 2022
Come scegliere un montascale

Molte persone che, a causa di condizioni croniche o momentanee, si vedono impossibilitate a salire e scendere le scale, spesso si pongono limiti e rinunciano ad accedere a diversi luoghi della casa a più piani o ad entrare e uscire da un edificio. Questo succede perché non hanno ancora preso del tutto in considerazione l’idea di installare un montascale in casa o pensano erroneamente che sia un qualcosa di complicato e per pochi privilegiati.

Forse bisognerebbe rimarcare che avere difficoltà motorie non deve tradursi in una peggiore qualità di vita, e che una rampa di scale è una barriera architettonica che si può abbattere e vincere, senza vergognarsi ed essere restii al cambiamento. Per questo, in quest’articolo di unCome, vi mostriamo come scegliere un montascale che possa aiutarvi a muovermi nel modo più autonomo possibile in casa e/o nel condominio in cui vivete.

Sommario

  1. Tipi di montascale
  2. Montascale fissi per disabili e anziani
  3. Montascale mobili per disabili e anziani

Tipi di montascale

Se avete già iniziato a dare un’occhiata in giro, probabilmente vi sarete già resi conto che esistono vari modelli in commercio, e nei prossimi paragrafi descriveremo quali sono i tipi principali. In ogni caso, la prima cosa da tenere a mente, e che anche voi avrete come principale requisito, è optare per un modello realizzato su misura e che risponda perfettamente alle vostre necessità (per esempio, se usate carrozzine a spinta o elettriche, il montascale dovrà adattarsi a questa vostra esigenza) e che sia sicuro, comodo e installato velocemente.

Per questo da unCome consigliamo acquistare un montascale tramite otolift.it, dove troverete un’ampia gamma di modelli tra cui scegliere, discreti, eleganti e moderni. Che si tratti di un montascale per disabili o anziani, nuovo oppure usato, troverete quello che fa al caso vostro e ritroverete la libertà di muovervi per casa. Ma come anticipato, andiamo adesso a vedere più nel dettaglio i principali modelli di montascale.

Come scegliere un montascale - Tipi di montascale

Montascale fissi per disabili e anziani

Il montascale fisso è probabilmente l’opzione più comune. Si tratta di un dispositivo che viene installato direttamente lungo la parete o la ringhiera della scala, e si muove sia verso l’alto che verso il basso.

La persona interessata potrà scegliere di muoversi sul montascale sia sedendosi su un sedile o una poltrona (nel caso di mobilità leggermente ridotta) dotati o meno di poggiapiedi e braccioli, oppure salire o scendere le scale tramite una pedana, rimanendo sulla propria carrozzina. Se dovete optare per una pedana, dovete sapere che questa può essere richiusa quando non la usate in modo da ottimizzare gli spazi interni o esterni della vostra casa.

Rispetto alla larghezza minima della parete, questa può oscillare dai sessanta centimetri, nel caso di montascale con sedile, ai cento, centoventi centimetri nel caso della pedana. Se il montascale a poltroncina è l’opzione che fa per voi, vale la pena ricordare che questi possono essere installati sia su scale dritte, che con curve e a chiocciola. Tuttavia, i montascale curvi con sedili girevoli in genere hanno prezzi più elevati.

Come scegliere un montascale - Montascale fissi per disabili e anziani

Montascale mobili per disabili e anziani

Rispetto ai montascale mobili, ne esistono due tipi: i montascale a cingoli, così chiamarti perché aderiscono al suolo tramite dei cingoli in gomma con ruote, e il montascale a ruote. Come funzionano i montascale mobili? Questi hanno un motore incorporato alimentato a batteria ricaricabile, e quindi non hanno bisogno di alcun tipo di struttura lungo la parete come quelli fissi.

Il grande vantaggio che offrono è che il loro uso non si limita alle pareti di una scala concreta, ma permette alla persona interessata di usufruirne su varie rampe di scale e scalini. D’altra parte, uno svantaggio è che sono più difficili da usare e richiedono maggior coinvolgimento di chi ne fa uso; inoltre, nella maggior parte dei casi c’è bisogno di una seconda persona che assista colui o colei con mobilità ridotta.

La principale differenza tra questi due modelli citati è che il montascale a cingoli è indicato per salire o scendere scale rettangolari e non scale a chiocciola, mentre quello a ruote può adattarsi anche a gradini di forma irregolare e a spazi ridotti.

Qualsiasi sia la vostra scelta, speriamo che il vostro nuovo montascale vi dia più libertà e sicurezza per affrontare gradini e dislivelli, senza dover rinunciare alle migliori condizioni di vita possibili.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come scegliere un montascale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Arredamento e interni.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 3
Come scegliere un montascale