Condividi

Come sgridare il tuo cane

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 6 febbraio 2018
Come sgridare il tuo cane

Oltre ad affetto e attenzione, i nostri animali da compagnia hanno bisogno anche di disciplina, ma le chiavi per far sì che il nostro cane si comporti bene senza che perdiamo la pazienza e la compostezza non sempre sono a portata di mano. Per questo motivo, su unCome.it ti forniamo alcuni consigli per sapere come sgridare il tuo cane e riuscire a educarlo nel modo giusto.

Passi da seguire:
1

È molto importante che i padroni comprendano che la disciplina dev'essere impartita da quando il cane è un cucciolo: in questo modo si possono correggere le cattive abitudini e i comportamenti errati. Se aspettiamo di farlo quando l'animale sarà grande, sarà molto più faticoso fargli prestare attenzione a quello che cerchiamo di insegnargli.

2

Se vogliamo sgridare un cane, dobbiamo farlo quando lo sorprendiamo nell'atto di fare qualcosa di sbagliato e non dopo, perché altrimenti l'animale probabilmente non comprenderà cosa ha sbagliato. Se richiamiamo la sua attenzione quando sta mordendo i mobili o facendo la pipì dove non deve, saprà esattamente che quell'azione è scorretta.

3

Se si tratta di un comportamento che ripete spesso e in cui lo abbiamo scoperto più volte, allora potrai sgridarlo dopo che avrà commesso l'azione: l'animale sicuramente sa già che quello che ha fatto non va bene, ma per qualche ragione (noia, solitudine, mancanza di esercizio, depressione, ecc.) continua a reiterare questo comportamento.

4

Il rimprovero deve consistere in una parola corta, niente sermoni perché l'animale non li capirebbe. Un "No" forte e chiaro e un gesto sono sufficienti. Ad esempio, se il cane sta mordendo la gamba del tavolo, allora dovrai dirgli che non si fa e allontanargli il muso dal mobile per fargli capire a cosa ti riferisci.

5

Ci sono casi estremi in cui i proprietari decidono di colpire l'animale per richiamare la sua attenzione, ma si deve fare molta attenzione a non ferire il cane, ma piuttosto a insegnare la disciplina. L'obiettivo non sarà mai di far male all'animale

6

Non devi mai colpire il tuo cane con la mano o il piede, poiché con il tempo gli sarà difficile capire se la tua mano si avvicina per dargli una carezza o per picchiarlo. Fallo piuttosto con una rivista o un giornale arrotolato, accompagnando sempre il colpo con un "no" o un "non si fa", perché capisca cosa ha fatto di male. È molto importante che usi questo metodo in modo molto leggero: ricorda che non devi fare del male al tuo cane, ma semplicemente richiamare la sua attenzione affinché capisca che quello che fa non è corretto.

7

Il rimprovero dev'essere fermo e fatto sempre con un tono di voce simile, affinché il tuo animale da compagnia possa comprendere quando ha fatto qualcosa di sbagliato e quando sarà ricompensato. Anche il sistema delle ricompense è importante: quando il tuo amico a quattro zampe si comporta bene, non dimenticarti di premiarlo con un biscotto affinché senta che vale la pena comportarsi correttamente.

8

Regolare e correggere i comportamenti cattivi del tuo cane non è un compito semplice, perché richiede pazienza e perseveranza, ma ricorda che lo sforzo sarà ripagato dal fatto che renderai il tuo animale disciplinato e in grado di convivere con la tua famiglia.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come sgridare il tuo cane, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Animali domestici.

Scrivi un commento su Come sgridare il tuo cane

Ti è piaciuto l'articolo?

Come sgridare il tuo cane
Come sgridare il tuo cane

Torna su