Condividi

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo

 
Di Chiara Perretti. Aggiornato: 7 novembre 2017
Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo

Quando ci decidiamo ad avere un cane, dobbiamo tenere a mente tutte le cura che ciò comporta. Affinché il nuovo membro della famiglia possa vivere in modo adeguato, è indispensabile insegnargli una serie di norme e regole: come gli esseri umani. Queste norme possono andare dal non salire sul divano, fare pipì al suo posto, non abbaiare fino a dormire sul suo letto e non sul nostro, ecc. Una delle azioni che più è difficile da insegnare a un cane è come educarlo per farlo venire quando lo chiamiamo e si tratta di qualcosa che è ancora più importante quando siamo fuori casa. Vogliamo essere certi di poter confidare che il cane venga verso di noi quando lo vogliamo, per evitare spaventi e sentire che non deve fare tutto ciò che vuole. Su unCome ti mostriamo come educare un cane a venire quando lo chiami.

Potrebbe interessarti anche: Come sgridare il tuo cane
Passi da seguire:
1

Perché un cane possa imparare a sedersi, stendersi, fare pipì e anche per farlo venire verso di noi quando lo chiamiamo, dobbiamo essere sicuri che gli diamo tutte le cose di cui ha bisogno. Ciò significa che dobbiamo coprire tutte le sue esigenze, non solo per potergli insegnare ma anche per renderlo un cane felice e sano. Per cui, il cane deve seguire una dieta equilibrata, realizzare l'esercizio necessario per la sua razza ed età e ricevere affetto, tra le altre cose. Se il cane si sente bene, sarà più facile che non si distragga nel momento in cui richiederemo la sua attenzione per addestrarlo.

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo - Passo 1
2

Dobbiamo stabilire un legame di fiducia con il cane affinché ci segua. Se il cane ci conosce, avremo maggiori probabilità che ci presti attenzione quando richiediamo la sua attenzione. Prima di portare il cane fuori casa, dobbiamo praticare dentro. Prendi il suo giocattolo preferito e chiama il cane per nome mentre gli mostri il giocattolo; quando si avvicina accarezzalo e digli qualcosa come "molto bene" perché lo associ, insieme a una carezza, a un'azione positiva. Provalo diverse volte, probabilmente vedrai che quando gli lanci il giocattolo non torna a restituirtelo ma in questo momento non cerchiamo di insegnargli questo, bensì che torni quando lo chiamiamo, con o senza il giocattolo.

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo - Passo 2
3

Una scelta che spesso è veramente efficace è usare dei biscotti specifici per cani da dargli come premio. Di' il nome del cane mostrando il biscotto nella mano e digli qualcosa come "vieni". Quando si avvicina premialo dandogli il biscotto e dicendo "molto bene", come indicato nel punto precedente. Puoi ripetere più volte questa azione, anche se è probabile che alla fine il cane si stancherà di venire. È importante non esagerare con i biscotti e ridurre in proporzione il cibo che gli diamo affinché non mangi più del dovuto. L'importante è che comprenda il rapporto tra venire verso di noi e il premio, insieme con la carezza e il rafforzamento verbale "molto bene". Ciò faciliterà che il nostro cane capisca.

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo - Passo 3
4

Dobbiamo essere costanti e non disperare, anche se talvolta sentiamo che il cane non bada a noi. Se notiamo che il cane è deconcentrato, cerca di provarci in un altro momento; ricorda che deve avere le sue esigenze coperte. Quando siamo a casa a educare il cane a venire quando lo chiamiamo, dobbiamo evitare eventuali distrazioni. È meglio stare in uno spazio non molto grande, con pochi oggetti e in cui ci siete solo il cane e tu.

5

Una delle risposte più giuste a come educare il mio cane a venire quando lo chiamo è non arrabbiandosi. A volte può essere frustrante ma se ogni volta che il cane ci ignora sente che lo stiamo punendo o percepisce in noi un atteggiamento negativo, potrebbe provocare un maggiore rifiuto in lui quando lo chiameremo. Se proviamo a farlo da un nel po', dobbiamo tenere presente che il cane si stancherà, per cui è meglio dedicare circa mezz'ora o, a seconda di come vediamo che il cane risponde. È molto importante rafforzare il buon comportamento con una risposta positiva, vale a dire, premiandolo.

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo - Passo 5
6

Quando saremo riusciti a far venire il cane quando lo chiamiamo a casa, possiamo provare fuori casa: per la prima volta in un posto non eccessivamente aperto, in modo che non possa scappare. Le prime volte, possiamo eseguire l'azione con un guinzaglio estensibile e, se vediamo che risponde adeguatamente, scioglierlo e provare con la procedura spiegata in precedenza. Se sta con altri cani sarà più difficile che ci ascolti, per cui essere da soli con il cane e la famiglia, che il cane conosce pure, potrebbe essere una buona scelta. Ricorda di premiarlo ogni volta che viene, insieme a delle carezze e al rafforzamento verbale "molto bene".

Se desideri leggere altri articoli simili a Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Animali domestici.

Scrivi un commento su Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo

Ti è piaciuto l'articolo?

Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo
1 di 5
Come educare il mio cane a venire quando lo chiamo

Torna su