Vacanze di Pasqua

Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia

 
Chiara Perretti
Di Chiara Perretti. 27 marzo 2024
Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia

Il Venerdì Santo è uno dei giorni chiave della Settimana Santa celebrato dai cattolici e da altri rami del cristianesimo. È una giornata carica di un significato profondo, non sempre pienamente conosciuto, in cui si mantengono una serie di tradizioni. Le pratiche religiose in questo giorno speciale sono diverse dalla tipica Messa domenicale e per i credenti è una giornata di riflessione e meditazione. In questo articolo di unCOME vi raccontiamo cos'è il Venerdì Santo e cosa si festeggia.

Sommario

  1. Cos'è il Venerdì Santo e la sua origine
  2. Ciò che si celebra il Venerdì Santo
  3. Come si festeggia il Venerdì Santo

Cos'è il Venerdì Santo e la sua origine

Il Venerdì Santo è il sesto giorno della Settimana Santa e fa parte di quello che il cristianesimo, e più specificatamente la Chiesa cattolica, chiama il Triduo Pasquale, un periodo chiave dell'anno liturgico, composto da tre giorni: giovedì, venerdì e sabato. Sono tre giorni di fondamentale importanza per la fede, perché ricordano e commemorano la passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo.

L'origine del Venerdì Santo va ricercata nei brani evangelici che narrano la passione di Cristo dal suo ingresso a Gerusalemme, data che viene ricordata la Domenica delle Palme, inizio della Settimana Santa, fino alla sua morte avvenuta il Venerdì Santo. Come ricordano le sacre scritture, Gesù di Nazaret, dopo essersi proclamato re dei Giudei, fu condannato a morte da Ponzio Pilato e, dopo aver portato la propria croce sul monte Calvario, morì crocifisso insieme a due ladroni. Quel giorno della morte di Gesù Cristo è l'origine del Venerdì Santo.

Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia - Cos'è il Venerdì Santo e la sua origine

Ciò che si celebra il Venerdì Santo

Il significato profondo del Venerdì Santo ne fa uno dei pilastri della fede cattolica. In questo giorno ricordiamo la sofferenza che Gesù soffrì davanti a Ponzio Pilato e la sua via crucis sulla via del Calvario. Oltre a ricordare che Gesù fu flagellato, dovette sopportare di indossare, tra gli scherni, una corona di spine e di portare la sua croce in un cammino doloroso fino alla crocifissione, ciò che viene veramente celebrato è che la sua passione fu per il perdono dei peccati degli altri uomini.

Sebbene il Venerdì Santo sia un giorno di penitenza e di riflessione, commemora il sacrificio di Gesù per la salvezza degli uomini e celebra anche la speranza nella vita eterna e nella prossima resurrezione, che significa il trionfo di Dio, della vita, sulla morte.

Anche le ultime parole di Gesù sulla croce: 'Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno' (Lc 23,34a) e quelle che rivolge a uno dei ladroni crocifissi al suo fianco 'Io ti assicuro che oggi tu siate con me nel regno dei cieli» (Lc 23,43) assumono in questo giorno un significato speciale e si celebrano il Venerdì Santo.

Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia - Ciò che si celebra il Venerdì Santo

Come si festeggia il Venerdì Santo

Come abbiamo indicato, il Venerdì Santo per i cristiani è un giorno di riflessione, di pentimento per i peccati commessi e di preghiera. In Italia e in altri luoghi del mondo, soprattutto in America Latina, è una festività nel calendario, dove si svolgono numerosi eventi.

  • La Chiesa cattolica sottolinea che questo è un giorno di digiuno e penitenza, in particolare viene indicato che non si dovrebbe mangiare carne , da qui molti piatti tradizionali a base di pesce, come lo spezzatino della vigilia, che vengono preparati per questo giorno.
  • L'Eucaristia non si celebra il Venerdì Santo. La messa tradizionale è sostituita dalla Liturgia pasquale , che si svolge sempre nel pomeriggio. In esso è consuetudine leggere tutta la Passione secondo il Vangelo di San Giovanni. La Liturgia prevede l'esaltazione della croce, come simbolo della sofferenza di Gesù per gli uomini, e la preghiera universale.
  • In molte parrocchie è anche comune pregare la Via Crucis, cioè pregare in chiesa percorrendo le 14 stazioni di penitenza (di solito sono rappresentate da piccoli quadri o croci distribuiti sulle pareti interne del tempio). È il modo di ricordare il cammino di Gesù verso il monte Calvario.
  • Il Venerdì Santo, infine, è anche uno dei grandi giorni delle tradizionali processioni. In molte città, confraternite e confraternite scendono in piazza le scalinate che mostrano scene della passione di Cristo e che molti fedeli che si radunano per vederle seguono con devozione.

Se desideri leggere altri articoli simili a Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Feste e ricorrenze.

Scrivi un commento

Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 3
Venerdì Santo: cos'è, significato e cosa si festeggia