Condividi

Come distinguere l'argento dall'alpacca

Di Chiara Perretti. Aggiornato: 16 gennaio 2017
Come distinguere l'argento dall'alpacca
Immagine: elamaula.es

La argento è uno dei metalli più apprezzati, soprattutto per la produzione di gioielli e posate. Tuttavia in molte occasioni vendono pezzi prodotti in alpacca che paghiamo come se fosse argento, quando in realtà si tratta di un materiale economico con diverse caratteristiche. Non vuoi farti imbrogliare? Su unCome.it ti spieghiamo come distinguere l'argento dall'alpacca guardando alcuni dettagli.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire l'alpacca
Passi da seguire:
1

L'argento 999, che indica che il pezzo è composto al 99% di argento, è la migliore qualità che possiamo trovare. Con un colore brillante e lucido, quasi simile al bianco, questi pezzi sono solitamente contrassegnati con il numero che indica la purezza. Possiamo anche trovare il 950 o 925, molto popolari sul mercato.

Anche la denominazione 800/100 si considera argento autentico ma, al di sotto di tale numero, qualsiasi altra denominazione non è più considerata argento di qualità.

2

Uno dei primi trucchi per differenziare l'argento dall'alpacca è sentire il peso del pezzo. L'argento è un metallo pesante se confrontato con altri di inferiore qualità come l'alpacca e il rame, che tendono a essere piuttosto leggeri. Per cui, se ciò che desideri acquistare è troppo leggero, di certo non si tratta di argento.

3

Le sigle S.S sono un altro segnale importante. I pezzi di argento ce l'hanno, mentre quelli semplicemente bagnati nell'argento, potendo essere di materiali economici come l'alpacca, hanno la sigla S.P. (silver plate)

4

Il colore dell'alpacca, simile all'acciaio, è un altro segnale che separa tale materiale dall'argento. L'argento 950 e 925 ha un aspetto molto brillante e attraente, in un tono quasi bianco. Al contrario, l'argento 800 è di un tono brillante ma più giallastro. In ogni caso, l'aspetto varia molto da un'imitazione di alpacca.

5

Quando nonostante tutti questi segnali hai ancora dubbi, è meglio usare un magnete. L'argento di qualità non si attaccherà alla calamita, mentre altri metalli economici lo faranno. Così ti toglierai tutti i dubbi rapidamente.

Inoltre, ti raccomandiamo di non acquistare mai oggetti di grande valore prodotti presumibilmente in argento, senza essere sicuro che si tratti di tale materiale, per cui è meglio avere la valutazione di un esperto in materia.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come distinguere l'argento dall'alpacca, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Hobby e scienza.

Scrivi un commento su Come distinguere l'argento dall'alpacca

Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
giovanni buzzi
anche l'alpacca è amagnetica

Come distinguere l'argento dall'alpacca
Immagine: elamaula.es
Come distinguere l'argento dall'alpacca

Torna su