Quali sono le tappe del Cammino di Santiago

Quali sono le tappe del Cammino di Santiago

In occasione della Santa Pasqua molte persone scelgono di celebrare questa esperienza percorrendo il cammino di Santiago de Compostela: un itinerario penitenziale che conduce a una delle mete più famose della cristianità, il santuario di San Giacomo a Compostela, in Galizia, uno dei luoghi chi fin dal medioevo sono stati i simboli della Cristianità e della devozione di tutti i cattolici. Proprio per agevolare la conoscenza dell’itinerario da studiare e, successivamente percorrere, da soli o in compagnia per rendere la vostra Pasqua un momento di espiazione e di purificazione che porta con alla riconciliazione con Dio e col mondo, la redazione di Uncome.it vi illustra in questo articolo quali sono le tappe del Cammino di Santiago.

Passi da seguire:
1

Dei molteplici itinerari possibili per raggiungere Santiago de Compostela ci concentriamo qui sul Cammino Francese, il cammino più famoso e più battuto, dove sarà possibile trovare il maggior numero di pellegrini che percorrono il vostro stesso tragitto e il maggior numero di Albergue che potranno ospitarvi.

2

Si tratta di un cammino di circa 800 Km, completamente contrassegnato da piastrelle e cippi stradali in ceramica con fondo blu e conchiglia disegnata in giallo, cartelli di varie forme e colori, lapidi che indicano i paesi successivi e le distanze. Il percorso di snoda su un fondo di diverse caratteristiche: asfalto, sterrato (il più frequente) e sentiero. Delle 34 tappe che compongono il Cammino di Santiago segnaliamo qui i tratti principali, limitandoci a una suddivisione che ricalca le regioni geografiche della Spagna che lo stesso Cammino attraversa.

 

3

Il primo tratto va da da St.Jean Pied de Port, ancora in territorio francese, e copre la zona Pirenaica, fino a Pamplona, la prima importante città spagnola del percorso. Una tappa intermedia è costituita dall’abbazia di Roncesvalles dove inizia il vero e proprio tratto spagnolo del Cammino di Santiago e dove è possibile ritirare la credencial del pellegrino ovvero un documento di riconoscimento con cui sarà possibile alloggiare presso i vari Albergue.

 

4

Il secondo tratto prevede l’attraversamento della regione della Navarra e va da Pamplona a Najera, passando per l’importante snodo di Punta de la Reina, località in cui si uniscono il Cammino Francese e il Cammino Aragonese (l’altro più importante percorso).

 

5

Superata la Navarra ci si muove da Najera a Burgos, antica città spagnola, attraversando la zona della Rioja. Pur senza dover superare grandi dislivelli, si conosce un territorio caratterizzato da continue ondulazioni.

 

6

I due tratti successivi prevedono l’attraversamento della regione delle mesetas da Burgos fino a sino Sahagun e da Sahagun fino a Astorga passando per l'importante città di Leòn. Qui si troverà un territorio con altopiani larghissimi, dislivelli minimi o inesistenti, grande caldo d’estate, piovosità ridotta e grande solitudine. Luoghi particolarmente adatti per la riflessione e per l’autoanalisi.

 

7

Nel sesto tratto ci si muove da Astorga fino a Cebreiro, lasciandosi alle spalle i monti del Leòn e Bierzo: durante il percorso si valica una catena di monti (il punto più elevato del Cammino) e si raggiunge la verde Valle del Bierzo dove si trova un clima più temperato e accogliente.

 

8

Negli ultimi due tratti del Cammino, da Cebreiro a Melide e da Melide a Santiago, si raggiunge il santuario di Compostela attraversando la Galizia, regione connotata dalla grande presenza di verde, boschi estesi, clima temperato. Qui il tempo è notevolmente variabile con elevata probabilità di pioggia.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono le tappe del Cammino di Santiago, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Viaggi.