Condividi

Quali sono i benefici della vitamina K

Di Federica . Aggiornato: 27 settembre 2017
Quali sono i benefici della vitamina K
Immagine: leostattoostudio.com

La vitamina K, conosciuta anche come fitomenodiona, è una vitamina liposolubile indispensabile per i processi di coagulazione del sangue e per la prevenzione delle emorragie. Infatti il suo nome deriva dalla parola Koagulation. La vitamina k si trova in molti alimenti vegetali e animali e può essere sintetizzata dal nostro corpo grazie all’azione della flora batterica intestinale. In questo articolo di unCome.it vedremo quali sono i benefici della vitamina K.

Potrebbe interessarti anche: Benefici della carruba
Passi da seguire:
1

Prima di tutto è importante precisare che esistono tre tipi di vitamina K, che vengono assorbite in differenti parti dell’intestino. La vitamina K1, o fillochinone, di origine vegetale, viene assorbita a livello dell’intestino tenue grazie all'intervento dei sali biliari, dei succhi pancreatici e dei grassi della dieta ; la vitamina K2, o menachinoni, è di origine batterica e viene principalmente sintetizzata dall'organismo; la vitamina K3, o menadione, è di origine sintetica e viene somministrata in caso di carenza vitaminica.

Quali sono i benefici della vitamina K - Passo 1
Immagine: paroleditraverso.it
2

La vitamina K viene definita la “vitamina antiemorragica” per la sua partecipazione, nel fegato, alla sintesi di alcuni fattori che fanno parte della cosiddetta cascata di coagulazione, ovvero quell'insieme di eventi che fermano le emorragie dei vasi sanguinei rotti con la formazione di un coagulo. Infatti la vitamina K, è necessaria per la creazione della protrombina, proteina del plasma sanguineo e precursore della trombina, un enzima indispensabile per mantenere unito il coagulo sanguineo.

Quali sono i benefici della vitamina K - Passo 2
Immagine: pienetamamma.it
3

Partecipa nel metabolismo osseo poiché la osteocalcina (proteina ossea) richiede la vitamina K per la sua maturazione. In questo senso, possiamo affermare che aiuta la formazione ossea, aumentando la densità ed evitando fratture soprattutto in persone affette da osteoporosi.

Quali sono i benefici della vitamina K - Passo 3
Immagine: sintoniamb.wordpress.com
4

La vitamina K interviene nei processi di regolazione del flusso mestruale, riducendo le perdite eccessive di sangue.

5

Inoltre, la vitamina K è necessaria per un buon funzionamento epatico e per la corretta assimilazione del calcio, indispensabile per il benessere dell’apparato scheletrico.

6

Le dosi giornaliere raccomandate di vitamina K sono 90mg in soggetti adulti e 50mg in età infantile. Gli alimenti ricchi di questa vitamina sono i pomodori, il prezzemolo, i broccoli, gli spinaci, il cavolo, i cereali integrali, lo yogurt, il latte e tutti i tipi di carne (soprattutto per la K2).

Quali sono i benefici della vitamina K - Passo 6
Immagine: alimentacaomedicinal.com
7

La carenza di questa vitamina può provocare emorragie interne ed esterne, aggravate da una coagulazione lenta, può essere causa di forme di diarrea cronica e può favorire l’aborto spontaneo.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Quali sono i benefici della vitamina K, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Vita salutare.

Scrivi un commento su Quali sono i benefici della vitamina K

Ti è piaciuto l'articolo?

Quali sono i benefici della vitamina K
Immagine: leostattoostudio.com
Immagine: paroleditraverso.it
Immagine: pienetamamma.it
Immagine: sintoniamb.wordpress.com
Immagine: alimentacaomedicinal.com
1 di 5
Quali sono i benefici della vitamina K

Torna su