Condividi
Condividi in:

Cos'è la sindrome di Morris

Passo per passo
 
Cos'è la sindrome di Morris

La sindrome di Morris è uno stato congenito che si manifesta a causa di un diverso percorso nella differenziazione sessuale. Attualmente viene chiamata anche sindrome da insensibilità agli androgeni. Le persone che ne soffrono, hanno un corredo cromosomico 46,XY (corrispondente ad un genotipo maschile) che sviluppa tratti sessuali femminili. Fortunatamente, viene considerata una malattia particolarmente rara in quanto la sua manifestazione interessa circa un neonato ogni 13mila.

In questo articolo di unCOME approfondiremo la tematica spiegando più dettagliatamente cos'è la sindrome di Morris.

Potrebbe interessarti anche: Come combattere la fatica
Istruzioni:
1

Iniziamo premettendo che la sindrome da insensibilità agli androgeni non deve essere confusa con l'ermafroditismo, che rappresenta una condizione in cui la persona può avere entrambi i genitali, sia maschili che femminili (dovuto al fatto che vengono generati gameti per ambo i sessi). Infatti, a differenza di quest'ultima, l'insensibilità agli ormoni androgeni si manifesta già nello stato embrionale del feto. Gli ormoni androgeni servono a sviluppare i caratteri sessuali maschili primari e secondari. Fatte queste importanti premesse, possiamo entrare più nello specifico e scoprire in profondità cos'è la sindrome di Morris.

2

La sindrome da insensibilità agli androgeni è una patologia che rientra nella categoria dei Disordini della Differenziazione Sessuale. Nella maggior parte dei casi, i pazienti, non notano alcun sintomo nei primi anni di vita perché hanno caratteri sessuali femminili secondari normali: il seno e lo sviluppo dei genitali esterni non mostrano nessuna differenza da quello di una donna normale. Spesso, si scopre la presenza di questa sindrome in età puberale, in quanto il paziente invece di sviluppare ovaie, presenta testicoli intraddominali.

3

La causa del problema è di tipo ereditario: è la madre a trasmettere tale condizione. I soggetti colpiti nella maggior parte dei casi presentano dei segni in comune, come ad esempio la scarsa presenza di peli pubici e ascellari. Un'altra caratteristica che si presenta in alcuni casi, aiutando a riconoscere la sindrome di Morris, è che la mammella presenta un colore del capezzolo più chiaro.

4

Sfortunatamente, ad oggi, non esiste un trattamento specifico per questa patologia. Si può intervenire a livello chirurgico asportando le gonadi (testicoli intraddominali), riducendo così il rischio di una degenerazione neoplastica, o più semplicemente, si può ricorrere a un'operazione per migliorare l'aspetto fisico in generale. Ad ogni modo, la sindrome di Morris si può diagnosticare con una semplice prova genetica: quella del cariotipo. L'analisi del cariotipo viene definita in citogenetica come "una rappresentazione ordinata del corredo cromosomico di un individuo".

5

Quando non viene riconosciuta l'esistenza della sindrome in età pre-puberale, in alcuni casi, la scoperta della patologia avviene in modo traumatico. Questo perché la ragazza, che fino a quel momento ha vissuto tranquillamente senza riscontrare nessuna anomalia, arrivata all'età di 13-14 anni, si accorge di non avere il ciclo mestruale. I genitori la portano dal ginecologo, che dopo aver studiato il caso, diagnostica la presenza di questa sindrome. In molti soggetti quest'improvvisa notizia può generare grande confusione e sconforto.

6

Le persone con la sindrome di Morris, sono dal punto di vista legale e anatomico delle donne.

Concludiamo l'articolo con una nota positiva, infatti, in molti casi la presenza di questo stato congenito genera dei tratti fisici e un'aspetto veramente invidiabili: una statura sopra la media e un bacino stretto con delle gambe magre e sfilate.

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cos'è la sindrome di Morris, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie ed effetti collaterali.

Commenti (0)

Scrivi un commento su Cos'è la sindrome di Morris

Ti è piaciuto l'articolo?

Cos'è la sindrome di Morris
1 di 4
Cos'è la sindrome di Morris