Condividi
Condividi in:

Come rinunciare alla caffeina

Come rinunciare alla caffeina

Per noi italiani, si sa, il caffè è parte integrante della dieta giornaliera. Ne facciamo un uso –se non abuso- quotidiano a partire dalla colazione: già, perché senza caffè sembra proprio che non sia possibile svegliarsi. Il fatto che ne abbiamo bisogno quotidianamente è dovuto proprio alla dipendenza che la caffeina genera nel nostro fisico. Purtroppo, questa sostanza non è alleata della nostra salute, e, in alcuni casi, è necessaria rimuoverla. Vivere bene senza caffè è possibile, basta un po’ di forza di volontà. Su uncome.it vi spiegheremo passo per passo come rinunciare alla caffeina.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti con caffeina
Istruzioni:
1

Che abbiate ricevuto un ultimatum dal vostro medico o abbiate deciso per conto vostro di disintossicarvi dalla caffeina, una cosa importante da fare è tenere bene in mente il motivo della vostra rinuncia. Non pensate solo a quello che questa depurazione vi sta togliendo, piuttosto focalizzatevi sugli aspetti positivi che la disintossicazione avrà sul vostro corpo. Se necessario, scriveteli sulla vostra agenda o sulla lavagnetta della cucina come memorandum da guardare ogni giorno.

2

La dipendenza dalla caffeina è un po’ come quella dal fumo di sigaretta: non è solo una mancanza fisica ma anche psicologica. Createvi un nuovo rituale mattutino da sostituire alla preparazione del caffe. Potete comunque prepararvi un caffè di cereali, come l’orzo che ha anche proprietà benefiche per l’organismo. Non è lo stesso, ma con l’andare del tempo vi abituerete al nuovo sapore.

3

Non demoralizzatevi se durante le prime settimane non notate alcun segno di miglioramento della vostra astinenza. Cercate di abituare il corpo al cambiamento, andate a dormire prima per aumentare le ore di sonno in modo tale che la mattina successiva vi sentiate riposati ed energici anche senza aver assunto la vostra dose di caffeina.

4

Per aumentare la concentrazione durante il giorno non è necessario prendere il caffè: modificate la vostra dieta, aumentando il consumo di cereali che evitano i picchi energetici generati dagli alimenti a base di zuccheri e carboidrati. In questo modo la vostra concentrazione rimarrà stabile e non avrete necessità di ricorrere al caffè. Chiudede il pasto con uno yogurt, con un tè verde o con un’infusione.

5

Se proprio avete bisogno di un’iniezione di energia durante l’arco della giornata, mangiate un cioccolatino fondente.

6

Createvi una routine alternativa: se durante la pausa pranzo eravate soliti andare con i vostri colleghi al bar, approfittatene per prendere un’abitudine più salutare, come per esempio fare una bella passeggiata ascoltando musica. Vi aiuterà a distendere la mente e a rimettere in moto la circolazione rendendo il rientro in ufficio più produttivo.

7

Infine, se siete anche fumatori, considerate anche l’idea che la riduzione di caffeina vi aiuterà anche a ridurre il numero di sigarette al giorno!

8

Questo articolo è puramente informativo, in unCOME non abbiamo la facoltà di prescrivere nessuna cura né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo ad andare dal medico nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere.

9

Se desideri leggere altri articoli simili a Come rinunciare alla caffeina, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Vita salutare.

Commenti (0)

Scrivi un commento su Come rinunciare alla caffeina

Ti è piaciuto l'articolo?

Come rinunciare alla caffeina
Come rinunciare alla caffeina